Missincat, l’Italiana che ha conquistato la Germania (oltre agli Usa e all’Australia)

Sembra una storia da favola ma è tutto vero. Caterina Barbieri, in arte Missincat canta e suona il basso a Milano nel gruppo Le Vertigini. Canta e compone anche per sè ma le sue canzoni non trovano il giusto spazio, come capita a tanti artisti. Nel 2007 si trasferisce a Berlino ed è lì che facendo la spola con la sua città riesce a dar vita al primo album. E’ il 2009 e lei ha 29 quando esce “Back on my feet”. Un’artista italiana. Di più, una cantautrice italiana, dal sound raffinato (voce e chitarra acustica e poco altro) in uno dei templi della musica pop.

Eppure è così. La Title track dell’album, uscito solo in Germania per una piccola etichetta indie che aveva ascoltato i brani sul suo my space, resta per mesi in rotazione nelle radio tedesche ed ai vertici delle charts indie e lei comincia a girare tutti i programmi delle tv nazionali pubbliche e private e ad avere copertine sui settimanali. La canzone diventa anche il jingle di una nota marca di consolle per videogames. Nel 2011 esce in Germania e in Europa “Wow“, prodotto dallo svedese Sonny Boy Gustafsson.

E adesso, a distanza di mesi, la 32enne milanese si prepara a sbarcare in Italia col secondo album e per l’occasione sfodera un duetto con Giuseppe Peveri, in arte Dente, uno dei nomi più interessanti della scena indie italiana. “Capita” è un gran bel pezzo, apprezzato anche dai tedeschi, come si può vedere sopra. E in Australia e negli States, dove è andata in tour più volte .Ma anche il singolo precedente “I wish you could allow” è decisamente interessante. Occhio a questa artista. Merita molto.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 89 follower