X Factor 4, decima puntata: esce Ruggero, costretto ad un ballottaggio in differita. Stefano verso la finale

X Factor, prove tecniche di Eurofestival per la puntata al sabato sera. O forse no, forse è solo un esperimento. Riuscito nella serata, disastroso da punto di vista delle scelte del pubblico, che fanno uscire di nuovo uno bravo, Ruggero, per tenere dentro Nevruz, salvato dal tilt e sopratutto il solito Stefano, ormai candidato numero uno alla vittoria finale.

Ma ieri la figura ridicola la fa la Rai, che non consente a Ruggero (17 anni) di esibirsi durante il ballottaggio perchè la sua esibizione avrebbe sforato la mezzanotte. Colpa dell’antico regolamento che non consente ai minorenni di apparire in tv dopo le 24. E’chiaro che in questo contesto, dove sono i giudici a giudicare, l’esibizione ha un peso minore, ma la figura è comunque pessima. A Sanremo 2010, si ricorderà, Jessica Brando (15 anni) fu costretta ad esibirsi con un video delle prove per colpa dei ritardi Rai. Ora immaginatevi cosa può succdere se Davide Mogavero (17 anni) dovesse arrivare in finale. La terza esibizione è a ridosso della mezzanotte. Ci hanno pensato, quelli di viale Mazzini, o no? Complimenti a tutti.

PRIMA MANCHE – LE SIGLE DEL SABATO SERA

KYMERA – L’aria del Sabato sera (Loretta Goggi, sigla di Fantastico)

L’arrangiamento non stravolge una delle sigle più belle della nostra televisione. Loro la interpretano con cuore e anima, come sempre. VOTO 8

DAVIDE MOGAVERO – Arriva la bomba (Johnny Dorelli, sigla di Johnny Sera)

La macchina da musica colpisce ancora. Memorizza, immagazzina il pezzo e lo fa suo. Come sempre. Allegria e spensieratezza. VOTO 8.5

NATHALIE GIANNITRAPANI – Fortissimo (Rita Pavone, sigla di Studio Uno)

Non è cosa per lei, senza ombra di dubbio. Però ci mette quella dose di leggerezza e dolcezza che ci vuole in una canzone come questa. S’aiuta col mestiere, a volte ci può stare. L’esperienza serve anche a questo. VOTO 7

STEFANO FILIPPONI – Domenica è sempre domenica (Mario Riva, sigla de Il Musichiere)

Effetto tenerezza. Tanto chissenefrega cosa canta e come canta. Viva l’Italia. La terra dei cachi. VOTO 4

NEVRUZ JOKU – Mille e una sera (Nomadi, sigla di Mille e una sera)

“Non mi piace cantare le sigle televisive”. E chi sei per poterti permetterti cotanta critica? Un artista, o almeno uno che viene spacciato per tale, dovrebbe avere la giusta dose di umiltà. Soprattutto uno che fino a due mesi fa non era nessuno. Canta malissimo, svogliato, stonato. VOTO 4

RUGGERO PASQUARELLI – Dove sta Zazà (Gabriella Ferri, sigla di Dove sta Zazà) – Grande presenza scenica. Canta, balla, recita, mette l’anima su un pezzo famosissimo, non sfigurando di fronte all’impari confronto. Magari non diventerà un big a livello discografico, ma ha un futuro come artista di musical. Il migliore della prima manche. Infatti va al ballottaggio. VOTO 9

SECONDA MANCHE

KYMERA – Uprising (Muse)

Occhebbello! I Muse sul palco di X Factor !Hanno ragione i giudici, non è cosa per loro. Ma ci mettono l’anima e a tratti, per mostrare di starci dentro, deragliano. Però sanno cantare veramente di tutto e sanno mettersi in gioco. Non la loro esibizione migliore, comunque. VOTO 6.5

DAVIDE MOGAVERO – Come together (Beatles)

Diverte e si diverte. Sta dentro al pezzo benissimo e stavolta che è anche nelle sue corde si esprime al massimo. VOTO 9

NATHALIE GIANNITRAPANI – Brass in the pocket (Pretenders)

La rischiosissima scelta di Elio stavolta va in porto perché lei la canta con leggerezza. Forse con meno grinta di quella che servirebbe. Ma in fondo non era il suo stile. Brava comunque VOTO 7.5

STEFANO FILIPPONI – You’re not alone (Micheal Jackson)

Jacko si sarà rivoltato nella tomba. Meglio del pezzo precedente. Ma ormai il punto non è questo. E poi è anche inutile star li a perder tempo a giudicarlo. Tanto lo voterebbero anche se cantasse l’elenco del telefono. VOTO 5

NEVRUZ JOKU – Gioia e rivoluzione (Area)

Il pezzo è veramente difficile, per palati fini, perché l’immenso Demetrio Stratos e la sua band erano secoli avanti, a metà degli anni’70. Non canta male e il pezzo voleva già farlo sette giorni fa. Ma in un contesto come questo portare brani perduti nella memoria è un rischio, sempre. Paga col ballottaggio.   VOTO 6

BALLOTTAGGIO

RUGGERO PASQUARELLI- 7000 Caffè (Alex Britti)

Ha cantato meglio e come è noto, Nevruz non ci piace. Ma un ballottaggio registrato a freddo su un video per colpa di una regola assurda non è la stessa che cantare live dopo una serata di emozioni forti.  Esce di scena, non se lo meritava. NON CLASSIFICATO

NEVRUZ JOKU – Se telefonando (Mina)

Meno buffone di sempre. Ma vale lo stesso discorso fatto per Stefano. Ormai non conta più cosa canti. VOTO 5

14 Risposte

  1. ….ma ce l’hai proprio con stefano,eh?Mi sa ke essendo titolare di questo blog dovresti essere meno di parte (Davide)..

    • Io non sono di parte. Io giudico, quello che mi piace e quello che non mi piace. Stefano oggettivamente non doveva nemmeno stare lì. Non merita di andare avanti, rispetto a gente che è uscita prima di lui e vale molto di più. Davide è bravo, anche se secondo me non era il migliore di questa edizione Ma i miei preferiti sono usciti tutti…. Qui si sta scegliendo una potenziale popstar e quello che ha più le carte in regola per diventarlo è davide, anche se ho il terrore di cosa gli faranno cantare. La migliore era Dorina, ma l’hanno fatta fuori. Ruggero è più da musical. Alessandra e Manuela sono da canzone d’autore, di classe. I Kymera sono per un repertorio sofisticato, alla David Bowie. Nathalie un pop rock. Stefano è da karaoke.

      • Be’, se tu al karaoke riesci a cantare NOTTURNO o QUANTO T’HO AMATO e far venire la pelle d’oca in quella maniera..allora complimenti!!!!DORINA? Spessore musicale 0!!!!Solo un po personaggio..E cque i migliori sono i Kymera…

      • Sono daccordo con quasi tutto quello ke hai detto… solo ke tra i migliori ci metterei anke Davide e Nathalie.. cmq stefano secondo me nn è neanke da karaoke xkè nn può fare questo mestiere.. lui ha detto ke canta x sfogarsi e quello ke nn riesce a dire parlando lo dice con la sua voce però deve capire ke quello nn è mestiere x lui. Nn potra mai reggere le critiche ke gli verranno fatte e neanke competere con grandi della musica italiana… poi vincendo x factor sarò pur cattiva ma diminuisce la fama del programma xkè l’hanno prima vince Mengoni un mostro della musica x me e poi Stefano?? cioè nn c’è paragone!! secondo me nn avrà mai un grande successo, o almeno se lo avrà nn per il suo talento di certo…

      • No sei di parte, mi spiace dirtelo. Perchè nel momento in cui dici ‘non doveva stare lì’ esuli da un commento puramente tecnico e vocale ma dai degli imbecilli sia a chi ha fatto le selezioni sia a chi ‘riceve’ da lui emozioni che evidentemente tu non ricevi. Proviamo il contrario: per me sei un povero cristo che non sa sceivere e non capisce di musica…ho detto la mia opinione … accettabile … ma esula dall’essere magari la verità. Vedi? Basta invertire i ruoli e tutti siamo degli ‘Stefano’ per chi non ci apprezza.

