“People hurts people”, lo sbarco in Italia dei Lunik (con tutto l’album)

Noi di Dove c’è musica ne avevamo parlato in tempi non sospetti. Prima con “Everybody knows”, tratto dal precedente lavoro “Lonely letters“, che la band era riuscito a presentare anche ad Ischia, durante l’omonimo premio giornalistico. E poi con le prime tracce in rete del nuovo album “Small light in the dark”. Ora finalmente, ecco anche in Italia, ufficialmente, i Lunik, popolare pop band svizzera.

Potete trovare sopra “People hurts people“, che anticipa in radio l’uscita dell’album. Una dellizia per le orecchie, al pari di quanto lo è per gli occhi la ex modella Jael Krebs, leader e frontwoman della band. Una produzione musicale pienamente inserita nel solco del pop rock, di grandissimo spessore. Del resto siamo di fronte non ad un gruppo di pivellini ma ad una band che ha superato i 10 anni di attività, tutti ad alto livello e che da quando, nel 1998, ha inserito in organico questa dotatissima trentenne si fa apprezzare ancora di più.

Occhio alle tracce: non ce n’è una brutta. Noi ne abbiamo trovata qualcuna in rete. E ve la proponiamo. Sentite che spettacolo, per esempio How could I tell you“. O anche “Everything means nothing”, molto d’atmosfera. O ancora “Set you free”. Sette album, tre dischi d’oro, un disco di platino. Suoni molto british. Noi avremmo apprezzato ancora di più se avessero usato una delle loro quattro lingue nazionali. Ma sono talmente bravi, che li perdoniamo. Qui una loro intervista e una esibizione live a Rai News 24.

Italia’s got Talent: è uscito “Vissi d’arte”, il primo album di Carmen Masola

Aveva colpito tutti per le sue doti vocali ma anche per la presenza scenica imponente. Ora Carmen Masola, la 38enne piemontese vincitrice di Italia’s Got Talent fa ufficialmente il suo esordio nel panorama musicale italiano. E’infatti uscito “Vissi d’arte”, il primo album, nel quale interpreta nove arie da altrettante opere liriche, fra le più famose anche al grande pubblico.

Celso Valli, uno dei più importanti produttori italiani, ha arrangiato per lei alcune famose arie d’opera e popolarissimi brani classici, interpretati con grande sentimento dalla splendida voce di Carmen. “Carmen e’ un grande talento naturale – afferma Celso Valli – dotata di una vocalità intensa che emoziona e oltrepassa i confini della musica colta per arrivare al cuore di tutti. Ed è una bella notizia che questo accada grazie ad un talent show”. Ecco la tracklist dell’album. Sopra, “Vissi d’arte”.

1. Casta Diva (da Norma) (V. Bellini / librettista F: Romani)

2. Vissi D’Arte (da Tosca) (G. Puccini /librettisti G. Giacosa – L. Illica)

3. Adagio In Sol Minore (L. Fabian / T. Albinoni-R.Graziotto)

4. Habanera (da Carmen) (G. Bizet / librettisti H. Meilhac – L.Halévy)

5. Ave Maria (Traditional / F. Schubert)

6. Concerto di Aranjuez (G. Bontempelli / J. Rodrigo)

7. O mio babbino caro (da Gianni Schicchi) (G. Puccini / librettista G. Forzano)

8. Plaisir d’ amour (J. Florian / J. Martini)

9. Ebben…ne andrò lontano (da La Wally) (A. Catalani / librettista L. Illica)

Tube de l’été 2010, la Francia che balla: parte seconda

Secondo giro con il Tube de l’été, ovvero i brani che saranno in rotazione nell’estate francese, con ovvio riferimento soltanto ai brani europei, in gran parte francofoni. Quelli francesi sono più della metà, in ossequio al fatto che nelle radio francesi deve passare per regolamento almeno il 60% di produzioni musicali autoctone (non necessariamente in lingua francese, purchè prodotti in patria).

