Senit, la novità della musica italiana arriva dall’Eritrea

A volte bisogna fare degli strappi alla regola. La regola è quella che a noi gli artisti italiani che si esibiscono in lingua inglese piacciono poco. Elisa è una di queste eccezioni. Senit è un’altra. Se non altro perchè l’abbiamo già sentita cantare anche in lingua italiana e si conferma come brava, di gran voce e con molto talento.

No more” è il singolo che accompagna l’uscita del terzo album di questa trentenne nata a Bologna da genitori eritrei. Il lavoro, dal titolo “So high” è stato registrato a Los Angelese e contiene sette tracce in puro stile r’n’b che esaltano le sue grandi doti vocali.

Dello stesso album potete ascoltare anche “Work Hard” il cui video è molto particolare perchè vede in scena ragazze in rappresentanza di tutte le etnie, un inno all’integrazione, decisamente molto orecchiabile. Strano che di Senit non si siano ancora accorti quelli che contano.

Scoperta da Lucio Dalla, protagonista un tour con gli Stadio, e a lungo giocatrice di una squadra femminile di calcio, Senit Zadik ha alle spalle ruoli importanti in musical come “Il Re Leone”, “Hair” e “Fame” nelle versioni tedesche e svizzere. Chi volesse ascoltarla in italiano, può andarsi a risentire “La faccia che ho” e “Io non dormo“. Il risultato è sempre ottimo. Portarla a Sanremo no?