      • No, no aspetta, fammi capire….Criticare Stefano vuol dire essere di parte?? Io faccio questo mestiere da 15 anni, sono cresciuto dentro le radio e i giornali. Ho dei gusti, che possono essere non condivisi, come tutti. Io penso solo a cosa vuol dire partecipare ad un concorso come X factor. Qui dobbiamo creare delle potenzili popstar. Non è detto che ci si riesca, ma lo scopo deve essere quello. Ora. Al di là dei gusti e delle opinioni sul fatto se Stefano sappia o meno cantare. Quando finirà la “bolla” di X factor, si tratterà di cominciare ad affrontare folle, platee e concerti. Un conto è esibirsi nel contesto di uno studio, dopo aver vissuto tutta la settimana in un “ambiente protetto”, un altro è affrontare una vita sballottati a destra ed a sinistra, concerti davanti a migliaia di persone (nel caso non lo sapessi, qualora la rai dovesse mantenere la promessa di portare il vincitore di X factor all’Eurofestival, costui (o costei, o costoro) dovrà esibirsi allo stadio di Dusseldorf davanti a 25mila persone, tante quante ce n’erano a verona agli Wind Music Awards, per darti un’idea). Come pensi che possa affrontare uno come Stefano una situazione del genere? Parliamo di una persona che piange quando lo si critica. Guarda, a me sta antipatica a pelle la tatangelo, ma ha ragione da vedere quando dice: “Se tu reagisci in quel modo alle critiche (piangendo), diventa più difficile per noi dirti la verità”. E’ bello questo? E’ giusto questo? Parlo Al di là dei gusti musicali, sia chiaro. Fare il cantante di professione vuol dire essere pronto ad accettare con serenità anche le critiche. Mi dà l’idea che si stia puntando un pò troppo sui personaggi, che si abbia in testa Susan Boyle e si voglia cercare un altro fenomeno. A proposito, ti ricordi cosa è successo a Susan Boyle alla prima esposizione mediatica dopo l’uscita da Britain’s got talent? Non ha retto lo stress. Ricoverata in ospedale. E non c’è giorno che dica di voler smettere, perchè non regge il peso di quello che le è capitato.
        Stefano non doveva essere lì perchè non sa reggere l’impatto con le critiche e perchè è troppo fragile per affrontare il mondo della musica come una popstar dovrebbe. Troppo crudo? Correggo il tiro? Va bene. Allora ti dico questo. All’inizio è stato anche bello e giusto vederlo in quel contesto, è stata una dimostrazione di “coraggio”, se vogliamo. Ma dopo due-tre puntate, sarebbe stato giusto ritenere conclusa la sua esperienza. Anche perchè lui ha dato il massimo nelle prime puntate, poi è calato, contestualmente alla crescita di altri.
        Non dò degli imbecilli a nessuno. Semplicemente. Su Stefano non è stata fatta una scelta musicale. E’stata fatta una scelta che esula da questi criteri. Sicuramente Mara lo ha selezionato per dimostrare, come ti scrivevo sopra, che anche uno col suo problema può farcela. Ma da grande stratega del mezzo televisivo, la Maionchi ha capito, guardandosi attorno che “il caso umano tira”. Guarda Marco Carta (nullo totalmente a livello musicale, ma caso umano perchè cresciuto con la nonna, senza genitori ecc..) oppure Loredana Errore (che invece mi piace, peraltro: nata a Bucarest, adottata da famiglia italiana che l’ha strappata alla povertà ecc.). Noi italiani- normalmente è un pregio, in questo caso è un difetto – siamo molto sensibili. E allora la maggior parte della gente (magari tu no) vota Stefano perchè fa tenerezza, con quegli occhioni, con quella faccia stralunata e perchè quando parla balbetta e poi…oooh magia. E la gente pensa: “Poverino, sei lo mandiamo via poi ci resta male, come si fa?”. E la gente lo vota A PRESCINDERE dal discorso musicale.
        Su Dorina. Ho detto che poteva essere una potenziale popstar. L’hanno bruciata, facendola uscire prima del tempo, prima di darle un inedito da cantare. Quindi finirà probabilmente nel dimeticatoio, come tanti altri ragazzi bravi ma usciti da X factor prima del momento cruciale. Perchè la discografia segue solo quelli che si piazzano meglio. Quanti di questi venderanno? Forse nessuno. Davide finirà in qualche puntata di TRL in mezzo ad uno stuolo di ragazzine urlanti (hai presente i Broken heart college?) e così anche uno bravo ce lo giochiamo.

  2. sperando di nn essere censurato, le prove tecniche di Eurofestival hanno detto amen: 1.943.000 e 9,22%.

