Le classifiche di vendita in Europa (31/10/2010)

Classifica dei dischi della settimana dominata dal rock dei Kings of Leon. La band americana entra direttamente al primo posto in quasi tutti i paesi d’Europa, confermando il gradimento del vecchio continente per queste sonorità. Al contempo, comincia la scalata al vertice anche la colombiana Shakira, che esce di scena con Waka Waka ma resta in classifica con Loca e ora anche con l’album “Sale el sol”.

In Italia conquista il primo posto il live del tour di Marco Mengoni che nega la vetta ad Emma, mentre l’accoppiata Gary Barlow-Robbie Williams continua a fare da apripista al prossimo album dei Take That ormai in uscita. in Olanda torna in testa Marco Borsato. Sotto, tutti i numeri uno. Sotto, godiamoci la canzone di Sivert Hoyem, che in Norvegia è uscita a sostegno di Telethon.

SINGOLI

AUSTRIA: Only girl (in the world) -Rihanna
BELGIO: Barbra Streisand – Armand Van helden + A-trak and Duck Sauce
BULGARIA: Airplanes- B.O.B and Hayley Williams
CROAZIA: Shame-Robbie Williams & Gary Barlow (airplay)
DANIMARCA:  Nar tiden  gar baglaens –  Clara Sofie & Rune RK (airplay)
FINLANDIA:  Missa Muruseni On – Jenni Vartiainen
FRANCIA: Mignon mignon – Renè la taupe
GERMANIA:Over the rainbow – Israel IZ Kamakaiwo’ole
GRAN BRETAGNA: Just the way you are (amazing) – Bruno Mars
GRECIA: Love the way you lie – Eminem ft Rihanna
IRLANDA: Promise this – Cheryl Cole
ISLANDA: Það Geta Ekki Allir Verið Gordjöss- Pall Oskar & Memfismafian
ITALIA: Loca- Shakira
LUSSEMBURGO:  Over the rainbow – Israel IZ Kamakaiwo’ole
NORVEGIA: Prisoner of the road – Sivert Hoyem
OLANDA: Waterkant – Marco Borsato
POLONIA: Love the way you lie – Eminem ft Rihanna (airplay)
PORTOGALLO: Mae da crianca -Chave d’ ouro
REPUBBLICA CECA: Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
ROMANIA:  Love the way you lie – Eminem ft Rihanna (airplay)
RUSSIA – Chudo- Nyusha
SLOVACCHIA – Love the way you lie – Eminem ft Rihanna
SPAGNA: Loca – Shakira
SVEZIA: Gubben I Ladan – Daniel Adams Ray
SVIZZERA: Loca – Shakira
UNGHERIA: Club can’t handle me – Florida ft David Guetta

ALBUM:

AUSTRIA: Come around soundowns-  Kings of Leon
BELGIO: Come around soundowns-  Kings of Leon
DANIMARCA: Troen & Ingen – Soren Huss
FINLANDIA: Seili- Jenni Vartiainen
FRANCIA: Come back – Eddy Mitchell
GERMANIA:  Come around soundowns-  Kings of Leon
GRAN BRETAGNA: Come around soundowns-  Kings of Leon
GRECIA:  Sensitive – Peggy Zina
IRLANDA: Come around soundowns-  Kings of Leon
ISLANDA: Gordjoss (Remix) -Pall Oskar
ITALIA: Re matto live – Marco Mengoni
NORVEGIA:  For sanne som os – Henning Kvitnes
OLANDA: Fier – Nick & Simon
POLONIA: Come around soundowns-  Kings of Leon
PORTOGALLO: Do amor e dos dias – Camane
REPUBBLICA CECA: Milinska kolo v srdci mem – Hana Hegerova
SPAGNA:  Sale el sol – Shakira
SVEZIA:2 steg fran Paradise – Hakan Hellstrom
SVIZZERA: Come around soundowns-  Kings of Leon
UNGHERIA: A katona imaja – Akos

 

Pubblicità

“Casa 69″, i Negramaro in doppia versione (normale e su I Tunes)

Vi presentiamo una succosa chicca. Eccovi “Sing-Hiozzo“, il singolo che accompagna il nuovo album dei Negramaro, una delle band più forti del panorama musicale italiano. L’album in uscita Il 16 novembre si chiama “Casa 69” ed è stato registrato a Toronto, in Canada presso i Metalworks Studios di David Bottrill, il nuovo produttore artistico. Il disco conterrà 16 tracce, e il formato digitale iTunes LP (mai realizzato prima da artisti italiani) di “Casa 69” includerà due bonus track aggiuntive – “Lacrime” e “Comunque Vadano Le Cose (Scusa Mimì)“.

