Prima semifinale dell’Eurovision Song Contest 2011, la rivincita dei ritornelli e delle belle canzoni

Bentornata Italia, dove siete stati negli ultimi 14 anni?“. Le parole di Judith Rakers sono suonate forti, alla Esprit Arena di Dusseldorf e quando è stato pronunciato il nome del nostro paese i 35 mila dello stadio sono esplosi in un applauso fragoroso. L‘Eurovision Song Contest 2011, è cominciato nel segno del nostro paese, anche se l’Italia tornerà a trasmetterlo solo giovedì e in concorso soltanto sabato. L’altra Italia, quella sotto il bicolore di San Marino ha impressionato positivamente, ma a Senit non è bastato inanellare la miglior performance della serata, unita al pezzo più genuinamente radiofonico. L’Europa le ha preferito la ballata lagnosa ma eseguita in maniera magistrale della soprano lituana Evelina Sasenko, lasciando il Titano di nuovo fuori dalla finale ingiustamente, così come avvenne per i Miodio nel 2008. (i qualificati e gli esclusi li trovate in questo post).

LEZIONE DI STILE – E’una prima semifinale che dà ancora una volta una lezione a tutti quelli che pensano alla rassegna come alla fiera del trash. Esclusione di Senit a parte, sono state premiate canzoni ed interpretazioni belle e senza fronzoli. Ragazze e ragazzi normali con canzoni di semplice costruzione e da fischiettare la mattina per mettersi di buon umore, come “In love for a while” di Anna Rossinelli che riporta la Svizzera in finale dopo 5 anni: bella voce, bella armonia, strumenti inconsueti, abito elegante ma sobrio, bella faccia da ragazza della porta accanto. La gente ascolta, gradisce, batte le mani a tempo durante la sua esibizione. Attenzione, sarà la sorpresa della finale. O come “Da Da Dam” di Paradise Oskar, minimale, non urlata. O come le armonie solari e delicate  di “Coming home” dei Sjonni’s Friends (Islanda), che qualche cronista solone ha definito macabri senza neanche fare lo sforzo di sentirli solo perchè onorano l’amico scomparso, oltretutto con un pezzo tutt’altro che triste. La presenza della vedova di Sjonni Brink, nonchè autrice del testo inglese del brano, alla conferenza stampa di fine serata, è stata l’ideale prosecuzione della performance in sua memoria (ne abbiamo parlato qui).

BARACCONI SBARACCATI – Riascolteremo le delicate atmosfere retrò di “Caroban“, della serba Nina, il sano schlager dell’unghesese Kati Wolf, l’algida ma radiofonicissima canzone di fabbricazione svedese degli azeri Ell & Nikki e anche il rock genuino dei georgiani Eldrine, qualificatosi a spese di quello più annaffiato nel pop dei turchi Yuksek Sadakat, primi artisti del loro paese a non centrare la finale, anche questo è un record.  Tutti brani meritevoli del passaggio del turno

Meno voti di prossimità, meno potere allo spettacolo a  tutto vantaggio della buona musica: un trend che può fare solo bene alla rassegna, come le eliminazioni delle stonatissime coscialunga Magdalena Tul (Polonia), Emmy (Armenia) e Stella Mwangi (Norvegia), dell’inascoltabile brano maltese e delle caricature musicali in salsa politica del Portogallo. Dispiace un pò per la dance anni’80 della croata Daria Kinzer, ma in una semifinale tiratissima ci può stare. Era dura in partenza invece, per la sofisticatissima canzone albanese, eseguita con stile ma troppo complessa per attirare un pubblico più commerciale.

CLONI IN CANOTTA – E pazienza se in tutto questo ci resta da pagare il pegno del passaggio del turno della Grecia, con un improbabile  mashup fra rock e sirtaki e del brano di plastica griffato RedOne della Russia, il cui cantante Alexeij Vorobyov sul palco ammicca, bacia le ragazze in prima fila e fa le mossette come  i suoi colleghi americani di quart’ordine a cui vorrebbe ispirarsi. Ma del resto, da uno che posa nudo sui giornalini per adolescenti puoi aspettarti anche questo. Compreso che si presenti – come ha fatto – in conferenza stampa, davanti ai giornalisti di mezzo mondo, in canottiera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: