Una canzone per l’estate 2011: Ania Gogola e il suo ritornello…

Il problema di certi talent show è che in Europa sanno come scegliere gli artisti, in Italia invece si raschia se possibile il fondo del barile.  Anna Gogola è giovanissima e due anni fa ha partecipato alla versione polacca di “‘ ‘s got Talent”, che da quelle parti è diventata “Poland ‘s got talent” o meglio “Polska Mam Talent”, trasmesso dall’emittente privata TVN. E si è messa talmente in luce da guadagnarsi un posto nella finale di selezione per l’Eurofestival del suo paese.

“Ktos taky jak ty” (Qualcuno come te) ha già qualche mese ma ve lo proponiamo perchè secondo noi ha le carte in regola per essere un motivetto per l’estate grazie al suo fischiettabilissimo ritornello. Ed al suo sound deliziosamente anni 90. E la canzone, fra l’altro rappresenterà la Polonia al “Second Chance contest”, il concorso virtuale indetto da Ogae l’organizzazione dei fan dell’Eurofestival. Come dite? Il discorso che facevamo all’inizio? Ah si, da noi lo stesso concorso ha lanciato gli Angels Prut…

Fra un mese lo Sziget Festival: tanti europei in cartellone, ci sono anche i Verdena

Fra un mese e poco più, per la precisione dall’ 8 al 15 agosto, torna l’edizione 2011 dello Sziget Festival, in più grande festival rock ed alternativo del mondo. L’evento si svolge ogni anno sull’isola di Obuda, in Ungheria. Tutti coloro che intendessero acquistare un biglietto possono farlo a questo link. Ma fino a domani c’è ancora attivo un concorso per vincere un abbonamento per i prossimi anni alla rassegna. Andate qui. In generale, tutto quello che c’è da sapere sulla rassegna, sull’Ungheria, su Budapest e sulla logistica, lo trovate invece qui.

Venendo al programma 2011, ce n’è per tutti i giusti. Nei 7 giorni di musica si possono ascoltare artisti da tutto il mondo e per tutte le sonorità. L’Italia è rappresentata dai Verdena, storica band rock, in programma nel cartellone tutto Europeo.  Che comprende anche Ayo (Francia), i belgi Triggerfinger e Wallace Vanborn, i tedeschi Sohne Mannheims, vere e proprie icone rock nel mondo germanofono, la spagnola La Shika, gli austriaci Dorian Concept e Francis International Airport, gli inglesi Hudoson Moahawke,  Elvis Jackson (Slovenia), For a Minor Reflection (Islanda), Gravity.co (Bulgaria), Ismo Alanko & Teho (Finlandia), Puding Pani Elvisovej (Slovacchia), Skyline (Repubblica Ceca) e The Mono Jaks (Romania).

Diversi anche gli artisti europei negli altri cartelloni. Tra i più noti troviamo Gotan Prokect, Ben L’Oncle Soul (Francia), Goran Bregovic & Wedding & Funeral Band (Serbia),  Dizzee Rascal, Kate Nash, The Prodigy, Chemical Brothers, Marina & The Diamonds, Skunk Anansie, Judas Priest e Manic Street Preachers (Gran Bretagna), Sonata Arctica (Finlandia), Ojos de Brujo (Spagna), la belga Selah Sue, grande protagonista della scena indie internazionale e i portoghesi Buraka Som Sistema, rivelazione della musica elettronica e dance. Ha dato invece forfait Amy Wynehouse.