“La mia valigia” e “Squalo”, singoli da “Grande Nazione”: i Litfiba tornano in vetta

Appena uscito, l’album “Grande Nazione” è entrato in classifica direttamente al primo posto. Piero Pelù e Ghigo Renzulli, alias Litfiba, al primo album di inediti dopo la reunion e il live dello scorso anno “Stato libero di Litfiba”, sono un pò come il vino: più invecchiano e più migliorano. Anche quelle trasgressioni che avevano caratterizzato la prima fase del gruppo, sembrano rimpiazzata da testi sempre di spessore e non banali ma più intensi.

Cambia la formazione, non cambia il successo, i due singoli che hanno accompagnato l’uscita del nuovo album hanno entrambi conquistato le radio e le platee: sicuramente meno immediati rispetto ai successi storici e degli inediti del precedente lavoro “Barcollo” e “Sole nero” (ed anche dei brani da solista di Pelù), ma di livello eccelso. Rock allo stato puro: sopra c’è “La mia valigia“, qui invece c’è “Squalo“. Dieci tracce inedite a tutta adrenalina e un affetto da parte dei fan decisamente immutato.

Come è nostra consuetudine, non ci soffermiamo su tutte le tracce dei lavori dei big del nostro mercato, però altre due tracce  meritano di essere ascoltata:  “Fiesta tosta” e “Anarcoide”. Si, i Litfiba sono tornati. E nonostante gli anni, sono quelli di sempre. A cominciare dalla copertina fuori dagli schemi, che riproduce i due leader in forma di scheletro. Decisamente originale