“The worst thing”, l’italo-americana Lucya Russo spopola nelle radio

Un’altra giovane italo-americana sbarca sul mercato nazionale. Avevamo parlato tempo fa di Veronica Aslinn, ora ecco Lucya Russo, all’anagrafe Lucia Teresa Russo. Nata nel Bronx 22 anni fa, a 12 si e’ trasferita nel paese dei genitori, Siano (Salerno). Tornata a New York a 19 anni per studiare e tentare la fortuna, un anno dopo e’ stata richiamata in patria dal padre, che nel frattempo aveva trovato una casa discografica disposta a credere in lei. E’la piccola Rossoaltramonto, che l’ha lanciata l’estate scorsa con “Wake me up“.

Adesso arriva il bel rock di “The worst thing“, firmato da lei per il testo e da Marco Palmosi per la musica, che sta girando abbastanza bene nelle radio e che anticipa l’Ep che dovrebbe uscire a Marzo, preceduto da un terzo singolo, probabilmente ancora in inglese. Sogna Sanremo e due anni fa ci provò anche, alle selezioni dei giovani, con un brano scritto da Giancarlo Bigazzi e Marco Falagiani, “Che delusione sei”. Il pezzo è decisamente interessante, l’artista anche.