Sanremo 2010, retropalco: la prima serata alla radio (e non solo)

L’esperimento era semplice. Azzeriamo il volume della tv e accendiamo la radio, perchè in fondo Sanremo è Sanremo e allora il caro nostro vecchio mezzo radiofonico fa sempre la sua parte. Così è capitato di imbattersi nella trasmissione di Radio UnoCanzoni e campioni“, con aggiornamenti sulle partite di Champions e tutto Sanremo in diretta.

Al microfono Emanuele Dotto (e vabbè), Simonetta Zauli e Gianmaurizio Foderaro. E pensi: “Andiamo sul sicuro”. E invece… La serata scorre via veloce, sin troppo. Sarà il ritmo della partita  di sottofondo, ma ne succedono di tutti i colori. “E adesso tocca a Malika Ayane che canta Squilli di tromba” (erano quelli che chiudevano la votazione precedente, quello c’è scritto sul copione, il titolo è una riga sotto).

Figuraccia cosmica. Come quella sulla regina del brulesque, Dita Von Teese: “Si pronuncia Von Teese (T -E -E- S- E ndr), no? Perchè è tedesca…E’ tedesca?”. Nessuna risposta. No, non è tedesca. Dopo un quarto d’ora: “E’ del Michigan, come facevamo a non saperlo…”. Già. Bastava guardare su Wikipedia.

Tocca a Povia. “Tu vivi a Milano ma sei originario dell’Isola d’Elba, giusto?“. No, sbagliato. E’ esattamente il contrario. Poi arriva  Fabrizio Moro, si disserta di canzoni e chitarre.  Uscita di Dotto (reiterata due volte in 5 minuti): “Ricordo una canzone di Fausto Cigliano, Corde della mia chitarra“. Peccato sia  di Claudio Villa e  Nunzio Gallo, anno 1957.  Fine delle canzoni, proclamazione dei vincitori. “Adesso ne escludono tre e poi ne ripescano subito uno stasera“. No, il regolamento sta in rete da due mesi… “Ma come funziona, è complicatissimo il regolamento dei ripescaggi… Vediamo come lo ripescano stasera, ce lo dice la Clerici“. Ancora? Per inciso, il regolamento è lo stesso dell’anno scorso. E “stasera” non ripescano nessuno. Semmai giovedì.

Avanti che c’è posto. Esce Nino D’Angelo. “Che peccato non poter sentire il suo duetto con Ambrogio Sparagna, che ci avrebbe fatto ascoltare la canzone in sei dialetti diversi“. Invece lo risentiremo. Perchè i temporaneamente esclusi duetteranno giovedì. Anche questo sta nel regolamento. Bastava soltanto leggerselo prima di andare in onda.

L’antipasto era andato in onda poche ore prima, al TG1 delle 13.30. Servizio di presentazione di Sanremo di Leonardo Metalli: “…e ci sarà Susan Boyle, che ha stravinto America’s got talent“. Peccato che fosse Britain’s got Talent. E la Boyle non ha “stravinto”: è arrivata soltanto seconda.

NUOVA GENERAZIONE: I BROKEN HEART COLLEGE SONO I VOSTRI PREFERITI – Il duo Broken Heart College vincono il nostro sondaggio relativo alla canzone più bella fra le 10 della sezione Nuova Generazione. “Mesi” ha raccolto il 25% dei voti, battendo di una incollatura “Il linuaggio della resa” di Tony (24%). Ottimo terzo (lo avevamo detto che faceva presa) Luca Marino con “Non mi dai pace” (12%). Seguono: “Jessica Brando (10%), Jacopo Ratini (8%), Nicholas Bonazzi  e Nina Zilli (5%), La Fame di Camilla (4%), Romeus (3%), Mattia De Luca (2%). Ora sono partiti altri due sondaggi. Votate LA VOSTRA PREFERITA fra gli Artisti e IL VINCITORE della sezione Nuova Generazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: