“Dimenticami” e “Vivi e lascia vivere”, riecco i Ghost (col nuovo album)

Quindici anni di carriera, centinaia di live alle spalle. Un album registrato dal vivo, nel quale sono raccolti tutti i loro successi, che come singoli hanno quasi tutti raggiunto la top ten della classifica di I Tunes. Sono i Ghost, dei quali avevamo parlato in occasione dell’exploit de “La vita è uno specchio“, e che adesso tornano con “Dimenticami“.

Sull’onda del premio vinto agli Wind Music Awards (il disco d’oro, per aver superato le 15mila copie), il duo romano composto dai fratelli Alex ed Enrico Magistri dunque ritenta la scalata anche alla charts ufficiale e intanto fa uscire il nuovo lavoro “La vita è uno specchio“, del quale fa parte anche il singolo precedente, “Vivi e lascia vivere”, che ha raggiunto la posizione 10 su I Tunes.

“Mama do the hump”, divertimento coi Rizzle Kicks

Dei Rizzle Kicks, giovane duo hip hop inglese al primo album, avevamo parlato poco tempo fa relativamente alla loro partecipazione nel brano di Olly Murs “Heart skips a beat”.  Adesso ne torniamo a parlare perchè in questi giorni sta girando nelle radio britanniche un gran bel pezzo dal titolo “Mama do the hump“. Si tratta del quinto singolo estratto da “Stereo Typical”.

Un brano che come spesso capita in questo settore, strizza l’occhio al crossover, un allegro divertissement che vede nel video, fra l’altro mettersi in gioco entrambi i genitori di ciascuno dei due componenti dei Rizzle Kicks. La canzone è prodotta nientemeno che da Fatboy Slim, un grande esponente dl funky e trip hop inglese degli anni ’90. L’album ha vinto il disco d’oro, i singoli sono andati meno bene, ma questo attualmente è al numero 3 delle charts di I Tunes.

Fresche cover “eurovisive”: Morgan canta Endrigo, Dana Angi rifà Patricia Kaas

Tempo fa avevamo messo in evidenza la cover che gli Scooter avevano realizzato de “L’amour est bleu” di Vicky Leandros, coninvolgendo l’artista greca che ha ricantato il ritornello. E il nostro blog partner Eurofestival News aveva sottolineato la versione italo-partenopea di “Always” realizzata da Luca De Vivo e Teresa Langella ex Uomini e Donne. Torniamo a parlare di cover di brani dell’Eurovision Song Contest perchè sono uscite altre due produzioni interessanti.

In questi giorni è infatti in uscita “Italian Songbook II”, il nuovo lavoro di Morgan, il secondo di cover, che completa il progetto dell’anno scorso. Nuove versioni di vecchi successi italiani con cui l’artista brianzolo omaggia i grandi cantautori e musicisti del nostro paese. E il primo singolo è nientemeno che “Marianne”, brano poco noto di Sergio Endrigo, con cui l’istriano rappresentò l’Italia al concorso europeo alla Royal Festival Hall di Londra nel 1968, chiudendo al decimo posto. Una bella versione che riporta alla memoria un pezzo meraviglioso in parte un pò perso nella memoria. Ma non è finita qui.

L’annuncio della sua partecipazione a Sanremo fra i giovani  con “Incognita poesia” ha infatti portato alla ribalta Giordana “Dana” Angi, classe 1994, nata in Francia ma residente ad Aprilia in provincia di Latina. La sua passione per la musica francese l’ha portata a realizzare una sua versione di un pezzo pienamente inserito in questo genere come “Et’ s’il fallait le faire“, che Patricia Kaas portò in concorso nel 2009 sul palco di Mosca. La canzone per ora non è incisa in alcun  lavoro, c’è un demo sul suo canale youtube. Ma tanto basta per farci apprezzare la sua vocalità. Diversa da quella della francese ma ugualmente  molto bella.

Le classifiche di vendita in Europa (22/1/2012)

 

Classifiche di vendita un pò monocordi, con due protagonisti assoluti, vale a dire il solito brasiliano Michel Telò con la sua personale cover (perchè di cover trattasi) del brano “Ai se eu te pego”, che ormai spopola dappertutto ed è ritornata in testa anche in Italia e poi Adele, il cui album “21” ha formato una vera e propria landslide attorno a sè, dominando tutta l’Europa. E la cantante inglese ha anche alcuni singoli in testa (fra l’altro è tornato anche Rolling in the deep..). Ecco tutti i numeri uno. Sopra, “Levels” dello svedese Avicii.

