“Uan”, le Formiche nell’orto ci riportano ad un mito degli anni’80

Quelli della mia generazione si ricorderanno senz’altro del pupazzo rosa peloso dalle sembianze di un cane che è stato a lungo il simbolo di Italia Uno e della trasmissione Bim Bum Bam. Il riferimento è al mitico “Uan”. Un personaggio che con la voce di Giancarlo Muratori ha segnato la storia della televisione commerciale e di tanti bambini degli anni’80 e ’90. Ebbene, l’ironia di un quintetto lucchese ce lo riporta alla memoria nientemeno che con una canzone a lui dedicata. Con tanto di pupazzone “umano” nel video.

Loro si chiamano Formiche nell’orto e da 15 anni fanno musica pop rock annaffiata dentro fiumi di ironia. Basta guardare il loro ultimo album che si intitola “L’insostenibile leggerezza dell’etere” (prodotto dalla etichetta indipendente toscana Anna The Granny), per rendersene conto. “Uan” è la loro canzone, che ha permesso, proprio per il suo tono ironico ed originale, di essere scelta fra quelle di MTV New Generation, la vetrina dei giovani talenti, una delle poche cose positive dell’emittente musicale internazionale. Anche le loro altre produzioni erano sullo stesso taglio. Ascoltate, per esempio “Ricotta meccanica“, tracktitle del precedente lavoro. Molto bravi, finalmente qualcosa di originale ed energetico allo stesso tempo.