Eurofestival 2011: L’Italia voterà nella seconda semifinale, San Marino in gara nella prima

E’ stato effettuato a Dusseldorf il sorteggio dell’edizione 2011 dell’Eurofestival. La prima sorpresa è stata la Slovacchia, che aveva annunciato il ritiro ed invece è stata regolarmente inserita nelle urne. La Ebu ha discusso a lungo su questa situazione ma alla fine ha deciso di accettare l’ennesimo ripensamento ed ammettere in gara gli slovacchi. Non sono state rese note le motivazioni del precedente ritiro e del perchè ci sia stato un ripensamento.

Le 38 nazioni semifinaliste (dunque l’evento sarà ricordato come record assoluto: 43 nazioni in gara, lo stesso numero di partecipanti del 2008) sono state divise in sei urne in base ai punti dati da ciascun paese ad un altro negli ultimi anni, dividendo il più possibile paesi con affinità geografiche, linguistiche o amicizie storiche. Le cinque “Big” hanno chiesto ed ottenuto di essere così divise: Italia, Francia e Germania nella prima semifinale; Spagna e Regno Unito nella seconda.

Dunque la Rai, oltre alla finale, avrà l’obbligo di trasmettere in diretta ed in chiaro, oltre alla finale del 14 maggio, anche la semifinale di giovedì 12, dove gli italiani, esattamente come nella finale, saranno chiamati a votare. Ricordiamo che all’Eurofestival il voto del pubblico vale il 50%, l’altro è rappresentato da una giuria che ciascun paese compone (5 personaggi che hanno a che fare col mondo della musica).

Continua a leggere

“My destiny”, Velvet si fa in due (normale e remix)

A volte capita. Capita che i remix siano migliori della versione originali. Cosa rara, almeno noi che abbiamo orecchio pop abbiamo spesso sentito snaturati brani nati in un certo modo e poi trasformati al ritmo di tunz tunz. In questo caso il processo ha dato il risultato inverso, perchè la versione originale di “My destiny” di Velvet, che trovate qui sotto, è molto meno bella del remix qui in alto, che è arrivato secondo agli Eurodance Web Awards 2011.

Trentacinque anni compiuti, Velvet (all’anagrafe Jenny Pettersson), è una esponente della dance pop svedese, anche se soltanto dal 2006 è in attività a livello discografico. “The queen” è il suo secondo album e “My destiny”, nella versione base era l’ultimo singolo. Che non è andato proprio benissimo (anzi, per niente). Il migliore dei sei singoli usciti è stato “Deja Vù“, che ha toccato il numero 2 dopo aver partecipato al Melodifestivalen.

Poi sono arrivati i remix e le cose sono andate meglio. Un pò di sano movimento ogni tanto ci vuole, se non altro per riscaldarci un pò da questo freddo inverno. E mentre l’ultima fatica risuona nelle discoteche europee, anche grazie al concorso ideato dall’italiano Boris Zuccon, lei ha anche appena inciso, insieme con PJ una cover diStereo love di Edward Maya & Vika Jigulina.

Eurofestival 2011. Liofredi: “Dopo Sanremo sceglieremo l’artista”. San Marino annuncerà il cantante il 3 febbraio

Mentre oggi pomeriggio saranno sorteggiate le due semifinali e dunque sapremo anche in quali l’Italia sarà chiamata  votare, con l’obbligo di trasmetterla in diretta (vi informeremo in tempo reale tramite il blog partner Eurofestival News), si vanno svelando i dettagli della partecipazione italiana al prossimo Eurofestival, in programma il 10, 12 e 14 maggio a Dusseldorf, in Germania. A renderne partecipi gli appassionati di musica è stato il direttore di Rai 2 Massimo Liofredi, promotore del ritorno in concorso dell’Italia, in una delle rare interviste concesse ai media durante la sua direzione.

Intervistato dal portale Davidemaggio.it, il direttore di Rai 2 ha parlato anche della rassegna continentale e del perchè si sia fatto promotore del ritorno italiano: “La musica è vita – ha spiegato Liofredi- Vengo da una famiglia in cui mio padre era cantore con Beniamino Gigli. C’era una cultura a 360 gradi che mi ha aiutato molto nella vita. Oggi spazio dalla lirica al rock, al pop. Mi nutro continuamente di musica. Anche per questo mi sono fatto promotore del progetto dopo che un alto dirigente Rai mi chiese cosa ne pensassi. Ne fui subito entusiasta “.

Sulla scelta dell’artista ha poi spiegato che bisognerà attendere la conclusione del Festival di Sanremo: “Se potessi scegliere personalmente manderei Marco Mengoni però ci sarà una commissione su Sanremo che sceglierà se mandare il vincitore del Festival o qualcun altro. E’ un bel ritorno di un grande evento internazionale che aveva una grande presa. Vorremmo riportare quel glamour”. Possiamo anticiparvi che a rappresentarci sarà quasi certamente un artista della Sony, che era originariamente parte del progetto che voleva presente la vincitrice di X Factor. I cantanti in gara a Sanremo della casa discografica sono 4: Nathalie, Anna Tatangelo, Giusy Ferreri e Tricarico. Resta in piedi come detto però anche Marco Mengoni.

A prescindere da tutto, Sanremo, intesa come città potrebbe anche essere coinvolta come sede del collegamento per l’annuncio dei voti italiani. La notizia si desume da quanto pubblicato dai media della riviera (segnatamente riviera24.it), secondo cui Sanremo avrebbe detto sì allo spostamento di sede degli Oscar tv, in cambio “di un coinvolgimento nel prossimo Eurofestival, forse con un collegamento“. Chi segue l’evento sa che l”unico collegamento possibile è quello per le votazioni. E dura 37 secondi.

Continua a leggere