Quanto al singolo, molto gradevole, non si discosta molto dal genere dei Negramaro, anche se sicuramente presenta sonorità molto particolari. E fra l’altro  si trova esclusivamente su I Tunes: appena uscito, in tre giorni ha fatto il boom issandosi direttamente al primo posto delle charts digitali. Il gruppo salentino dunque, si prepara ad un altro successo. Se le premesse sono queste, non c’è alcun dubbio su come andranno le cose.

E’uscita la compilation di X Factor 4 (senza tre artisti)

E’uscita anche quest’anno la compilation di  X Factor. Ci è voluto un pò  di tempo m alla fine il disco è uscito dopo che quest’anno  la produzione ha  rinunciato a mettere su I Tunes direttamente le performance live dei cantante. Il disco contiene 11 tracce finemente riarrangiate (e le relative 11 basi musicali) con i brani più intensi e meglio intepretati dai concorrenti della quarta edizione del talent show di Raidue. E’disponibile sul portale I Tunes ed anche sul mercato fisico.

Ancora una volta però si fa una scelta penalizzante, soprattutto dato che il disco esce  a metà  trasmissione, dopo che diversi artisti si sono esibiti: mancano infatti alcuni artisti, alcuni dei quali avrebbero meritato la presenza sul disco viste le qualità canore e che invece non potranno godere di questa visibilità.

Sono assenti infatti Alessandra Falconieri, Sofia  Buconi e Damiano Sardi. Sarebbe bastato poco, uno sforzo in più, per includerli tutti e dare a tutti la possibilità di essere riascoltati.La speranza è che magari esca un secondo disco, con la presenza di questi ragazzi e di chi è entrato ieri. Ad ogni modo, ecco le undici tracce della compilation, quest’anno in una delicata cover verde.

La luce dell’Est – Davide
Quanto t’ho amato – Stefano
Pugni chiusi – Nevruz
Polvere – Kymera
La spada nel cuore – Manuela
A me me piace o’ blues – Ruggero
Piccolo uomo – Nathalie
E’ la pioggia che va – Effetto Doppler
Un’emozione da poco – Dorina
Città vuota – Cassandra
Piazza grande – Borghi Bros

Nuovo scoop di “Avvenire”: svelato in anteprima il Sanremo 2011!

Avvenire” colpisce ancora. Va dato atto al quotidiano della Cei che da qualche tempo a questa parte sta mettendo in fila scoop notevoli. Alla fine di Sanremo 2010 pubblicò quello relativo all’onda anomala di voti che fece vincere Valerio Scanu e alla valanga di televoti “sospetti” del trio di Pupo (ne parlammo qui), stavolta fa addirittura meglio, svelando nientemento che il regolamento della edizione 2011 di Sanremo.

Regolamento che sarà reso noto soltanto fra una decina di giorni ma che il quotidiano milanese ha anticipato. La rassegna, come è noto, si svolgerà dal 15 al 19 febbraio. E la prima grossa novità è che non sarà un festival “ad invito”, come gli altri anni: i cantanti che vogliono partecipare al prossimo Festival di Sanremo devono presentare domanda di ammissione entro il 25 novembreE dopo il trattamento riservato l’anno scorso a gente come Malika Ayane e Ruggeri, siamo curiosi di vedere chi accetterà di andare a farsi macellare. Ma ecco le altre novità.

SEZIONE BIG Per la prima volta nella storia del Festival il numero dei cosiddetti “big” sarà inferiore a quello dei giovani. I cantanti in gara saranno infatti 14. Restano le eliminazioni (il sistema di voto non è stato del tutto svelato, ne parliamo in fondo) perchè martedì si esibiranno tutti e 14 ma mercoledì saranno già soltanto 12. Prime due serate dunque dedicate esclusivamente a loro, secondo lo schema tradizionale di Sanremo.

