“Mine and yours”, la cassiera Mary Byrne conquista l’Irlanda (cantando anche Umberto Bindi)

Ha 52 anni viene da un sobborgo di Dublino e fa (o meglio, faceva) la cassiera  in un supermercato. Mary Byrne l’hanno già soprannominata la nuova Susan Boyle, per la stazza e per la grande voce.  Ed è un fenomeno assoluto. E’ stata una delle finaliste (quinta classificata) dell’ultima edizione di X Factor Uk e sta girando il Regno Unito in tour con tutto il gruppo dei compagni d’avventura. E adesso si gode  un incredibile risultato, il primo posto nella classifica degli album.

“Mine and yours” di cui trovate qui il singolo “I just call you mine” è entrato in classifica direttamente al primo posto in Irlanda, scalzando Adele e promette di restarci a lungo, anche perchè la voce di questa donna, che tre anni fa aveva vinto un contest in lingua irlandese (Nollaing N.1) andato in onda sulla tv pubblica nella lingua gaelica, è davvero incredibile, particolarissima. Lontana dal pop ma nemmeno lirica. Forse un pò da “classici” ma veramente bella. E nel Regno Unito è al numero 6. Il cd contiene l’inedito e diverse cover, fra gli altri di Beatles, Dusty Springfield, James Brown, U2, Westlife, Umberto Bindi (la versione inglese de “Il mio mondo“).

Eurovision Song Contest 2011- I protagonisti/6: Anna Rossinelli (Svizzera), Nadine Beiler (Austria), Jedward (Irlanda)

Sesto appuntamento con il nostro viaggio alla scoperta dei cantanti che si esibiranno al prossimo Eurovision Song Contest, in programma il 10, 12 e 14 maggio a Dusseldorf. Tocca a Svizzera, Austria e Irlanda

Svizzera- Anna Rossinelli “In love for a while” (lingua: inglese)

La canzoncina di Anna Rossinelli, che ha vinto la selezione svizzera, promette di essere uno dei tormentoni della rassegna e di questa estate. Fresca, delicata, mescola il jazz al pop e si ascolta che è un piacere. Anna Rossinelli, 24 anni, di Basilea si presenta in gara accompagnata dai due musicisti che vedete nel video e che insieme a lei cotituiscono la band degli Anne Claire. Il singolo rappresenta l’esordio discografico della cantante e l’album uscirà in inverno, probabilmente col nome della band, perchè dopo l’Eurovision Song Contest, lei tornerà ad esibirsi col nome del gruppo. La storia della sua partecipazione è in questa intervista di Eurofestival News.

La Svizzera è stato il primo paese ad ospitare, nel 1957, l’Eurofestival ed anche a vincerlo, con Lys Assia. Una seconda volta, si impose nel 1988 quando si fece rappresentare dalla canadese Cèline Dion e il brano “Ne partez sans moi”. Diverse volte il paese è stato rappresentato da italiani: due volte Paola Del Medico, una a testa Franca Di Rienzo, Gianni Mascolo, Duilio (“Sto pregando“, 1994) e l’italo-svizzero Paolo Meneguzzi (“Era stupendo”, 2008). Al Bano fece il “corista” per Jane Bogaert nel 2000. Per gli elvetici anche tre secondi posti e tre terzi posti, ma non fa un risultato nei 10 dal 2005 quando le Vanilla Ninja chiusero ottave.

Continua a leggere