CATEGORIA VARIETE’

ZAZ – “Je veux”- Se siete palati fini apprezzerete senz’altro, se invece siete di animo più pop magari un pò meno. Perchè questa ventenne che sta spopolando in Francia, Svizzera e Canada fa una musica che mette insieme pop e jazz, non disdegnando l’uso di strumenti come la tromba, sicuramente insoliti per un brano leggero. Eppure, nonostante questo, il singolo che anticipa il suo album “Zaz” sta andando come un treno. Gradevolissimo. Lei arriva da Génération Reservoir, un importante concorso musicale francese. Grosse cose. Ne riparleremo a parte, ma intanto eccovi il brano

CATEGORIA POP ROCK – Mentre sbarca in Francia ufficialmente ancheSatellite, il brano di Lena che ha vinto l’Eurofestival (è l’unico grande paese insieme alla Gran Bretagna dove non è ancora in classifica), c’è un altro brano interessante da scoprire.

BEN L’ONCLE SOUL – “Seven nations army” – Versione soul di un vecchio brano degli White Stripes del 2003. Il ragazzo che vedete si fa chiamare Ben L’Oncle Soul (Ben, lo zio soul) ed ha fatto un album pieno di zeppo di cover di grandi successi riarrangiati in questa chiave.

CATEGORIA RAP- SOUL- R’N’B

SEXION D’ASSAUT – “Desolè”– Questo gruppo rap è da dieci anni sulla breccia e protagonista delle scene francesi. Questo brano è stato a lungo in testa alle charts francesi e l’album “L’ecole des point vitales” ha vinto il disco di platino. Sicuramente per “specialisti”, ma gradevole.

Una canzone per l’estate 2010 (Tube de l’été): “Tapez 1” di Mélie

Amici preparatevi. Perchè se quest’estate passate dalla Francia, questo pezzo lo ballerete sino allo sfinimento. “Tapez 1” della giovanissima (17 anni) Mélie è un tormentone di quelli pazzeschi, con il ritornello che si infila nelle orecchie in cinque secondi e le mani che battono a tempo. Bella presenza, canzoncina trascinante e l’idea geniale di organizzare un flashmob dentro la metropolitana. E così sarà successo, garantito. E già lo è visto che sta passando su tutte le radio francesi e spopola su internet.

Nel nostro spazio dedicato al “Tube de l’été” che abbiamo inaugurato sabato, questo pezzo, che è il singolo d’esordio della ragazza, diplomata in violino al conservatorio, merita un angolo a parte. Taglio decisamente giovanile (parecchio),  che nel testo prende in giro la mania di chiamare oroscopi e cartomanti telefonici. Ed è indubbio che quando lo senti non puoi fare a meno di battere il tempo. Non può che essere anche la nostra canzone per l’estate. Decisamente da spiaggia. Il flashmob ha lanciato il brano su internet. Dopo il successo è stato fatto il video ufficiale, che è questo qui sotto.

Le classifiche di vendita in Europa (27/6/2010)

La settimana di vendita dei dischi in Europa conferma il primato di Shakira ft Freshlyground e dell’inno ufficiale dei Mondiali di Calcio, che spazza via l’altro inno, quello sponsorizzato dalla Coca Coca e cantato dal somalo K’Naan. Si affaccia ai primi posti anche “Alejandro” di Lady Gaga, che rilancia a traino l’album, mentre comincia a scalare le classifiche il tormentone dance degli australiani Yolanda Be Cool sulla base del sample di “Tu vuò fà l’americano” di Renato Carosone.

In Italia Ligabue riscavalca Gigi D’Alessio ed il suo Ep, in Germania gli Unheilig ripassano in testa dopo un mese tutto per Lena, che rimane in vetta, nei singoli, in Lussemburgo. In Gran Bretagna, al comando della classifica degli album troviamo il best of degli Oasis. I fratelli Gallagher si preparano dunque a scalare nuovamente l’Europa. E noi ci riascoltiamo “Don’t look back in anger