SINGOLI
  • AUSTRIA:   Somebody that I used to know – Gotye ft Kimbra
  • BELGIO:   Ai se eu te pego – Michel Telò (Fiandre) /   Je l’aime a mourir- Shakira (Vallonia)
  • BULGARIA: I ti ne mozhesh da me spresh – Miro & Krisko Divna
  • CROAZIA: Dat cenam bog – Nina Badric (nazionali) / Video Games – Lana del Rey internazionali)
  • DANIMARCA: City Boy – Donkeyboy
  • FINLANDIA: Rolling in the deep – Adele
  • FRANCIA: Ca ira mon amour – Rod Janois
  • GERMANIA: Somebody that I used to know – Gotye ft Kimbra
  • GRAN BRETAGNA:Domino – Jessie J
  • GRECIA: You will  never know – Imany
  • IRLANDA:Domino-Jessie J
  • ISLANDA: Somebody that I used to know – Gotye ft Kimbra
  • ITALIA: Ai se eu te pego – Michel Telò
  • LUSSEMBURGO:Ai se eu te pego – Michel Telò
  • NORVEGIA:  City Boy – Donkeyboy
  • OLANDA:  Ai se eu te pego – Michel Telò
  • POLONIA: Someone like you- Adele
  • PORTOGALLO: Ai se eu te pego – Michel Telò
  • REPUBBLICA CEA: Srouby a matice – Mandrage
  • ROMANIA: I follow rivers- Lykke Li
  • RUSSIA:  Vishe – Nyusha
  • SLOVACCHIA: We found love – Rihanna ft Calvin Harris
  • SLOVENIA: Bi sla naprej – Manouche/ Levels – Avicii (internazionale)
  • SPAGNA: Ai se eu te pegu – Michel Telò
  • SVEZIA:Levels – Avicii
  • SVIZZERA: Ai se eu te pegu – Michel Telò
  • UNGHERIA:  Stereo hearts – Gym Class Heroes ft Adam Levine
 
ALBUM:
 
  • AUSTRIA: Neujahrskonzert 2012 – Orchestra Filarmonica di Vienna
  • BELGIO: 21- Adele (Fiandre) / 21- Adele (Vallonia)
  • DANIMARCA: 21- Adele
  • FINLANDIA: 21- Adele
  • FRANCIA:  21- Adele
  • GERMANIA: 21- Adele
  • GRAN BRETAGNA:  Doo-waps and hooligans- Bruno Mars
  • GRECIA: Gia mi zou – Nikos Ekonomopoulos
  • IRLANDA: 21- Adele
  • ISLANDA: Haglel – Mugison
  • ITALIA: L’amore è una cosa semplice- Tiziano Ferro
  • NORVEGIA:21 – Adele
  • OLANDA:  Live at Royal Albert Hall – Adele
  • POLONIA:  21- Adele
  • PORTOGALLO: En acustico- Pablo Alboran
  • REPUBBLICA CECA: Racek – Tomasz Klus
  • SPAGNA: En acustico- Pablo Alboran
  • SVEZIA:  Made in Germany 1995-2011- Rammstein
  • SVIZZERA: 21 – Adele
  • UNGHERIA: Az első X – Az élő show-k 10 legnagyobb kedvence – Tibor Kocsis

Eurovision Song Contest 2012: i paesi in gara saranno 43. Diretta su Rai 2 e Rai 5

E’ stata ufficializzata nei giorni scorsi la lista dei paesi partecipanti all’Eurovision Song Contest. Come anticipato dal nostro blog partner Eurofestival News, saranno 43 i paesi in gara. Confermate (ma anche questo l’avevamo anticipato), le presenze di Italia e San Marino, manca all’appello la Polonia, rinunciataria perchè concentrata nell’organizzazione degli Europei di calcio assieme all’Ucraina, che però ci sarà. Alla fine l’Armenia ha deciso di esserci, nonostante i pessimi rapporti con il paese ospitante, l’Azerbaigian. Torna dopo tre anni il Montenegro e – fatto storico – la Turchia schiera in concorso un cantautore di origine italiana e religione ebraica, Can Bonomo.

