Eurovision 2013: la Rai ci sarà. Anouk prima partecipante ufficiale

CHiara Dubey

Ieri pomeriggio, anticipata da Eurofestival News e confermata poco dopo dalla tv di stato tramite la pagina facebook dedicata alla rassegna, è arrivata, con larghissimo anticipo sui tempi previsti, la notizia tanto attesa: la Rai sarà presente anche nel 2013 all‘Eurovision Song Contest, in programma il 14, 16 e 18 maggio a Malmo in Svezia. Poche righe, che annunciavano la presenza dell’Italia, a conferma dunque che l’attuale dirigenza vuole proseguire nella linea di promozione europea del paese anche attraverso la vetrina eurovisiva.

Non è ancora stato detto niente relativamente alle modalità di selezione del cantante e della canzone, ma una cosa è certa: non sarà, come invece da alcuni ventilato The Voice, lo show che selezionerà l’artista, soprattutto perchè il programma parte a febbraio e si concluderà troppo tardi rispetto ai tempi della deadline per l’annuncio di cantante e canzone fissata dall’Ebu, prevista a metà marzo. Con ogni probabilità l’annuncio verrà dato a Sanremo, ma non è ancora chiaro se si pescherà in tutto o in parte (come l’anno scorso) dal lotto dei partecipanti o se invece l’Ariston, con la serata finale del Festival saranno solo il teatro dell’annuncio dopo una scelta completamente interna.

SAN MARINO IN ATTESA – Resta alla finestra invece, SmTV San Marino. La quale, prima di conoscere il destino del direttore Carmen Lasorella, che potrebbe anche essere richiamata a Roma dalla Rai se si dovesse interrompere il rapporto di consociazione con la nostra tv (e di finanziamento parziale), dovrà celebrare le elezioni politiche. Solo dopo si parlerà di Eurovision, anche se sul tavolo della tv sono già arrivati alcuni progetti. 

UPDATE: La Rai sembra aver confermato la convenzione con Smtv ma ha comunque richiamato a Roma Carmen Lasorella, nominando nuovo dg della tv del Titano Carlo Romeo. Approfondimento in questo link.

OLANDA: ANOUK – La tv olandese, intanto, dopo vari tentennamenti, ha deciso di rinunciare al concorso di selezione, accettando l’autocandidatura della rocker Anouk, nota in Europa per il successo “Nobody’s wife” e campionessa di vendite in patria. L’artista si era proposta ma inizialmente Tros aveva deciso di ripetere l’esperimento della selezione tv affidandosi di nuovo a John De Mol, Mister Grande Fratello. Poi il ripensamento e la scelta di Anouk, che presenterà internamente la propria canzone.

SVIZZERA, I FINALISTI DEL TICINO – Ieri sera intanto, è partita ufficialmente la stagione delle finali eurovisive con la serata regionale della Rsi, la tv svizzera di lingua italiana, che con un galà dal Living Room di Lugano, trasmesso in diretta  radiofonica e in streaming sulla Rete Tre, ha scelto i due finalisti che il prossimo 15 dicembre a Kreuzlingen si giocheranno l’accesso a Malmo con gli altri 7, che usciranno 3 dalla selezione interna della RTS, tv francofona e 4 da quella online della SF (lingua tedesca), le cui votazioni sono in corso.

La prima è  Chiara Dubey, la 18enne di Ronco sopra Ascona che già l’anno scorso strappò il biglietto per la finale arrivando terza con “Anima nuova” e che quest’anno si è qualificata con “Bella sera”, scritta anche stavolta da lei stessa. Una ballata molto dolce, una ninna nanna di atmosfera che fa il paio con il brano che l’anno scorso dedicò alla nascita della figlia della sua insegnante di violino. La seconda è la giovanissima Ally, interprete che ha presentato un brano di chiara matrice dance dal titolo “Catch me”, alla sua prima finale. Il brano lo trovate qui. Approfondimenti come al solito su Eurofestival News

3 Risposte

  1. Mettere in evidenza questi due gruppi, come Heilsarmee e Anthony Bighead, per un Eurofestival Song Contest, è una vera vergogna per tutta l’Europa. Per l’Eurosong si ha bisogno di una canzone e non di una buffonata e pagliacciata svizzera.

    Setzen und vorgestellt Sie diese beiden Gruppen, wie Heilsarmee und Anthony Bighead für einen Eurovision Song Contest ist eine wahre Schande für ganz Europa. Für ein Eurosong benötigen Sie einen Song und nicht eine Unsinn und Schweiz Farce.

