L’esordio dei Broken Heart College con la cover di “Wannabe” delle Spice Girls (e un altro tormentone…)

Non si nascondano dietro un dito quelli che come me hanno passato i trenta. “Wannabe” delle Spice Girls, anno 1996, l’abbiamo ballata e cantata TUTTI. Non foss’altro perchè ce la sparavano nelle orecchie ogni dieci minuti. Erano tutte molto glamour, la loro musica era lontanissma dal concetto di qualità ma ci hanno fatto immensamene divertire.

E ci fa piacere sapere che 13 anni dopo, questo pezzo torna a nuova vita con una cover – per la verità abbastanza fedele. L’hanno fatta i Broken Heart College, duo romano del quale proprio ieri è uscito nei negozi “BHC” l’album di esordio.

Che contiene appunto la cover suddetta, che sta sopra ma anche “Na Na Na“, il tormentone che li ha lanciati. La scuola dovrebbe essere – a loro dire – quella dei Blink 182. Siamo un pò lontani, diremmo, da quel genere.  Un bel pò. Però si fanno ascoltare ed apprezzare. Ed è già qualcosa. Qualche gruppo emergente dell’ultima ora nemmeno quello.

Una canzone per l’estate 2009: “Le dragueur”, l’italiana In-Grid conquista la in Polonia

Alzi la mano chi si ricorda di Ingrid Emiliana Alberini in arte In-Grid. Nessuno che alza la mano? Allora proviamo così. Chi si ricorda di uno dei più grossi tormentoni di otto anni fa, vale a dire “Tu es foutu?” Forse va meglio. Ebbene. In-Grid è tornata.

O meglio. La oggi trentunenne di Guastalla ha sempre continuato a far musica, nel suo campo, quello della dance. Solo che progressivamente, anche sfruttando la sua immagine molto telegenica e l’ottima padronanza del francese, ha pensato di spostare il mirino all’estero.

Così oggi è popolarissima oltreconfine, soprattutto in Polonia, dove la sua dance mescolata con i nostri suoni tradizionali (la fisarmonica sintetizzata!) hanno un ottimo successo. Quello sopra è “Le dragueur” (il pappagallo), singolo 2009.  Anche questo già successone dalle parti di Varsavia.

Curiosità. Stenterete a riconoscerla, perchè è diversissima dal singolo d’esordio, ma anche quella che nel 2006 cantava un altro tormentone, vale a dire “I was a ye ye girl” è In-Grid. Più recente è invece More and more”.  Un’altra italiana che sfonda all’estero. Va bene che la dance è un mondo a parte, però magari darle qualche altra chance da noi…