Ufficiale: Robbie Williams torna con i Take That. A novembre il nuovo disco

Cari amici over 30, soprattutto CARE AMICHE over 30, questo post è per voi. L’ultima delle Re union, al completo, si concretizza. I Take That tornano in formazione completa. Lo hanno annunciato gli stessi componenti della band. Gary Barlow, Jason Orange, Mark Owen e Howard Donald, oltre a Robbie Williams. E’ proprio lui, l’ex leader del gruppo a tornare con loro, dopo che il gruppo aveva già ripreso con ottimo successo l’attività. E’dal 1995 che Barlow e soci non suonano insieme e non fanno un disco in formazione completa: dopo “Nothing else matter” (l’ultima esibizione italiana fu a Sanremo 1996 con “How deep is your love”, cover dei Bee Gees) cominciarono le carriere soliste.

Che non hanno ripetuto le cifre del gruppo: 80 milioni di dischi, 19 Brit Award, hanno avuto 13 album numeri uno in classifica, 17 singoli numeri uno in classifica, 8 MTV Award, 5 Ivor Novello Award. La clamorosa riunione della badd inglese  sarebbe avvenuta a New York lo scorso settembre, subito dopo la fine del Circus Live Tour dei Take That. Poco dopo tutti e cinque insieme hanno segretamente scritto e registrato sei canzoni, che hanno dato il via alla creazione dell’album in arrivo. Che uscirà a novembre.

C’è curiosità soprattutto per capire se le loro nuove produzioni si manterranno sul livello di notevole maturazione artistica rispetto al clichè di boyband dei loro primi lavori. Williams ha fatto ottime cose da solista e i due nuovi album dei Take That senza di lui (quelli del 2006  e del 2oo7)  erano ottimi dal punto di vista musicale.  Qui sotto, “Shine“, il pezzo della reunion 2006, senza Robbie Williams, sopra la mitica “Relight my fire”, anno 1993