“Le vent a tourné”, il nuovo raffinato album degli Aliose

Sound raffinato, pop cantautorale di pregevole fattura, con sfumature più anglosassoni rispetto agli esordi ma sempre rigorosamente cantato in francese. Esce “Le vent a tourné”, secondo album del duo ginevrino Aliose, che nel 2011 fu immeritatamente bocciato alle selezioni  elvetiche dell’Eurovision, con “Sous les pavès”, il brano che trovate sopra e che è una delle 14 tracce di questo album da poco pubblicato.

Certamente se cercate la classica “canzonetta”, pur sempre bella, quest’album non fa per voi, ma se volete ascoltare dei suoini più ricercati pur restando nel solco del pop, allora vale la pena di ascoltarlo perchè è bellissimo. Le tracce fra l’altro sono tutte scritte e composte da Alizé Oswald e Xavier Michel, ovvero gli Aliose stessi. La titletrack è molto delicata ed anche quella dove la dervia british si sente maggiormente, mentre sicuramente è più orecchiabile “Des mots de trop“, che porta la voce di Michel oltre a quella consueta della cantante.

Ma c’è molto che merita un ascolto, come ad esempio “Les amants“, “Les sirenes”, che nel disco è in duetto con Fabien Bouef, “Je ne suis pas folle” e “J’irai te croiser”, del quale è stato fatto un video essendo stato estratto come singolo. Un prodotto di grande spessore, una sorta di pop “lounge” che non sempre trova spazio nel mainstream e che invece per la qualità dei brani e degli artisti, lo meriterebbe.