Eurovision Song Contest 2011: l’8 maggio esce “I can” dei Blue. Lena disco d’oro

La notizia, resa nota dall’entourage dei Blue, ha già mobilitato i fan. “I can”, la canzone che segna il ritorno della ex boyband inglese e che rappresenterà la Gran Bretagna al prossimo Eurovision Song Contest, sarà diffusa sul mercato digitale domenica 8 maggio, mentre il giorno dopo sarà disponibile su quello fisico. In entrambi casi è prevista l’uscita in tutta Europa. Dunque con ogni probabilità cominceremo a sentire il pezzo sui grandi network italiani qualche giorno prima. Saranno loro, molto probabilmente a fare da traino in Italia alla rassegna, che tornerà sui nostri schermi (12  e 14 maggio, mentre non trasmetteremo la semifinale del 10) dopo 13 anni di assenza.

E mentre il 7 marzo  è uscito l’altro brano favorito (insieme a quello dei Blue) per la vittoria finale, vale a dire “Sognu” di Amaury Vassili (Francia), si segnala l’uscita in questi giorni, sul mercato digitale “With love baby”,  la canzone acappella dei Witloof Bay, che rappresenteranno il Belgio. Le canzoni che sono già uscite, intanto, hanno già riscosso notevole successo. Il boom si avrà però nei giorni della rassegna e subito dopo.

  • Follia d’amore” – Raphael Gualazzi (Italia), 8.posto nelle charts come l’album “Reality and fantasy”, 1. posto nelle classifiche jazz per singolo e album. La versione internazionale dell’album è già uscita in Francia con la versione tutta inglese della canzone. La versione bilingue di “Madness of love” sarà inserita nell’album che uscirà su etichetta Sugar e distribuzione Universal durante l’Eurovision Song Contest.
  • Never alone” – 3JS (Olanda), 1. posto per la versione olandese “Je vecht nooit alleen” e per il singolo che comprende le due versioni.
  • Haba Haba” – Stella Mwangi (Norvegia), 1. posto
  • Popular”- Eric Saade (Svezia), 1. posto.
  • “New tomorrow” – A friend in London (Danimarca), 2. posto
  • “Coming home” – Sjonni’s Friends (Islanda). La versione originale “Aftur Heim”, incisa prima della morte dell’autore Sjonni Brink in lingua islandese ha toccato il 1.posto.
  • Taken by a stranger” – Lena (Germania), 2 posto in Germania, in classifica in Austria e Svizzera. L’album che la  contiene “Good News”, 1. posto in Germania, disco d’oro, 7. in Austria e 15. in Svizzera
  • Lipstick” – Jedwards (Irlanda), 2. posto (sic!)
  • “Ding Dong” – Dana International (Israele), 2. posto
  • “No one” – Maja Keuc (Slovenia). La versione in sloveno “Vanilija” è al 4. posto nella charts radiofonica dei singoli nazionali
  • “Rockfeller street”- Getter Jaani (Estonia), 4.posto
  • “Watch my dance”- Lukas Yorkas ft Stereo Mike (Grecia), 4. posto su I Tunes
  • “Celebrate” – Daria Kinzer (Croazia), 7. posto nella charts radiofonica dei singoli nazionali
  • “The secret is love” .- Nadine Beiler (Austria), 9. posto
  • What about my dreams?” – Kati Wolf (Ungheria), la versione in ungherese “Szerelet, mielt mulsz?” ha toccato il 9.posto nell’airplay. L’album che la contiene, la compilation dei suoi brani cantanti ad X Factor, “Az első X – 10 dal az élő showból”, è al 9.posto

Parte oggi la terza edizione dell’Eurovision Italia Web Contest: scegli tu la canzone eurofestivaliera preferita

Parte ufficialmente la terza edizione dell’Eurovision Italia Web Contest (2011), che da quest’anno sarà interamente ospitata sulle pagine di EurovisionItalia.com, sempre in partnership con EurofestivalNews.Com. Lo scopo naturalmente è quello di eleggere come ogni anno la miglior canzone fra le 43 partecipanti al prossimo Eurovision Song Contest (anzi, 42 perchè per ovvi motivi al contest non partecipa “Madness of love” di Raphael Gualazzi, che rappresenta l’Italia)

Le novità di questa edizione saranno due, La prima: come accade nella manifestazione ufficiale, ci sarà il voto dei giurati e quello telematico (abbiamo trasformato quello che è il televoto in ‘webvoto‘). Il voto dei cinque esperti sarà sommato (a parità di peso) con il voto dei navigatori, per dare vita alla classifica finale   che determinerà il vincitore del contest. Nelle prime due edizioni si imposero “La noche es para mi” di Soraya (Spagna) e “Satellite” di Lena (Germania). I cinque giurati esperti sono

  • Alessandra Zacchino (La Zac) di Radio 105
  • Daniele Pasquini di Davidemaggio.it
  • Raimondo Pugioni di Musicroom.it
  • Daniele Moretti, musicista, autore di “Et Cetera” (Irlanda 2009)
  • Cristina Giuntini, presidente di Ogae Italy, il fan club italiano

Tutti voi potete invece votare elettronicamente andando in questo link, dove trovate anche tutte le istruzioni per farlo. Le canzoni potrete  ascoltarle in versione integrale andando in questa pagina.

Continua a leggere

“Like I love you”, balliamo con R.I.O

Un pò di sano movimento, con uno dei progetti dance più interessanti  d’Europa. Si chiama  R.I.O. e viene dalla Germania. Nel  2007 tra Manuel ‘Manian’ Reuter e Yann Pfeiffer si sono messi in consolle facendosi accompagnare dal vocalist che è frontman del progetto.  Negli ultimi tempi il progetto musicale di Colonia è stato protagonista  anche nel film di Neri Parenti “Natale a Rio”, nella cui colonna sonora era compreso il successo “Shine On”, che li ha fatti conoscere in Europa, ora arrivano con questo singolo pronto per l’estate.

“Like I love you” nei Paesi Bassi è già una hit, mentre nel resto d’Europa sta scalando tutte le charts guadagnandosi le posizioni più alte. La versione italiana, appena uscita include in anteprima mondiale le versioni remix di Raf Marchesini, la “Radio frendly” e “100 % Dancefloor”. Un bel pezzo tutto da ballare, ogni tanto, decisamente fa bene muoversi un pò senza pensieri.

Eurovision Song Contest 2011- Le canzoni della seconda semifinale (e le altre tre Big 5)

Eccoci alla presentazione delle altri 19 canzoni che saranno impegnate nella prossima edizione dell‘Eurovision Song Contest. Sono le canzoni che vanno in scena il 12 maggio nella seconda semifinale, quella che sarà trasmessa dalla Rai e che vedrà impegnata nel voto anche l’Italia. In coda, la presentazione delle canzoni di altri tre paesi già finalisti (oltre all’Italia, trasmetteranno e voteranno anche Francia e Germania).  Passano in finale le prime 10 classificate con voto al 50% di giuria tecnica e pubblico da casa. CLICCANDO SUL TITOLO C’E’ IL BRANO

SECONDA SEMIFINALE (Giovedì 12 maggio, diretta Rai 5, Koper Capodistria, Eurovision.tv ore 21): Trasmettono e votano anche Francia, Germania e Italia

1) BOSNIA ERZEGOVINA/Dino Merlin- Love in rewind (inglese, bosniaco) La Bosnia cala l’asso mettendo in campo uno degli artisti più popolari nell’intero panorama slavo. L’esperienza si sente, è un pezzo di qualità e spessore. Si canticchia senza essere banale. Ben suonata, ben cantata. Grande armonia, sound avvolgente. Peccato canti per primo, davvero, perchè rischia di restarci schiacciato in mezzo. E non se lo merita. MESTIERE. VOTO 9.5

2) AUSTRIA/ Nadine Beiler – The secret is love (inglese) – C’era di meglio, nella finale nazionale. Lei è immensamente brava, ma la canzone è noiosissima, tradizionalissima. Canta per seconda, serve abbondante caffè. NIENTE DI NUOVO VOTO 6.5 (per la straordinaria voce)

3) PAESI BASSI/ 3JS – Never alone (inglese) -L’hanno voluta tradurre in inglese ed è un grave delitto, perchè avevano l’occasione di mostrare quanto ottimo pop si possa fare anche con la loro non proprio musicalissima lingua. Ma il pezzo resta fortissimo, molto radiofonico, molto contemporaneo. Anche qui si sente l’esperienza del gruppo. Finalmente, l’Olanda propone cose sensate. Merita la finale, può farcela. RADIO SONG . VOTO 9

4) BELGIO/ Witloof Bay- With love baby (inglese) – Loro cantano acappella e dunque TUTTA la ritmica è fatta col solo uso delle loro voci. Il pezzo è una perla di rara bellezza, davvero ed è stato ulteriormente migliorato in corsa. Anni di palestra sui palchi jazz di mezza Europa si fanno sentire. La proposta sicuramente più fuori dagli schemi della semifinale. MARZIANI. VOTO 9

5) SLOVACCHIA/ Twiins – I’m still alive (inglese)– Riproposizione del collaudato modello dell’est europeo “bonazze coscialunga  senza grandi doti canore”. Il pezzo è una roba normale, nel video c’è il gol di Vittek che ci ha sbattuto fuori dai Mondiali. Nella semifinale trasmessa in Italia, grande gusto.  NEL MUCCHIO. VOTO 6

6) UCRAINA/ Mika Newton- Angels (inglese) – Pezzo miglioratissimo strada facendo rispetto a quello che ha vinto la selezione: ha una base diversa che lo trasforma da noiosissima ballata a leggero elettropop. Forse era meglio tenere il russo e l’ucraino rispetto all’inglese, ma con questo arrangiamento il pezzo ha un senso.  E’ distante anni luce da quello che ha vinto le selezioni, ma visto quello che hanno combinato anche quest’anno, meglio soprassedere (il link all’articolo di spiegazione sta in questo post e poi in quest’altro). ATMOSFERA. VOTO 7

7)MOLDAVIA/ Zdob si Zdub- So Lucky (inglese) Un pò di rock annaffiato nel clarinetto (si passa dai concerti di piazza alla musica da club…) che darà una scossa alla serata. Bisognerà vedere però se alla band basteranno  i voti degli amici rumeni e di qualcuno qua e là per guadagnarsi la finale. Quest’anno è dura. Parecchio. MINE VAGANTI. VOTO 7

Continua a leggere

Eurovision Song Contest 2011: le canzoni della prima semifinale (e due Big 5)

Come ogni anno eccoci giunti all’appuntamento con la nostra personale (e soggettiva) valutazione delle canzoni in concorso al prossimo Eurovision Song Contest, che si svolgerà il 10, 12 e 14 maggio a Dusseldorf in Germania. Vi proponiamo i brani divisi per semifinali e in fondo alle due mettiamo – per motivi di spazio – i paesi direttamente finalisti chiamati a votare. Passano le prime 10, votazione mista televoto-giurie. CLICCANDO SUI TITOLI TROVATE IL BRANO

PRIMA SEMIFINALE (10 maggio, diretta San Marino RTV, RTSI Svizzera, Eurovision.tv ore 21):

1) POLONIA/ Magdalena Tul- Jestem (polacco): Ha resisitito alla tentazione dell’inglese, pur avendone inciso la versione anglofona per rispetto del pubblico. Elettropop di buon livello, più che altro però è lei che buca lo schermo. Anche troppo. COINVOLGENTE : VOTO 7.5

2) NORVEGIA/Stella Mwangi- Haba Haba (inglese, swahili): Si va bene, si canticchia, ma insomma. Lo Waka Waka un anno dopo, viva la fantasia. C’era in giro roba infinitamente meglio, ma del resto in Norvegia hanno già dato. Capacità vocali dell’artista, almeno a livello live, totalmente inesistenti. Canta per seconda, non è nemmeno così scontato l’esito. VOLEVO ESSERE SHAKIRA. VOTO 6.5

3) ALBANIA/Aurela Gace- Feel the passion (inglese, albanese): Con l’arrangiamento Made in Usa ha guadagnato in qualità, ma l’effetto è sempre quello di Anna Oxa all’ultimo Sanremo. E l’esito, probabilmente, il medesimo. SOFISTICATA. TROPPO. VOTO 6.5

4) ARMENIA/Emmy – Boom Boom (inglese) – Allegro disimpegno in salsa etno pop. Ma la versione iniziale aveva più ritmo nel ritornello. La canticchieremo senza dubbio, ma basteranno i voti amici? TORMENTONE: VOTO 8.5

5) TURCHIA/ Yuksek Sadakat – Live it up (inglese) – Un pò di sano rock, che ormai dopo i MaNga, la scia è tracciata. Si è vero, sembra un pò la roba dei Clash. Ma sono bravi e danno un sacco di carica.  La finale è scontata, il podio meno, ma ci girano attorno.  ENERGIA. VOTO 9

6) SERBIA/Nina- Caroban (serbo) – Segue il trend del momento, ma il suo pezzo deliziosamente vintage è una piccola perla preziosa. In una semifinale tiratissima, però rischia di perdersi nel mucchio. Loro fuori e la Norvegia dentro, sarebbe un gran peccato. Lei poi è graziosissima, il che non guasta. NINA ZILLIVIC. VOTO 8.5

Continua a leggere

“Burning flames” e “Sunny lovers”, la leggerezza di Denise

Raramente ci soffermiamo a proporvi artisti italiani che cantano in inglese. Ma in questo caso non potevamo esimerci, perchè Denise Galdo, in arte solo Denise, è davvero una delle cose migliori che il panorama giovane italiano offre. Salernitana, di chiare origini esotiche, 24 anni,  di lei oltrechè l’aspetto colpisce soprattutto la voce, certamente diversa da quelle che si sentono in giro.

“Burning flames”, che porta la sua firma, è l’ideale seguito di “Carol of wonders”, l’Ep di 4 brani uscito nel 2009 e che l’ha lanciata sulla scena musicale italiana (prima ancora aveva prodotto “Twee“, ma è con l’Ep precedente che si era segnalata ai media) . Come molti giovani artisti di oggi, cresce musicalmente attraverso varie influenza, che nella sua musica si fondono tutte, dando vita a sonorità davvero non convenzionali. Sopra trovate anche “Sunny lover”, l’altro suo brano uscito da non molto.

Tutto molto bello, tutto molto delicato e coinvolgente, lontano sicuramente anni luce dai canoni del prodotto commerciale, un indie pop di qualità. Ascoltate, da “Carol of wonders” il pezzo “Cuddy cloudy afternoon”, con annesso ritornello tormentone e con una melodia ricca di suoni che strizzano l’occhio al folk (vi siete accorti che ci sono anche strumenti giocattolo?). Chissà se la sentiremo mai cantare in italiano, ma questo è uno dei rari casi in cui l’artista ci piace moltissimo già così. Grande freschezza, grande leggerezza. Un bel talento.

Le classifiche di vendita della settimana (27/3/2011)

Si segnalano in questa settimana alcuni protagonisti. Anzitutto Adele, che è ancora prima con “Someone like you“, secondo singolo tratto dall’album “21” ma in Olanda è prima e seconda, piazzando davanti a “Rolling in the deep” il terzo singolo appena uscito “Set fire to the rain”. Tiene ancora Jennifer Lopez mentre ripassa al comando in più parti d’Europa l’italoamericana Jennifer Lopez

Classifica praticamente cristallizzata su Sanremo in Italia, dove non si muove quasi niente da un mese, mentre in Francia si affaccia al secondo posto, dietro Colonel Reyel, anche la rumena Inna. In chiave album, debutto direttamente in vetta per i catalani Manel in Spagna, mentre il progetto benefico Les Enfoirés conquista il primo posto anche in Svizzera. Sotto, tutti i numeri uno, sopra, riascoltiamo “Arriverà” di Emma e i Modà, che rappresenterà l’Italia all’Ogae second chance contest.

SINGOLI
AUSTRIA: Born this way – Lady Gaga
BELGIO: On the floor – Jennifer Lopez ft Pitbull
BULGARIA: Born this way – Lady Gaga
CROAZIA:Born this way – Lady Gaga(airplay)
DANIMARCA: Mod solnedgangen – Nik & Jay(airplay)
FINLANDIA: On the floor- Jennifer Lopez ft Pitbull
FRANCIA: Celui – Colonel Reyel
GERMANIA: Born this way – Lady Gaga
GRAN BRETAGNA: Don’t hold your breath – Nicole Scherzinger
GRECIA: On the floor – Jennifer Lopez ft Pitbull
IRLANDA:  Someone like you – Adele
ISLANDA:  Isabella- Bubbi Mortens
ITALIA: Arriverà- Modà & Emma
LUSSEMBURGO: Schatzi Schenk mir mit ein foto – Mickie Krause ft Hofti
NORVEGIA: On the floor- Jennifer Lopez
OLANDA: Set fire to the rain – Adele
POLONIA:  Grenade -Bruno Mars (airplay)
PORTOGALLO:Loca – Shakira ft Dizzee Rascal  (airplay)
REPUBBLICA CECA: Barbra Streisand – Duck Sauce
ROMANIA: Loca – Shakira ft Dizzee Rascal (airplay)
RUSSIA – Provans – Elka
SLOVENIA- La da di dej – April (nazionali) Born This Way – Lady Gaga (internazionali)
SLOVACCHIA –On the floor – Jennifer Lopez
SPAGNA: On the floor – Jennifer Lopez
SVEZIA: Popular – Eric Saade
SVIZZERA: Grenade – Bruno Mars
UNGHERIA: Born this way – Lady Gaga
ALBUM:
AUSTRIA: Seine größten Erfolge und mehr – Peter Alexander
BELGIO: Selah Sue – Selah Sue
DANIMARCA: Libertiner – L.O.C.
FINLANDIA: Sensory overdrive- Micheal Monroe
FRANCIA: Dans l’oelis des enfoirés 2011- Le enfoirés
GERMANIA: Rise against – Endgame
GRAN BRETAGNA: 21 – Adele
GRECIA: Goodbye Lullaby – Avril Lavigne
IRLANDA: 21 – Adele
ISLANDA: Kimabwe -Retro Stefson
ITALIA: Viva i romantici – Modà
NORVEGIA: Epic scrar Metal – BigBang
OLANDA: 21- Adele
POLONIA: Jak Tam Jest – Seweryn Krajewski
PORTOGALLO: Aurea – Aurea
REPUBBLICA CECA: Banditi di Praga – Kabat
SLOVENIA: 21- Adele
SPAGNA: 10 milles per veure una bona armadura – Manel
SVEZIA: Rock’n roll is king – The Playtones
SVIZZERA:Dans l’oelis des enfoirés 2011- Le enfoirés
UNGHERIA: Az lesz a Gyotesz – Ossian

“I don’t wanna miss you” di Catalin Josan, il nuovo fenomeno del pop d’autore arriva dalla Moldavia

Catalin Josan. Segnatevi il nome di questo ragazzo perchè presto ne risentiremo parlare a grossi livelli. Ha 24 anni ed è nato a Chisinau, in Moldavia e in patria ed in Romania è già una stara assoluta. “I don’t wanna miss you” è il suo nuovo singolo e sarà molto probabilmente uno dei pezzi più suonati nelle radio d’Europa questa estate. Accompagna il secondo album, che uscirà anche in Italia. Qui c’è il video ufficiale, che non ci fanno importare.

Lanciato nel 2006 da Megastar, la versione rumena di Pop Idol, da dove è uscito vincitore, ha preso parte a tre edizioni delle selezioni rumene per l’Eurovision Song Contest (qui c’è “Round Around” presentata nel 2010) . Ma il vero successo l’ha avuto firmando la colonna sonora della versione rumena di High School Musical. E ora questo cantautore di ottimo spessore si prepara allo sbarco in Europa, con questa canzone pop molto d’impatto che mette in risalto una voce particolarissima

“Broken Angel” e “Glorious”, riecco Arash

Arash è uno dei personaggi più popolari della scen etnopop europea. Ormai svedese d’adozione e residente negli States, è nato in Iran e due anni fa l’abbiamo visto sul palco dell’ Eurovision Song Contest a rappresentare l‘Azerbaigian insieme ad Aysel con la bellissima “Always“. Le sue specialità sono il mix fra il pop ed il sound caldo della sua terra, le collaborazioni importanti e la grande vocazione per l’uso del persiano nelle sue canzoni.

Ne avevamo parlato in occasione dell’uscita in tutta Europa prima del tormentone “Suddenly” e poi di “Pure love“, che hanno fatto da traino all’album “Donya“. Adesso è uscito il singolo”Broken Angel”, dove esattamente come in “Pure love” si esibisce con Helena Josefsson, che stavolta compare anche nel video (nell’altro al suo posto c’era Veronique Puglia). Un bel pezzo, molto caldo, avvolgente, come nello stile di Arash.

Contemporaneamente è uscito “Glorious“, meno bello, più dance ma  altrettanto celebre in Europa (almeno in quella coinvolta nell’evento) per il fatto di essere stato l’inno ufficiale dei campionati mondiali di pallamano che sono stati ospitati proprio dalla Svezia. L’album è in lavorazione e i due singoli ne faranno parte: la curiosità sta nel capire chi ci sarà con lui nel disco: in passato hanno cantato con Arash anche Rebecca Zadig, Shaggy, Lumidee e la danese pakistana Aneela Mirza.

“A far l’amore”, Bob Sinclar coverizza Raffaella Carrà

Amici preparatevi, perchè questa sarà la canzone che balleremo quest’estate, senza ombra di dubbio. Dance e ritmo latino insieme, anni 70 e tempi moderni nello stesso tempo. E’l’ultima idea di Monsieur Christophe Le Friant, in arte Bob Sinclar, uno dei padroni assoluti della dance crossover mondiale.  Ed è destinata ad aver un successo mostruoso da noi, perchè si chiama “A far l’amore” e non è altro che un campionamento in chiave dance di un vecchio brano di Raffaella Carrà.

Il motivo è naturalmente “A far l’amore comincia tu”, del 1976, ebbe un successo planetario e fu tradotto anche in tedesco (Liebelei),  inglese (Do it do it again), francese (Puisque tu l’aimes dis-le lui) e spagnolo (En el amor todo es empezar). In Italia fu inserito nell’album “Fiesta Fiesta Fiesta” dello stesso anno. La showgirl bolognese compare nella versione campionata dal dj francese, cosa con ogni probabilità contribuirà al successo del pezzo. Aspettiamo il video, ma il tormentone estivo è comunque già servito.