Cancellata la migliore serata del Festival degli ultimi anni, quella dei duetti. Al suo, posto, giovedì 17 sarà messa in piedi una serata dedicata ai 150 anni dell’unità d’Italia. Tutti i big in gara dovranno interpretare “una canzone edita di grande significato storico” . La stessa sera si esibiranno anche i 4 big esclusi, due dei quali saranno ripescati e torneranno in gara.  Nella serata di venerdì si esibiranno dodici Big (10 più i 2 ripescati tra i 4 eliminati nelle prime due sere): dieci passeranno alla serata finale, due saranno eliminati definitivamente. Nella serata finale ci saranno solo 10 Big in gara.

SEZIONE GIOVANI– Confermata la nostra notizia, ovvero che sarà purtroppo un contest organizzato da “Domenica In” ad inaugurare la gara dei giovani, che quest’anno saranno 16, dei quali 12 proposti dalle case discografiche e 4 che usciranno da Area Saremo (ex Sanremo Lab, ex Accademia di Sanremo).  Il contenitore domenicale di Raiuno ospiterà infatti una gara ad eliminazione che durerà quattro puntate, a partire dal 16 gennaio. Alla fine solo otto giovani arriveranno sul palco del Festival di Sanremo.

Nel corso della gara a Domenica In i ragazzi dovranno interpretare anche un medley (cioè un mix delle canzoni più famose) di un artista Big che sarà presente in trasmissione. “Sarà prevista anche la votazione del pubblico presente in studio” A partire dal 20 dicembre Rai Radio1 manderà in onda le 16 canzoni dei partecipanti alla categoria Nuova Generazione, sperando che anche altre radio (soprattutto private) facciano lo stesso, rendendo così popolari i giovani artisti. Dice anche il regolamento che “le canzoni inedite dei 16 giovani potranno essere messe in vendita dal giorno successivo alla prima pubblica diffusione”.

Quanto agli orari di esibizione il regolamento dice che “i giovani a Sanremo si esibiranno in un buon orario di serata”. Quattro martedì e quattro mercoledì, con la gara finale al venerdì. “buon orario di serata” vuol dire tutto e niente, se poi sfori come è successo l’anno scorso, penalizzando Jessica Brando. L’unico “buon orario” sarebbe farli cantare ad inizio serata. Ma nessuno avrà mai il coraggio.

VOTAZIONI – E veniamo alle votazioni. Aspettiamo di conoscere le comunicazioni ufficiali, ma qualcosa ci dice che dopo la protesta palese dell’anno scorso, difficilmente sarà messa in mano all’orchestra (cioè a gente competente) la possibilità di votare. Tuttavia, si legge nell’articolo, “dopo che l’Antitrust ha aperto un’indagine sul televoto, la Rai ha deciso di correre ai ripari. Tornerà in auge, quindi, un sistema misto, con una percentuale più alta di voti palesi e una più bassa affidata ai voti da casa”.

Dunque pare di capire che anche quest’anno non mancheranno le polemiche. Come abbiamo ampiamente dimostrato infatti, l’unico sistema che mette al riparo da scherzi è quello che trasforma i voti in punti, come all’Eurofestival (per chi non conoscesse il meccanismo: due classifiche separate per giuria e televoti poi dall’unione delle stesse se ne stila una unica assegnando 12 punti al primo, 10 al secondo e così via). Con qualunque sistema misto, invece, anche abbassando la quota del televoto, sarà sempre questo ad essere avvantaggiato, perchè 5 voti “10” allo stesso artista (ammesso che ce ne siano mai), pesano sempre molto meno di 100 televoti per uno stesso artista.

FONTE: AVVENIRE

X Factor 4, ottava puntata: esce Damiano, Stefano ancora dentro. Ascolti a picco

X Factor 4 a picco. In tutti i sensi. A livello di artisti che restano dentro ed a livello di ascolti.  Il programma è andato sotto il 10% di share, non succedeva dalla seconda  puntata della prima edizione. Se pensate che nella seconda edizione aveva fatto registrare il 22% e poi mai si è scesi sotto i 10,5%, andrebbe fatta qualche considerazione sul perché di questo flop. Ma basta guardare chi è rimasto dentro e chi è fuori che la risposta arriva.

Ottava puntata, esce Damiano che perde prevedibilmente il ballottaggio con la macchina da musica Davide, entra Marika, una ragazza con una grande voce. E Anna Tatangelo torna in gara.Ma soprattutto sono ancora dentro i due antimusica, ovvero Nevruz e soprattutto Stefano “caso umano” Filipponi. Che fa tanta tenerezza. E pazienza se canta come al karaoke. C’era una volta un talent show. Maria De Filippi insegna. Purtroppo.

UOMINI UNDER 24

DAVIDE MOGAVERO – Everybody’s talking dal film Un Uomo da Marciapiede e “Talking about revolution” (Tracy Chapman)

Non c’è niente da fare. Tracanna ogni pezzo che gli si dà, immagazzina e canta sempre bene. E’ l’artista più concretamente pop del programma e se arriverà agli inediti e gli daranno un pezzo vero e non una cosa da boyband può essere l’unico a contendere la vittoria al “caso umano” Stefano. Hanno cercato di farlo fuori mandandolo al ballottaggio, i giudici l’hanno rimesso dentro. Gli toccherà Balliamo sul mondo di Ligabue. VOTO 8.5

RUGGERO PASQUARELLI –  Mambo italiano dal film Riso Amaro

Solito allegro divertissement su pezzi che gli calzano a pennello. “Only calabrese do the mambo like a crazy”. Non è vero. Lui è di Pescara ma va lo stesso come un treno. Questa per ora è la sua dimensione. Più da musical che da dischi. Poco versatile per garantirsi un posto in finale, ma a 16 anni glielo possiamo concedere. La prossima settimana su Crocodile Rock sarà durissima. VOTO: 7

STEFANO FILIPPONI – La prima cosa bella dal film omonimo

Dove abbia cantato meglio, non è chiaro. Sempre meno voce, sempre meno emozione. Si, d’accordo. Più lineare e senza stonature rispetto alle ultime esecuzioni, il pezzo gli va indubbiamente meglio. Ma siamo sempre lì. Martedì gli tocca Battiato e forse si riesce a mandarlo a casa. Speriamo. VOTO 4.5

DAMIANO SARDI – Gimme some lovin’ dal film The Blues Brothers e “Some people want it all” di Alicia Keys

Solita prova di grande tecnica e grande vocalità ma di scarsa emozione. Troppo meccanico, scarsamente comunicativo. Avrebbe un futuro come corista, ma come solista è tutto da verificare. VOTO 6.5

 

OVER 25

NEVRUZ JOKU  – Cosa sono le nuvole dal film Capriccio all’italiana

Voleva imitare Modugno. L’ha fatto. Basta questo. Ma perché questo soggetto non canta con la sua voce? La gente continua a votarlo, perché fa tanto ridere. Morte di un talent show.La prossima settimana distruggerà Gianna di Rino Gaetano. Missione possibile, ha già distrutto mezza musica italiana. VOTO 4.5

NATHALIE GIANNITRAPANI –  Let the sunshine in dal musical Hair

Un’altra brava, che canta quasi tutto senza risentirne. Il pezzo non era semplicissimo, perché non tutti sanno cantare cosa da musical, non è come eseguire una canzone pop. Se la cava senza problemi, ma ormai non è una novità. Sempre brava, non sbaglia niente. VOTO: 8

GRUPPI

KYMERA  – The phantom of  Opera dal film omonimo

Interpretazione intensa, di grande qualità. Un pezzo che mette in risalto la notevole estensione vocale dei due ragazzi aostani. Teatralità e stile. In questo momento sono forse quelli con più talento, insieme a Nathalie. Ma serve ancora, il talento, dentro X Factor? Nota a margine: quello coi capelli lunghi lo stanno femminilizzando ogni settimana di più. Sarà interessantissimo sentirli cantare la prossima settimana “21 Guns” dei Green Day. VOTO 9

 

ASPIRANTI

GIOVANNI “JOE” CACCAMO – (Uomini Under 24, 50 special dei Lunapop)

Sembra l’ultimo dei Beatles, ha indubbiamente una bella faccia, una di quelle che piacciono tanto alle ragazzine, ma in fondo c’è già Davide, che canta molto meglio. E poi lavora a Rai Gulp, va già bene così. Tremava come una foglia. Più di Stefano, molto di più. VOTO 5.5

MARIKA LERMANI – (Donne Under 24, Summertime di George Gershwin)