  3. @ paul simpson: Si, la pelle d’oca me la fa venire… ma solo in una parte buia buia del corpo. Al karaoke si puó cantare di tutto, qualsiasi pezzo, il problema é come lo si canta. Stefano non puó pretendere altri palcoscenici se non quelli dei karaoke di periferia. Sono tanto curioso di sapere come ci é finito lí… ma tanto curioso. Dare Spessore 0 a Dorina e dire che Stefano ha dei meriti é utopia pura…

    • Vabbè vedremo quanti cd venderà Dorina, indipendentemente da Stefano, o i Kimera. Citare Mengoni vuol dire non avere mente musicale a 360°. In Italia ci sono e ci sono stati artisti che non vendono quanto una Pausini o un Ramazzotti (giusto per citare due tra i + internazionali), ma fanno musica indirizzata ad ambienti + contenuti e minimalisti. La musica è solo una questione di gusti e dovrebbe essere il conteggio dei ‘numeri’ a decretare la riuscita di un personaggio canoro, televisivo o cinematografico. Consiglio a tutti di riascoltarsi Vaffanculo di Masini che rende molto bene l’idea di quanto sia scaduta la musica e i suoi commentatori.

  4. Si ma tu (emanuele75), hai solo in mente il termine popstar? Guarda che la musica non è solo il pop. Io credo che ad xfactor vince un artista non una popstar, la popstar la possono fare tutti, artista o musicista si nasce.
    Se è vero che hai 15 anni di esperienza e hai lavorato nelle radio di sicuro tu sei uno che qui in italia contribuisce ad appiattire i vari generi musicali. E per quanto riguarda Stefano, secondo te non può fare questo mestiere per via del fatto che è troppo fragile caratterialmente e non sarebbe in grado di affrontare i media e la stampa, Guarda che sono esistiti ed esistono personaggi simili nel mondo della musica, per esempio Tricarico, un artista molto sensibile e che hascritto canzoni bellissime. Purtroppo però in Italia non ci sarà più spazio per questi personaggi unici dato che il nostro paese è pieno di persone musicalmente povere come te.

    • Balle. Visita più spesso questo blog e vedrai che Emanuele è forse musicalmente molto più ricco di tanti esperti. E cmq NON fare di tutta l’erba un fascio, qui abbiamo parlato solo di Stefano. Da quando c’è lui x me X-Factor nn esiste + come talent che ha sfornato davvero talenti (Mengoni in primis).

  5. Ahahah, un gionalista, c’era da immaginarselo, i giornalisti non specializzati sanno scrivere solo buffonate e screditare la gente per cercare di vendere…

    • Giovanni, lei è espulso dal mio blog. Porti rispetto per la gente. Qui le diverse opinioni sono accettate ma rispettando la gente. Lei non lo ha fatto, ha riposto insultandomi. E questo non è accettabile. Qui dentro è passata molta gente, tantissima delle quali mi ha esposto le sue critiche, con garbo e stile. Io le ho accettate, ho ribattuto se del caso. Anche animosamente. Ma nessuno si è mai permesso di insultarmi, nè io lo ha fatto con gli utenti. Chieda pure a Ranma, l’utente qui sopra. Ora mi ha difeso, ma non di rado ci siamo scontrati. Così è successo con altri, chieda a Pointless Nostalgic, un altro utente. Detto questo, solamente per educazione le rispondo.
      1) Cosa devo vendere? Questo blog è gratis.
      2) Lei probabilmente non legge il blog. SE lei lo avesse letto, si sarebbe accorto di quanto questo blog sia lontano dall’appiattimento musicale, di come sia vicino invece a tutta quella musica che non passa nelle nostre radio. E’ facile giudicare leggendo un articolo solo.
      3) Le grandi radio (non quella dove lavoravo io) si sono appiattite perchè c’è gente che compra i dischi di Marco Carta o Valerio Scanu. Per esempio. Purtroppo.
      4) Mi spiace, ma non sono un giornalista specializzato. Sono un giornalista e basta.
      5) Il paragone con Tricarico non ha senso. Tricarico è timido, ma non ha un problema oggetttivo come Stefano. Non si mette a piangere se lo criticano, non si emoziona davanti ad un teatro durante un live al punto da steccare così tanto. Abbia pazienza.

  6. Emanuele, ma ti metti pure a discutere con gente simile? Tanto ormai…. ciccia. E’ fatta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: