“Hey (Nah Neh Nah)”, Milk & Sugar remixano i Vaya con Dios

Quella dei remix e dell’abuso di sample e campionamenti sembra essere una moda.  Vuoi fare un disco di successo? Prendi un vecchio pezzo, lo rimescoli mettendoci sopra una base dance e il gioco è fatto: ultimi esempi, i Duck Sauce con Barbra Streisand (l’originale è  “Gotta go home” dei Boney M, pieni anni’70), Bob Sinclar che ha fatto ricantare alla Carrà “A far l’amore comincia tu“, i Black Eyed Peas che in “The time” usano la colonna sonora di Dirty Dancing e ““On the floor” di Jennifer Lopez e Pitbull, in testa anche allo nostre charts, che comprende un sample della “Lambada” dei Kaoma.

Ebbene, un altro pezzo tutto europeo basato un vecchio motivo sta sfondando nelle charts (è già nella top 10 in Germania, ma sta arrivando anche da noi): si tratta di “Hey (Nah neh nah)“. L’operazione è dei dj tedeschi Milk & Sugar che hanno remixato appunto l’omonimo brano del 1990 dei belgi Vaya con Dios, la cui cantante Dani Klein compare anche nel video (anche questo è ripreso da quello originale)

L’originale, che trovate nel link, è una delle melodie jazz pop più famose al mondo, usata in spot, sigle e jingle, che ebbe un ottimo successo entrando in classifica in 15 paesi, in metà dei quali si guadagnò anche la top ten. Il remix è destinato a diventare un grandissimo tormentone. Della serie: ti piace vincere facile…

Eurovision Song Contest 2011- I protagonisti/10: Emmy (Armenia), Ell & Nikki (Azerbaigian), Eldrine (Georgia)

Decimo  appuntamento con gli artisti che prenderanno parte al prossimo Eurovision Song Contest, in programma dal 10 al 14 maggio prossimi a Dusseldorf in Germania. Tocca ad Armenia, Azerbaigian e Georgia.

Armenia – Emmy “Boom Boom” (lingua: inglese)

Una selezione con quattro canzoni per scegliere quella che avrebbe cantato Emma Benayan, in arte  Emmy, designata a suo tempo internamente. Così l’Armenia ha scelto il suo brano, portando in concorso questo tormentone che divide molto il pubblico europeo. La cantante e produttrice armena, molto popolare in patria,  ha anche una ottima carriera in tutti gli stati ex sovietici e in generale nell’est europeo.

Cinque partecipazioni e sempre ottimi riscontri per l’Armenia, con l’apice del quarto posto del 2008 con “Qele qele” di Sirusho, la più popolare cantante del paese caucasico. Mai sotto il decimo posto, l’anno scorso ha chiuso settima con la delicata ballata etnica “Apricot stone” di Eva Rivas.

Continua a leggere