SINGOLI O DOWNLOADS

AUSTRIA: Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
BELGIO: Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
BULGARIA: O.M.G – Usher ft Will I. A.M.
DANIMARCA: We no speak americano – Yolanda Be Cool & DCup (airplay)
FINLANDIA: Alejandro -Lady Gaga
FRANCIA: Gettin’ over you – David Guetta ft Chris Willis
GERMANIA: Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
GRAN BRETAGNA: Shout for England – Dizze Rascal & James Corden
IRLANDA: California Gurls – Katy Perry ft Snoop Dogg
ISLANDA: Geoveikt finn guar – Steindi Jr., Ásgeir Orri og Friðrik Dór
ITALIA: Waka waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
LUSSEMBURGO: Satellite-Lena
NORVEGIA: Glow – Madcon
OLANDA: We no speak americano – Yolanda Be Cool & DCup
POLONIA: Who  wants to be alone – Tiesto ft Nelly Furtado (airplay)
PORTOGALLO:  Memories – David Guetta ft Kid Cudi (airplay)
REPUBBLICA CECA: If we ever meet again – Timbaland ft Katy Perry
ROMANIA: I like it – Dj Sava ft Raluka (airplay)
RUSSIA – Zachem – 5Ivesta Family
SPAGNA: Waka Waka (This time for Africa)– Shakira ft Freshlyground
SVEZIA: Gamla Ullevi – Kent
SVIZZERA:Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
UNGHERIA: Fight for this love – Cheryl Cole (airplay)

ALBUM:

AUSTRIA: Best of Helene Fischer – Helene Fischer
BELGIO: The Fame Monster – Lady Gaga
DANIMARCA: Mine Damer og Herrer – Kim Larsen
FINLANDIA:  Sahara -Anna Puu
FRANCIA: Zaz – Zaz
GERMANIA: Grosse Freiheit – Unheilig
GRAN BRETAGNA: Time Flies 1994/2009 – Oasis
IRLANDA: Recovery- Eminem
ISLANDA: Ligga Ligga La – Gunni og Felix
ITALIA: Arrivederci, mostro – Ligabue
NORVEGIA:  Leite Etter Likka – Hellbillies
OLANDA: Deleted Scenes from the cutting room floor – Caro Emerald
POLONIA: The house – Katie Melua
PORTOGALLO: Ao vivo nao Coliseo de Lisboa – Mickael Carreira
REPUBBLICA CECA:  Uz – Richard Muller
SPAGNA: Son de Guerra – Juan Luis Guerra
SVEZIA:  Body Talk volume 1- Robyn
SVIZZERA:  The house – Katie Melua
UNGHERIA: Rebecca  A Manderley-ház asszonya – Musical

Le tube de l’été 2010, la Francia che balla: parte prima

Inauguriamo questo spazio dedicato alla musica estiva francese. Il cosiddetto “Tube de l’été“, una sorta di alta rotazione dei brani più riempipista e danzerecci che ogni estate fanno impazzire la gioventù di Francia. Il “Tube” L’avevamo evocato parlando di Jessy Matador e di “Allez Olà Olè”: il brano dell‘Eurofestival era nato originariamente proprio per diventare un tormentone estivo oltrechè l’inno francese per i Mondiali (ha portato benissimo, non c’è che dire!). E infatti Matador c’è, nella categoria “Varietè”. Ecco le proposte europee di questa categoria (in tutte e quattro sono presenti anche artisti non europei)06

GAETAN ROUSSEL – “Nous ne faisons que passer” – Disco d’esordio come solista per questo cantautore ex di alucuni gruppi rock. L’album si chiama “Ginger”. Pezzo molto caldo, indubbiamente. Suoni e melodie assolutamente solari.

YANNICK NOAH – Angela – L’ex campione di tennis, ormai dedito alla canzone torna dopo quattro anni da “Charango”, con un singolo che anticipa il nuovo album. A 50 anni è amatissimo dal pubblico, che dopo le imprese sportive ne celebra ora le ottime doti canore. C’è tutto il calore delle sue origini africane. Una bella canzoncina, discreto tormentone.

CHRISTOPHE MAE – Je me lache – Christophe Maè è uno dei nomi della nuova generazione che vendono di più. Nonostante abbia già 35 anni, è soltanto al terzo album, tutti e tre balzati al primo posto in classifica, regalandogli un disco di diamante e tre dischi di platino. Un vero big della musica francese che da “On trace la route” estrae il terzo singolo “Je me lache“, grosso tormentone destinato a far ballare tutta la Francia (e ad issarsi presto in vetta alle charts).

