“Kim tu jestem” di Justina Steczkowska (Polonia) vince l’Ogae Video Contest. Sesto Mengoni

Dopo lungo penare l’organizzazione russa ha fatto pervenire i risultati dell’ Ogae Video Contest, il concorso dei video musicali organizzato dall‘Ogae, l’organizzazione internazionale dei fan dell‘Eurofestival. Partecipavano all’edizione 2010 dodici video per altrettanti paesi, votati da ciascuno fra quelli usciti nell’anno solare, fra questi c’era anche quello dell’ Ogae Resto del Mondo, quest’anno rappresentato dall’Australia.

La vittoria, dopo tre anni di dominio russo è andata alla Polonia, per la precisione a “Kim tu jestem” di Justina Steczkowska, che ha battuto in volata “When love takes over” di David Guetta ft  Kelly Rowland (Francia) e “Perfect day” di Nikki (Olanda). Sesto “Credimi ancora” di Marco Mengoni, in rappresentanza dell’Italia, la cui giuria aveva messo al primo posto il video greco. Questa la classifica finale. e’ bene ricordare che ogni paese (ciascun club Ogae nazionale) non poteva votare per sè stesso e che si votavano i video, non le canzoni.

  1. POLONIA – Kim tu jestem/Justina Steczkowska 85 punti
  2. FRANCIA – When love takes over/David Guetta ft Kelly Rowland 84
  3. OLANDA – Perfect day/Nikki 83
  4. RUSSIA – Alarm/Sergeij Lazarev 77
  5. GRECIA – Dos mou ligo fos /Giorgos Alkaios 73
  6. ITALIA – Credimi ancora/Marco Mengoni 72
  7. RESTO DEL MONDO – On a mission /Gabriella Cilmi 67
  8. TURCHIA – Electric girl/Beduk 45
  9. MALTA – Me oh my/Carrie Haber 38
  10. LUSSEMBURGO – The Golden City/Eternal Tango 32
  11. MACEDONIA – Jos uvjek snajma da smo zajedno/Tose Proeski 28
  12. AUSTRIA – Pass it back/Velojet 12

 

“Contro i giganti”, il singolo degli Infrantimuri

Completiamo il giro delle canzoni semifinaliste di Sanremo Giovani che non sono approdate in finale, parlando di questo giovanissimo gruppo astigiano, gli Infrantimuri. Scelta coraggiosissima, quella della direzione artistica, di portare in semifinale una band che fa punk rock alternativo, sicuramente lontano dagli schemi sanremesi. E sicuramente non è un genere da grande pubblico.

Che infatti non li ha premiati, lasciandoli fuori dall’Ariston. “Contro i giganti” è il loro brano, edito dalla Fondazione Sonora, una etichetta indipendente. Ve lo facciamo ascoltare perchè comunque sono bravi, nel loro genere e rappresentano un elemento di rottura con la tradizione sanremese. E perchè sono in pratica esordienti, essendo nati nell’agosto scorso. La loro musica fonde il  rock con innesti elettronici trance e techno. Di nicchia, sicuramente. Ma comunque validi.