Parecchio forte, voce profondissima, interpretazione magica. Raramente s’è sentita una voce del genere. Non sarà semplice farle cantare un pezzo pop, ma intanto per adesso veramente ascoltarla scalda l’anima. E poi a guardarla anche è un piacere: le belle donne formose del sud. Entra. Per fortuna. VOTO 9

ELIZABETH  ZAKIAN– (Over 25, I wanna dance with somebody di Withney Houston)

La giovane egiziana si diverte e diverte. Canta bene un pezzo facile facile arriva subito,  è coinvolgente, ha un sorriso solare ed una sensualità mediorientale notevole. Ma onestamente,  contro Marika non c’è partita. VOTO 8

APPLE PIES (Gruppi Vocali, Eleonore dei Turtles)

Cantano la versione originale di “Scende la pioggia” di Gianni Morandi (lo sapevate che era una cover?), e lo fanno veramente bene. Sono originali nel look (ma del resto sono una cover band dei Beatles). Purtroppo per loro, sono incappati in una serata nella quale vocalmente, è durissima. VOTO: 8

 

“Move it”, l’energia dei multietnici Culcha Candela

Vengono da Berlino ma sono uno dei gruppi più multietnici d’Europa, perchè oltre che dalla Germania, i suoi componenti sono originari di Polonia, Uganda, Colombia e Corea del Sud. Parliamo dei Culcha Candela, uno dei nomi chiave della dance tedesca. Che cantano in quattro lingue (tedesco, inglese, spagnolo e patois, il dialetto provenzale della Francia). Un multiculturalismo trasmesso anche sulle loro pagine ufficiali.

I loro album recenti sono stati tutti premiati  con il disco d’oro in patria ed il disco di platino in Svizzera, adesso è uscito “Das Beste”, una raccolta dei loro maggiori successi (quattro album in sei anni, oltre a questo). Trainata da “Move it”, il solito singolo a tutto ritmo che mescola pop, hip hop e dance. Godetevelo, e andate alla scoperta del sound multietnico di questo gruppo. Tutto molto interessante.

Sei un musicista? Fatti notare con PopOn Contest! Il concorso che ti apre le porte della musica

Diamo spazio molto volentieri ad una iniziativa organizzata da PopOn, il giornale della musica italiana diretto dall’amica Paola De Simone. Nasce infatti un nuovo contest riservato ai giovani talenti della musica italiana. Si chiama PopOn Contest e darà la possibilità a tantissimi artisti di farsi conoscere nel mondo della musica, avere uno spazio per promuovere i propri prodotti ed accedere ad uno di più famosi concorsi nazionali, Musica Controcorrente. A giudicare sarà un gruppo di qualificati addetti ai lavori ed anche il popolo del web. Direttamente dal sito di Pop On prendiamo le linee base del concorso

L’invito è rivolto a tutti gli artisti italiani (gruppi e solisti), senza distinzione di idioma nei testi delle loro canzoni né di genere musicale. Unica richiesta è che la canzone da proporre in gara sia accompagnata da un videoclip, professionale o casalingo. L’iscrizione è gratuita e avviene attraverso l’invio di una mail a redazione@popon.it, alla quale dovrà essere allegata una breve biografia e il video (formato mov o m4v, peso massimo 50MB). Non saranno accettati link ad altri siti, quali YouTube e simili, ma sarà necessario inviare il video alla redazione (accompagnato dalla liberatoria alla messa on line su PopOn.it). Saranno ammessi alla gara i primi cento iscritti. All’iscritto numero 101 ci toccherà dare la brutta notizia. La gara avrà inizio solo al completamento delle 100 candidature (e comunque conoscerà una pausa dal 20 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011)”.

Relativamente al videoclip, la redazione di Pop On precisa che: “il breve filmato deve accompagnare dinamicamente la canzone per tutta la sua durata, non sono ammessi video con pochi fotogrammi o con immagini non attinenti al brano stesso. Sono, invece, accettati i video che riportano esibizioni live dell’artista o gruppo candidato, purché le parole della canzone siano comprensibili”.

Il concorso di articola in due fasi. Nella prima sarà il pubblico della rete ad essere coinvolto. I cento artisti iscritti saranno divisi in dieci gruppi da dieci (a insindacabile selezione della redazione). Ogni gruppo vivrà inizialmente una competizione solitaria: i dieci in gara saranno messi l’un contro l’altro e appunto sarà il pubblico a votare il migliore, a colpi di click, votando nell’apposito box dopo aver visto il video. Ovviamente, per rendere la votazione libera da ogni dubbio, o gni utente potrà votare solo una volta al giorno e ogni gara si consumerà in una settimana. Dieci, settimane, dieci vincitori, uno per ogni gruppo di artisti.