“Un tramonto d’estate a Parigi”, il ritorno de La Differenza

I più arguti di voi se li ricorderanno a Sanremo 2005, sezione Nuova Proposte: arrivarono in finale con il brano “Che farò“.  Poi però i La Differenza, band pop rock di Vasto, in provincia di Chieti, si è un pò allontanata dal mainstream, con due album di medio successo, anche se con canzoni di buona qualità. Adesso tornano alla grande, con un singolo dolcissimo, dal titolo “Un tramonto d’estate a Parigi“, tratto dal nuovo album “3“.

E per lanciare ulteriormente il singolo, che in questi giorni è in rotazione su VideoItalia, c’è un video con due ospiti di eccezione: Alberto Baiocco, il quarto classificato del Grande Fratello 10, anche lui nativo di Vasto e la sua fidanzata, Mara Adriani, conosciuta durante la permanenza nella casa. Una coppia perfertta sul video come nella vita, per un pezzo decisamente interessante.

Dalla Svizzera l’esordio di Gioia Gerber (16 anni)

Segnatevi il nome di questa ragazza perchè ne risentiremo parlare. Si chiama Gioia Gerber, ha 16 anni e viene dalla Svizzera. E’uscita da Musicstar, il talent show modello Pop Idol che negli ultimi anni ha lanciato diversi artisti del panorama elvetico, fra cui anche Piero Esteriore, in gara all’Eurofestival 2004. Da poco è uscito “Lady Sunrain” il suo primo album e quello che trovate in alto è il singolo d’esordio.

E’passato un pò sotto silenzio perchè si chiama “Mr.Satellite” e per sua sfortuna coincide nel titolo quasi con la canzone che ha vinto l’Eurofestival (“Satellite”). Ora che finalmente è uscita anche una traccia in rete, siamo in grado di farvi sentire questo brano, che si presenta come un discreto tormentone. Lei è molto brava, in prospettiva può crescere e le immagini del backstage che girano in rete fanno capire che buca anche lo schermo. Qui c’è un assaggio della tracktitle, molto interessante anch’essa, diremmo.

“Aunque me pidas perdon”, da Gibilterra il ritorno dei Taxi

Ritorna uno dei gruppi migliori dell’universo spagnolo. Si chiamano Taxi e vengono da Gibilterra. Il pop rock delle colonne d’ercole riscuote sempre un grande successo, tanto che il loro nuovo lavoro, appena uscito, dal titolo “Aquì y ahora” è già segnalato da Los40, la principale emittente privata spagnola. In alto trovate “Aunque me pidas perdon”, il nuovo singolo.

Sono al quarto album con questa formazione e con questo nome, ma in realtà sono sulla scena da un decennio: prima infatti si chiamavano Melon Diesel. Il loro leader, oggi come allora, è Dylan Ferro. Pop rock di ottima fattura. Basta andarsi ad ascoltare qualche altro brano dell’album, per esempio “Algo de amor” oppre “Ella”. O ancora “En mi prison“. Un prodotto di qualità.

Una canzone per l’estate 2010: “La Peluquera” di La Fè

Di lei si sa, poco, perchè anche sulle note ufficiali del myspace non parla di sè stessa. Si sa che La Fè una dj italiana che si esibisce molto all’estero, Spagna soprattutto. E da una serata a Barcellona è nato questo pezzo, “La Peluquera”, che lei canta in uno spagnolo molto italianizzato nell’accento. Ne esce un tormentone estivo lontanissimo adatto proprio ai pomeriggi in spiaggia ed alle serate in discoteca.

Che lei poi buchi molto lo schermo è indubbio, con quella vistosa parrucca biondo platino versione platinette ed una bella faccia allegra. Il pezzo è allegro, carino e sta passando molto nelle radio, soprattutto in quelle delle zone molto calde d’Italia. E’la nostra proposta del fine settimana nella rubrica “Una canzone per l’estate”, prossima ad entrare nel concorso dei tormentoni.