Stasera su Rai Uno la finale di Castrocaro 2010

Stasera ritorna Castrocaro, “voci e volti nuovi della canzone”. In diretta su Rai Uno (ore 21, conduce Fabrizio Frizzi) dall’omonima città termale. E’la terza edizione della manifestazione sotto la direzione artistica di Giuliano Casalini e le prime due hanno avuto risvolti, per così dire, comici. Nello spot si parla di “anticamera del successo”, ma oggettivamente il livello delle proposte delle ultime due edizioni è stato imbarazzante.

Dei due vincitori, Simona Galeandro ed Edoardo Lo Conte, non c’è stata praticamente traccia, mentre è andata un pò meglio agli altri, quelli bocciati strada facendo dalle giurie. Qui il report dell’edizione dell’anno scorso, che regalò una lunga serie di cantanti stonati, emuli di altri artisti e quasi tutti ispirati a modelli televisivi più attenti al look che all’esibizione.

La speranza è che l’edizione numero 53 sia diversa. Intanto un piccolo passo avanti è stato fatto: oltre ad una cover i finalisti canteranno anche un brano inedito. Che in un concorso che deve lanciare nuovi talenti e dove quasi tutti sono cantautori, era la cosa più semplice da pensare da subito.

Ecco i finalisti: Gintare Kubiliute, Valentina Cenci, Eleonora Lari, Caroline Koch,  Nicola Traversa, Eleonora Mazzotti, Graziella Lintas, Gli Atomici, Daniele Ronda, Mattia Zani. Il nome più celebre è quello di Caroline Koch, già finalista l’anno scorso e quest’anno in gara alle selezioni di Sanremo.

“This pretty face”, Amy Mc Donald non sbaglia un colpo

Si conferma come una delle realtà musicali migliori del panorama europeo. Con quella sua faccia pulita e quel sound “da viaggio” che la caratterizza sin dai primi lavori. Amy Mc Donald, la giovanissima cantautrice scozzese, si avvia a mettere in cascina un altro successo di vendite. Dopo aver sfondato con il suo primo album “This is the life” trascinato dal singolo omonimo, anche il secondo lavoro non è da meno.

“A curious thing” è ancora un grande lavoro e quello che trovate sopra è “This pretty face“, il terzo eccezionale singolo. Una melodia che ti coinvolge , quasi un filo che ti tira a sè, che conferma l’ottimo trend iniziato con “Spark”, dopo che invece il primo singolo “Dont’ tell me that it’s over” era un pò meno bello. Molto interessante, questa ragazza. Bisognerà tenerla d’occhio per bene. Perchè ha solo 23 anni e tutte le carte in regola per diventare una stella di prima grandezza.