    Sono una persona che segue questo Eurofestival Song Contest da molti anni. Soprattutto suguo con molto intesesse la selezione che fanno qui in Svizzera. Scusatemi se dico questo ma devo, non c’è un solo anno che vengono scelte le canzoni giuste per la semifinale che ha luogo come ogni anno a Kreuzlingen. Per questo non c’è mai la canzone che può andare avanti all’Eurosong, per questo non si entra mai in finale, perchè le canzoni buone e giuste per andare avanti, vengono eliminate già dalla selezione svizzera, peccato. Se permettete vi faccio un esempio, e con questo non voglio offendere nessuno, ma dire soltanto la verità.
    Non voglio giudicare tutte le 9 canzoni che sono state scelte, anche che devo dire che non c’è nè neanche una adatta per andare avanti al ESC. Prima di ogni cosa devo accennare questo grande sbaglio da parte delle televisioni che organizzano questa selezione Eurofestival. Dalle 9 canzoni partecipante alla semifinale, ne scelgono 5 soltanto le Radio e televisione svizzera italiana e francese, in Internet dalle 180 canzoni, vengono qualificate appena 4. Per me è un grande sbaglio, perchè? Ascoltate le 5 canzoni che hanno scelto le Radio nazionale svizzere, per me da tutte 5, non vale neanche per una sola. Questa è la verità. Osservate bene nel Portale Internet dove sono le 180 canzoni, ci sono come minimo 10 canzoni bellissime che valgono il triplo di quelle che hanno scelte le Radio nazionali, questo è uno di quei grandi sbagli che fa la Svizzera. Ritorniamo ancora ad un piccolo esempio con la canzone italiana. La canzone di Chiara Dubey,(mamma mia) con „Bella sera“ un lamento di canzone che non è per nessun motivo adatta ad un Eurosong. Mentre una canzone bellissima e adatta su ogni punto di vista era la canzone di (ILARY) con „Voglia di Vivere“ appunto questo, se paragoniamo queste due canzoni, quella di Chiara e quella di Ilary, sono come il giorno e la notte. Cosa è successo? La canzone giusta è stata eliminata, e quella di poco valore va avanti, arrivato alla fine, dopo si va a casa come sempre. Di chi è la colpa? Per me soltanto degli organizzatori e giurie corrotte. Adesso tutta la Svizzera interna, va matto per questi due gruppi, Heilsarmee e Anthony Bighead. Per me è qualcosa ridicola, io mi vergognerei a presentare al ESC un gruppo di questo. L’Eurosong non è un Carnevale, la ci vuole la canzone giusta e non una pagliacciata come una di quelle. Poi abbiamo Jesse Ritch, un’altra canzone da spavento, senza nessun ritmo, senza nessun significato. Per me l’unica canzone buona è quella di Melissa, ma qui già molti reclamano e dicono, perchè una cantante spagnola? Ditemi voi, di chi è la colpa? Se la Svizzera è così buona a scrivere canzoni, perchè invita a pertecipare tutto il mondo? Perchè questa selezione non se la fa soltanto con gli svizzeri? Allora non potete dare la colpa a una come Melissa.

  2. Se volete un mio parere (come musicista/compositore e direttore d’Orchestra da una vita), questa sarebbe stata la lista dei miei prescelti di questa selezione „Eurofestival Song Contest 2013“

    1. SAPARROHS „Pinch Me l’m Dreaming“
    2. I L A R Y „Voglia di Vivere“
    3. MARIELLA FARRE‘ „One of a kind“
    4. VIRGINIA TRUJILLO „Power“
    5. LEMBO „I wanna freak out“
    6. LEO RITZMANN „Make Love Last“
    7. LOS ANGELES THE VOICES „Change is gonna Come“
    8. MELISSA „The Point Of No Return“
    9. JOHN HAENNI „I Con’t Shut Up“

    Le canzoni attuale che sono state scelte, per me a parte Melissa, non c’è una soltanto che potrebbe qualificarsi all’Eurosong, proprio nessuna! Cominciando dai due gruppi carnevaleschi come ; Heinlsarmee e Anthony Bighead, una vera vergogna per tutta l’Europa. Poi La canzone di Jesse Ritch, una canzone che non ha nessun significato e nessuna struttura del ritmo e suono, proprio zero. La canzone di Chiara Dubey, non capisco proprio perchè è stata scelta una canzone del genere, una canzone degli anni sessanta. Non voglio parlare più delle altre che, purtroppo nessuna è adatta all’Eurosong di oggi. Non capisco il perchè una scelta del genere da parte della giuria.

  3. La cantante ILARY, con la canzone “VOGLIA DI VIVERE” di Giuseppe Scaramella, ha partecipato al Festival “CANTAGIRO” il sabato sera giorno 15 dicembre 2012 a Roma, sotto le camere televisive della Mediaset, conquistando il primo posto. Al contrario in Svizzera questa bella canzone non è stata scelta neanche per la partecipazione alla selezione svizzera della serata finale a Kreuzlingen. L’Italia, il paese della musica, con tanta bella musica, fa brillare al successo questa canzone, e la Svizzera non l’ha riconosciuta. Una vera vergogna da parte dei giurati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: