“Nur noch kurz die welt retten”, il fenomeno Tim Bendzko

Il pezzo non è esattamente di quelli che vanno giù subito, anzi, ha bisogno di un riascolto, però la qualità è ottima e lui a 26 anni, all’esordio discografico, sta avendo ottimi riscontri. Tim Bendzko ha già tante storie davanti. Un inizio di carriera come calciatore con la Union di Berlino, la squadra della parte Est la sua città natale e gli studi di teologia evangelica e delle religioni non cristiane.

Contemporaneamente, porta avanti la passione per la musica e a soli 16 anni vince un concorso per giovani talenti. Da poco è uscito il primo album “Wenn worte meine sprachen waren”, accompagnato da questo singolo “Nur noch kurz die welt retten”. Entrambi stanno andando benissimo in Germania e sono entrati  in classifica anche in Austria e Svizzera. Molto sofisticato, ma ne risentiremo parlare.

Stasera la prima delle tre serate del Premio Lunezia 2011: ecco i finalisti

Stasera  in piazza Menconi a Marina di Carrara torna l’appuntamento con il Premio Lunezia,  un appuntamento della cultura musicale italiana unico nel suo genere. Nato nel 1996 da una idea del suo patron Stefano De Martino, fonda il proprio operato sul concetto di musical-letterarietà della canzone, tesi oggi sottoscritta da molti intellettuali e critici musicali. Per questo una giuria di esperti sceglierà il migliore fra tutti i prodotti usciti nell’anno solare.

Grande attenzione poi, per la sezione Nuove Proposte, composta da quattro sezioni: Band, Cantautori, Autori di testo e Musicare i poeti, quest’ultima è dedicata quest’anno a Pierpaolo Pasolini. Questi i nomi e i brani dei 9 finalisti delle sezioni “Band” e “Cantautori” selezionati che si esibiranno nelle serate finali, affiancati da big della musica italiana. La giuria che assegnerà i premi è formata da   giornalisti, discografici e direttori artistici radiofonici) e per il vincitore ci sarà l’onore della produzione del singolo.

  • Emanuele Barbati, “Scacco Matto”
  • Charlotte, “A fior di pelle”
  • Verdì, “Fu famosa”
  • Bebbo Gentile, “Non penso che sia la frequenza”
  • Ernesto Marciante, “Nonostante la notte”
  • Luigi Mariano, “Asincrono”
  • Maya, “Sono allergico alla polvere”
  • Beppe Stanco, “Foggia città di provincia”
  • Lorenzo Vizzini, “Disegni”