I dieci finalisti saranno quindi sottoposti al vaglio della giuria di qualità che esprimerà per ciascun brano un voto pieno da 1 a 10. La somma dei voti darà il vincitore, che sarà uno ed uno solo: in caso di ex aequo,  la giuria sarà chiamata a rivotare, scegliendo uno solo dei nomi finiti in parità. La giuria è composta da grandi personaggi del mondo della musica e del giornalismo musicale:  Joe Barbieri, cantautore e discografico,  Paolo Benvegnù, cantante, musicista e produttore, Andrea Conti, giornalista del TgCom, Franco Fasano, cantautore e firma della canzone italia, Paola Gallo, voce di Radio Italia e direttrice artistica di Radio InBlu, Dario Giovannini, direttore artistico della Carosello Records, Dario Salvatori, critico e memoria storica musicale, John Vignola, giornalista, scrittore e voce di Radio2 Rai, Franco Zanetti, direttore di Rockol.it, la Redazione di PopOn.

MA COSA SI VINCE? E’presto detto, ed anche in questo caso, per maggiore chiarezza, riprendiamo direttamente da PopOn:

– Accesso gratuito alle fasi finali dell’edizione 2011 di Musica Controcorrente: Festival dedicato alla canzone d’autore e giunto con successo alla sua settima edizione. Ogni anno Musica Controcorrente, nella figura del patron Sergio Garroni, si impegna a divulgare al meglio i progetti più interessanti in gara e a offrire premi importanti, quali: contratti editoriali, borse di studio, realizzazione di singoli, corsi di studio, inserimento dei brani in compilation e attestati per tutti i partecipanti. Tutte le informazioni e il regolamento li trovate all’indirizzo www.musicacontrocorrente.it.

– Produzione dei materiali promozionali a cura dell’ufficio stampa Progetti Rizoma: il vincitore avrà diritto a un kit promozionale composto di scheda artista, scheda disco e comunicato stampa, realizzati dall’associazione culturale Progetti Rizoma (www.progettirizoma.it).

– Pacchetto promozionale su PopOn composto di: banner (che pubblicizza il disco) in primo piano in tutte le pagine del sito per la durata di un mese; allo scadere del mese, box in home page per la durata di altre due settimane; recensione del proprio lavoro; pagina artista completa di biografia, foto e notizia.

Dunque, cari amici musicisti, talenti emergenti, sembra davvero una occasione da non perdere. E noi abbiamo volentieri dato spazio all’iniziativa. Perchè tutto quello che promuove la musica è ben accetto. E nonostante la nostra internazionalità, tutto quello che promuove e rinnova la musica italiana secondo questo blog merita la massima attenzione. Orsù dunque, iscrivetevi. E spargete la voce!.

 

“La cabecita loca”, l’energia di Rulo y la Contrabanda

Rulo è un musicista spagnolo molto famoso soprattutto negli ambienti alternativi, ma che nel corso degli anni ha acquisito un ottimo pubblico, prima con la band La Fuga, di cui era bassista e adesso da solista. In questi giorni sta girando molto nelle radio spagnole questo pezzo rock molto cantabile. Si chiama “La cabecita loca” (la testolina pazza) ed è il singolo che accompagna il suo album.

“Señales de humo” è entrato in classifica direttamente al primo posto per poi andarsi a posizionare immediatamente nelle posizioni a ridosso del vertice. Dieci anni di esperienza, numerosi concerti in giro per la Spagna e per tutto il sudamerica e dischi di ottimo successo. Ora arriva questo nuovo progetto. Se siete amanti del rock, è un lavoro decisamente da tenere d’occhio.

Le classifiche di vendita in Europa (24/10/2010)

 

Robbie Williams è il protagonista della settimana delle vendite dei dischi nel vecchio continente. In attesa di vederlo ricantare anche live con i Take That è uscito il suo best of già primo in Gran Bretagna. Ed in varie zone europee sta andando a mille anche il duetto con Gary Barlow, che  beneficia anche del fatto di essere incluso negli album di entrambi gli artisti.

Per il resto, tengono i soliti noti, con Joe Cocker che dopo l’exploit della scorsa settimana non guadagna piazze. Così si confermano Shakira, Eminem ft Rihanna e molti artisti locali mentre esce di scena per la prima volta Yolanda D Cool ft D Cup. Allora l’occasione è buona per farvi ascoltare il delicato pezzo, molto folk dei Chave d’Ouro, una delle band più apprezzate del Portogallo. Sotto, tutti i numeri uno.


 

AUSTRIA: Love the way you lie – Eminem ft Rihanna
BELGIO: Barbra Strreisand – Armand Van helden + A-trak and Duck Sauce
BULGARIA: Airplanes- B.O.B and Hayley Williams
CROAZIA: Shame-Robbie Williams & Gary Barlow (airplay)
DANIMARCA: Teattere pa himlen – Burhan G ft  Nick & Jay (airplay)
FINLANDIA:  Missa Muruseni On – Jenni Vartiainen
FRANCIA: Mignon mignon – Renè la taupe
GERMANIA:Over the rainbow – Israel IZ Kamakaiwo’ole
GRAN BRETAGNA: Fuck you – Cee lo Green
GRECIA: Love the way you lie – Eminem ft Rihanna
IRLANDA: Just the way you are – Bruno Mars
ISLANDA: Shame-Robbie Williams & Gary Barlow
ITALIA: Loca- Shakira
LUSSEMBURGO:  Dynamite -Taio Cruz
NORVEGIA: Only girl (in the world) – Rihanna
OLANDA: Toen ik je zag –  Hero
POLONIA: Club can’t handle me – Florida ft David Guetta (airplay)
PORTOGALLO: Mae da crianca -Chave d’ ouro
REPUBBLICA CECA: Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
ROMANIA:  Love the way you lie – Eminem ft Rihanna (airplay)
RUSSIA – Chudo- Nyusha
SLOVACCHIA – V Sieti ta mam- Kristina
SPAGNA: Love the way you lie – Eminem ft Rihanna
SVEZIA: Waka Waka (This time for Africa) – Shakira ft Freshlyground
SVIZZERA: Heaven- Gotthard
UNGHERIA: Club can’t handle me – Florida ft David Guetta

ALBUM:

AUSTRIA: Meine zeit – Reinhard Fendrich
BELGIO: Junior Eurosong 2007- Interpreti Vari
DANIMARCA: De eneste to – De eneste to
FINLANDIA: Puolimieli- Happoradio
FRANCIA: La Colombe – Soprano
GERMANIA:  Hard knocks -Joe Cocker
GRAN BRETAGNA: In and out of conciousness – Robbie Williams
GRECIA:  Sensitive – Peggy Zina
IRLANDA: Science and faith – Script
ISLANDA: Gordjoss (Remix) -Pall Oskar
ITALIA: Il mondo in un secondo – Alessandra Amoroso
NORVEGIA:  For sanne som os – Henning Kvitnes
OLANDA: Fier – Nick & Simon
POLONIA: Guitar Heaven – Carlos Santana
PORTOGALLO: Do amor e dos dias – Camane
REPUBBLICA CECA: Milinska kolo v srdci mem – Hana Hegerova
SPAGNA:  Guerra Fria – Malu
SVEZIA: Sma ord av guld – Larz Kristerz
SVIZZERA: The Greatest Hits session- The Bellamy Brothers & Gola
UNGHERIA: Emberteremtő- Road

“Version originale”, il debutto degli Hangar

Cinque anni di carriera alle spalle, una serie di live al fianco di artisti famosi ed emergenti ed uno stile musicale tutto loro. Adesso arrivano con il loro primo singolo. Si chiamano Hangar e vengono dalla Francia. Mescolano pop e folk, con medlie accattivanti e testi irriverenti. Il loro primo EP, che porta il loro nome è accompagnato da questo singolo dal titolo “Version originale”.

Ma non è tutto. A Gennaio arriverà il primo album effettivo e la band dice che l’EP “non sarà un semplice prologo dell’album” perchè i due lavori saranno differenti per alcuni titoli. Intanto operò c’è questo singolo, decisamente interessante, che fa da apripista a tutte e e due. Ne riparleremo, di questa band giovane ed emergente, perchè decisamente merita.