LA RAI– Già decise le reti che ospiteranno le dirette della rassegna. La semifinale (una sola delle due sarà trasmessa in Italia, quella dove il nostro paese, pur già finalista, dovrà votare) sarà come l’anno scorso su Rai 5, la finale su Rai 2. Stavolta, senza deroghe, ma con il format di trasmissione con voce fuori campo come in tutta Europa. Su Eurofestival news tutti i dettagli. Il rappresentante Rai uscirà da Sanremo, fra i 21 artisti in concorso, big o giovani: 21 perchè Alessandro Casillo, in gara fra i Giovani, non avrà ancora 16 anni il 26 maggio, giorno della finale e dunque non potrà prendere parte all’Eurovision Song Contest. Qui l’elenco degli artisti in concorso al Festival. Il nome del rappresentante italiano sarà rivelato dalla giuria apposita (Mazzi, Morandi ed altri elementi che saranno resi noti) sabato 18 febbraio, durante la finale di Sanremo, come l’anno scorso. Saranno importanti le performance, come rivelato da Gianmarco Mazzi recentemente in videochat, ma ci sarà da verificare anche le disponibilità delle case discografiche e degli artisti stessi. Da definire le modalità di promozione dell’evento nei prossimi giorni.

SAN MARINO RTVSan Marino RTV, come sempre, irradierà in diretta le tre serate, anche in streaming sul sito e sicuramente sul digitale terrestre, da definire la situazione sul satellite. La selezione sarà interna all’emittente, senza bando pubblico e senza la possibilità di inviare canzoni. Sarà l’emittente a scegliere, direttamente, artista e canzone.

Entro questo mese l’Azerbaigian dirà se sarà possibile realizzare lo show alla Baku Crystal Hall attualmente in costruzione: l’alternativa è lo stadio Tofik Bakhramov. Il 26 gennaio sarà effettuato il sorteggio dell’ordine di uscita delle semifinali, a metà marzo la lista completa dei cantanti. Noi insieme ad Eurofestival News, seguiremo nel dettaglio l’evento, come sempre. Intanto qui sotto c’è l’elenco ufficiale dei paesi in concorso e fra parentesi, dove è già noto, il cantante scelto ed eventualmente la canzone.

Continua a leggere

“E che sia”, il pop d’autore dei grossetani Riforma

Fra le tante segnalazioni che ci giungono raccogliamo come sempre quelle che riteniamo più meritorie di essere diffuse. Questa è una di quelle. Loro si chiamano Riforma e vengono da Grosseto. Nati nel 2005 come cover band di artisti e brani famosi, sono gradualmente passati alle canzoni inedite e adesso esce “E che sia”, singolo che sta girando nelle radio ed anticipa il primo album in uscita in primavera per l’indipendente Firstline.

“E che sia”. “Essere veri, – dice la band – reali, leali, sinceri con noi stessi sempre e comunque, come unico antidoto alle stereotipate maschere che la società ci impone: “la verità, l’unica cosa che merita di liberarsi dagli attimi, quelli in cui tutti si perdono pur di non viverla. Come unico percorso possibile che conduce alla costruzione del rispetto e del vero amore verso il proprio io interiore”. Il video che accompagna il brano è girato in Toscana fra le città di Pitigliano e Follonica, dando così una bella vetrina a questa zona d’Italia.

“Bright lights”, Pixie Lott è sempre piu sexy e duetta con Tinchy Stryder

Cose buone dal Regno Unito. Merce rara, musicalmente parlando, per un paese troppo legato agli standard statunitensi. Ma soprattutto dalle giovani generazioni stanno tornando prodotti interessanti. Pixie Lott ci riprova. Dopo il botto dei singoli di esordio “Mama Do” e “Boys and girls” e il successivi “Turn it up” e  “All about tonight“, decisamente meno belli me che comunque le ha fatto gudagnare la nomination ai Brit Awards, ecco uscire la sua ultima produzione “Bright lights”.

Con un video che la vede in versione sempre più sexy (ne è passata già un pò di acqua sotto i ponti dalla ragazzina degli esordi, del resto), duettare con Tinchy Stryder, un rapper crossover che recentemente ha sfornato pezzi parecchio radiofonici. Il singolo appena uscito è contenuto nell’album “Young foolish happy“, il secondo della carriera della giovane inglese, già una stella del pop. Brano molto bello e radiofonico che in Europa è già arrivato e fra un pò probabimente giungerà anche da noi.

Sanremo 2012, Daniele Magro contro Chiara Civello: “Al posto del mondo” era il mio stesso brano”

E adesso che succedera? L’abbiamo fatto per i Giovani, lo facciamo anche per i big, anche se è coinvolta un’artista che apprezziamo infinitamente come Chiara Civello.  La denuncia è arrivata dal manager di Daniele Magro, quarto classificato qualche anno fa ad X Factor: “Il brano “Al posto del mondo” era stato presentato da noi in concorso alle selezioni di Sanremo Giovani del 2010 ed era lo stesso pezzo, scritto da Chiara Civello e Diana Tejera. Dunque non è inedito“.  Andiamo con ordine. L’affermazione di Magro e del suo manager è vera. In quella edizione presentò un brano con quel titolo, scritto dalla Civello e dalla Tejera. Ne parlammo qui (il video non funziona più, ma il testo è una prova).

Magro l’ha anche cantato nei concerti, così come le due autrici in alcuni club. Ma il brano non risulta essere inciso. Lo spiega lo stesso manager dell’artista siciliano in una intervista al Corriere della Sera: “Quel brano è stato scritto da Chiara e Diana Tejera che lo avevano mandato a Daniele per un provino. Chiara e Diana mandarono a Daniele il brano perchè lo provinasse e lo mettesse in un suo album, che poi abbiamo congelato. Ma nel luglio scorso mi hanno chiesto la liberatoria perchè io non lo utilizzassi, lo rivolevano indietro. Mi dissero che lo volevano dare ad Adriano Celentano. Poi oggi dall’Arena di Giletti apprendo che Chiara Civello si presenterà proprio con questa canzone. Daniele Magro ha un contratto discografico con una major e quindi questo brano gli fa comodo. Il suo album dovrebbe uscire in primavera, quando uscirà anche il disco di Chiara. E’ un problema serio. Al posto del mondo e’ stato prodotto da Roberto Cardelli, che ha già lavorato con la Maionchi e che come autore ha vinto a Sanremo 2010 con Il linguaggio della resa cantato da Tony Maiello. E’ lo stesso brano. Io ho un videoclip della presentazione del pezzo a Sanremo nel 2010. E il titolo è quello, sul sito della Siae c’è un solo deposito con quella canzone.”.  Replica del manager della Civello: “Alla Siae non risultano introiti legati al brano, quindi non è mai stato eseguito in pubblico”.

Continua a leggere

“Tu mirada”, il nuovo singolo di Amaia Montero

La nuova vita musicale di Amaia Montero, ormai è chiaro, è quella della canzone melodica d’amore, con sporadiche eccezioni.  L’ex cantante de La Oreja de Van Gogh, al secondo album da solista, ha sin qui scelto soprattutto pezzi soft che mettono in evidenza il suo lato dolce e romantico e la sua particolare timbrica, che è senz’altro il suo maggior tratto distintivo. Avevamo parlato del suo esordio da solista, “Amaia Montero“, trainato dalla bellissma “Quiero ser” e del suo secondo lavoro “Amaia Montero 2“.

Per la precisione, avevamo accennato a “Caminando“, il primo singolo. Adesso esce “Tu mirada”, un pezzo nel quale la sua sensualissima voce si staglia alta su un arrangiamento quasi minimale. Non siamo sui livelli del citato singolo di esordio (appunto Quiero ser), ma sicuramente è un motivo che si fa ascoltare. Dopo otto milioni di dischi venduti in undici anni con la band, la carriera solista è più complessa, ma per ora la bellissima artista spagnola si sta ritagliando il suo giusto spazio.

“Inverno”, Denise incanta anche in italiano

Tempo fa ne avevamo parlato, ed eravamo stati fra i primi, in occasione del suo passaggio ad MTV New Generation e dell’uscita del suo nuovo album dal titolo “Dodo, do“. Adesso torniamo a parlare di Denise Galdo, perchè di recente è uscito il suo primo brano in italiano. Si intitola “Inverno” ed è stato presentato alle selezioni di Sanremosocial, senza però riuscire a passare il turno.

La canzone è purtroppo passata quasi inosservata fra le oltre 1200 presenti sulla pagina facebook della manifestazione, ma è una piccola perla, che conferma la grande capacità compositiva e di scrittura della giovane salernitana.  Un prodotto che sicuramente ritroveremo anche nel suo nuovo lavoro, ma intanto ci fa piacere farvela ascoltare, vista la leggerezza e l’originalità del brano. Brava anche in italiano, ma non avevamo dubbi.