Aspettando l’Eurofestival 2010: le curiosità

 

Martedì scatta l’ Eurofestival edizione numero 55, in diretta da Oslo in tutta Europa, meno che in Italia. Noi seguiremo come è ovvio l’evento, in collaborazione con Eurofestival News. Nell’attesa di concentrarci sull’evento, ecco qualche curiosità che ci aiuta a conoscerlo. L’edizione 2010, per esempio, passerà alla storia come una delle edizioni con artisti più giovani. Sono infatti ben tre le cantanti nate nel 1992: Safura (Azerbaigian), nata a settembre, è la più giovane. Seguono Sieneke (Olanda), aprile e Thea Garrett (Malta), nata a Marzo.

E nel 1991 sono nati Lena Meyer Landrut (Germania), Anna Bergendahl (Svezia), Filipa Azevedo (Portogallo), Sotto i 24 anni anche Tom Dice (Belgio),  Josh Dubovie (Gran Bretagna), Jon Lilygreen (Cipro), Eva Rivas (Armenia), i Malcolm Lincoln (Estonia), Didrik Solli Tangen (Norvegia) e Olia Tira (Moldavia), Milan Stankovic (Serbia), Kristina (Slovacchia), tre componenti dei 3+2 (Bielorussia), e una componente delle Femminnem (Croazia). In compenso, escludendo lo svedese Robert Wells, “ospite” della Bielorussia, la più “anziana” in gara ha appena 42 anni ed è Niamh Kavanagh (Irlanda).

EUROFESTIVAL TALENT – Grande qualità in concorso, con moltissimi ragazzi che sono usciti dai talent show. Le versioni locali di Pop Idol hanno lanciato Hareel Skaat (Israele), Marcin Mrozinski (Polonia), Milan Stankovic, Safura  e Anna Bergendahl. Tom Dice è uscito dallo X factor fiammingo, Vukasin Braijc (Bosnia) dall’Operazione Trionfo panslavo. Filipa Azevedo ha vinto “Familia Superstar”, un talent portoghese per famiglie, mentre un talent apposito per l’Eurofestival ha selezionato Lena Meyer Landrut. Infine, Josh Dubovie (Gran Bretagna) ha vinto Blues Idol 2008. Ma in compenso ci sono in gara due vincitori degli MTW Awards, i turchi MaNga e la rumena Paula Seling.

EUROCORI DA STADIO – Per dare una idea di cosa sia in Europa l’ Eurofestival (Eurovision Song Contest), con 125 milioni di telespettatori in diretta e cosa non sia in Italia, dove per scelta della Rai non va in onda dal 1998, guardate questa iniziativa della Puma. La ditta di abbigliamento sportivo s’è inventata un grande modo per fars pubblicità in questo periodo. Dopo aver ingaggiato Terry Wogan, la “voce” dell’Eurofestival per la Bbc, gli ha fatto “condurre” lo Hard Chorus Song Contest, dove quattro paesi (sponsorizzati dalla ditta), schierano altrettanti cori da stadio che si esibiscono su canzoni dell’Eurofestival. E c’è un vero concorso, dove la gente può votare (sul canale youtube di Puma).

Sopra, gli inglesi e i francesi che si cimentano con i pezzi di quest’anno (qui gli originali di “That sounds good to me” e “Allez Ola Olè“), ma la cosa più bella sono gli energumeni tedeschi che cantano lo schlager d’amore e di pace di Nicole (“Ein Bisschen frieden”, unica vittoria tedesca, anno 1982). L’Italia, che all’Eurofestival non partecipa più …canta l’unico pezzo possibile, “Fiumi di parole” dei Jalisse, anno 1997, ultimo pezzo italiano. Ma in realtà lo cantano tre o quattro, il resto è un coro muto. E velo pietoso sull’esibizione italiana.

La chiusura è con l’ Ucraina, fuori da questo concorso, ma che in tema di Eurofestival ha voluto partecipare. E i tifosi ucraini,  per la loro “Shady Lady (secondo classificato nel 2008) hanno coinvolto anche l’interprete originale, la conturbante Ani Lorak. Dunque, l’evento Eurofestival è davvero totale. Domani il nostro appuntamento prosegue con altre curiosità sulla rassegna che comincia martedì.

EUROFESTIVAL HIT, LA CANZONE DI PROTESTA PER L’ASSENZA DELL’ITALIA – Intanto il movimento per il ritorno del nostro paese all’Eurofestival cresce e si fa sentire sempre più forte. E’ nata infatti Eurofestival Hit, una canzone “dedicata”, all’assenza del nostro paese. Eurofestival HIT nasce da un’idea dei fondatori di questo portale — aLeX P MediaBloGDove c’è Musica — e che hanno trovato il totale supporto e la totale disponibilità di Daniele Moretti (uno degli autori del pezzo Etcetera con cui l’Irlanda ha partecipato nel 2009 all’Eurovision Song Contest) Feat. Rakon (autori del brano: Marco Pirina — Daniele Moretti — Francesco Moretti). Per ascoltarla cliccate sul banner qui sotto.

2 Risposte

  1. Io so che le Kuunkuiskaajat hanno fatto parte dei Varttina, gruppo che c’è dagli anni ’80, che fanno anche questi folk finlandese.
    Potrebbero essere loro le più anziane dell’Eurofestival.
    (se non hanno esordito dopo la prima formazione di questo gruppo).

  2. Fanno ancora parte dei Varttina e hanno entrambe meno di 40 anni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: