Charts: le numero 1 in Europa (2/12/2012)

Diamonds“, il nuovo singolo di Rihanna è il protagonista delle charts della settimana e la cantante di Barbados si prende la scena anche con il nuovo album “Unapologetic“, che ha cominciato la scalata all’Europa. Resiste ancora in vari paesi Psy, ma  è la settimana dei best of: “Celebration day”, il film concerto dei Led Zeppelin e “Génération Goldman“, con i giovani talenti della musica francese che rifanno le canzoni del celebre chansonnier. Sotto i numeri uno, sopra l’islandese Asgeir Trausti.

SINGOLI

  • AUSTRIA: Diamonds-Rihanna
  • BELGIO: Let her go- Passenger(Fiandre) /Gangnam style -Psy(Vallonia)
  • BULGARIA:  Diamonds-Rihanna
  • CROAZIA: Sanjam da smo skupa mi – Nina Badric (nazionali) /Diamonds- Rihanna(internazionali)
  • DANIMARCA:  Diamonds- Rihanna
  • FINLANDIA: Puhelinlangat- Cheek
  • FRANCIA: Diamonds- Rihanna
  • GERMANIA: Diamonds – Rihanna
  • GRAN BRETAGNA: Troublemaker – Olly Murs ft Flo Rida
  • GRECIA: Ta Zabbata – Antonis Remos
  • IRLANDA:  Tiny dancer A song for Lily Mae-Interpreti Vari
  • ISLANDA:  Dýrð í dauðaþögn – Asgeir Trausti
  • ITALIA: Skyfall- Adele
  • LUSSEMBURGO: Gagnam Style – Psy
  • NORVEGIA:Diamonds – Rihanna
  • OLANDA:Beggin– Sandra Van Nieuwland
  • POLONIA: I follow rivers – Lykke li
  • PORTOGALLO: She wolf (Falling to pieces)- David Guetta ft Sia
  • REPUBBLICA CECA: Skyfall-Adele
  • ROMANIA: Trumpet lights- Ami
  • RUSSIA: Ves` Mir Na Ladone Moej- Eva Pol`na
  • SLOVACCHIA: This is love – Will I.A.M ft Eva Simons
  • SLOVENIA: Dragi – Nana Milcinski (nazionali) /Beneath your beautiful – Labirinth ft Emeli Sandè(internazionali)
  • SPAGNA:  Gangnam Style – Psy
  • SVEZIA:Don’t you worry child – Swedish house mafia ft John Martin
  • SVIZZERA:  Diamonds- Rihanna
  • UNGHERIA:I follow rivers -Lykke Li
 
ALBUM:
  • AUSTRIA:  Bis an meer- Nik P.
  • BELGIO: The broken circle breakdown – Colonna sonora originale(Fiandre) /Sans attendre-Celine Dion(Vallonia)
  • DANIMARCA: Du glade verden-Kim Larsen
  • FINLANDIA: Vain elamaa -Interpreti Vari
  • FRANCIA: Génération Goldman- Interpreti Vari
  • GERMANIA:  Celebration day- Led Zeppelin
  • GRAN BRETAGNA: Take the crown – Robbie Williams
  • GRECIA: La Ronde – Yohannis Parios
  • IRLANDA: Unapologetic-Rihanna
  • ISLANDA: Dýrð í dauðaþögn – Asgeir Trausti
  • ITALIA: Noi-Eros Ramazzotti
  • NORVEGIA: Unapologetic-Rihanna
  • OLANDA:Engeltjes – K3
  • POLONIA: Celebration day-Led Zeppelin
  • PORTOGALLO:Take me home-One direction
  • REPUBBLICA CECA: Celebration day-Led Zeppelin
  • SPAGNA: Tanto- Pablo Alboran
  • SVEZIA: Infruset – Mando Diao
  • SVIZZERA:  Unapologetic- Rihanna
  • UNGHERIA :Celebration day -Led Zeppelin

Diamonds-Rihanna

Elsa Martin vince il premio “Andrea Parodi”

LO SPORTELLO DI DOVE C’E’ MUSICA OSPITA OGGI UNA CANTAUTRICE DI CUI QUI ABBIAMO PARLATO PIU’ VOLTE E CHE SI E’ AGGIUDICATA UN PREMIO DI LIVELLO NAZIONALE. SE SIETE ARTISTI O BAND EMERGENTI E VOLETE SEGNALARE VOSTRE PRODUZIONI, SCRIVETECI: BASTA CLICCARE SU “CHI C’E’ DIETRO”. LEGGEREMO LE VOSTRE SEGNALAZIONI E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI.

La premiazione (Foto Demontis)

La premiazione (Foto Demontis)

Il teatro auditorium di Cagliari è stata per due giorni la capitale della World Music, con il premio “Andrea Parodi”, dedicato alla memoria del cantante dei Tazenda prematuramente scomparso nel 2006. A vincere l’edizione 2012 è stata la cantautrice friulana Elsa Martin  affiancata dal chitarrista e arrangiatore Marco Bianchi, che si è aggiudicata anche il Premio della critica. La menzione per il miglior testo è andata a Erica Boschiero, quella per la migliore musica ancora a Elsa Martin, quelle per il miglior arrangiamento e per la migliore interpretazione a Simona Colonna. Sono stati assegnati anche due nuovi premi, non ufficiali: quello dei concorrenti stessi, che è andato a Simona Colonna, e quello dei bambini presenti in sala, di nuovo alla Martin.

Nelle serate del festival, giunto alla quinta edizione, presentate da Carlo Massarini, il pubblico e le due ampie e qualificate giurie (una tecnica e una critica) hanno assistito a un grande spettacolo, con un ottimo livello medio dei finalisti, che hanno proposto in ogni serata un proprio brano (nel caso della Martin si trattava di “Dentrifur“, di cui parlammo qui) affiancato venerdì da uno di Andrea Parodi. Ad Elsa Martin è spettata l’interpretazione del brano “Astrolicamus“, arrangiata magistralmente da Marco Bianchi, esecuzione  in duo voce e chitarra intima e intensa,che ha suscitato grande commozione e scroscio di applausi tra il pubblico dei presenti.

Il successo di Elsa Martin dunque conferma  la bontà del suo progetto artistico, che si concretizza nell’ Opera Prima “vERsO”, recentemente finalista delle Targhe Tenco 2012.  Come vincitrice assoluta del concorso cagliaritano Elsa riceverà un premio in denaro di 2500 euro per formazione musicale, la partecipazione nel 2013 al Premio Andrea Parodi, all’European Jazz Expo, al Negro Festival e a Folkest. Come vincitrice del Premio della critica la produzione di un videoclip professionale.

Elsa Martin si è diplomata in musica jazz con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Klagenfurt (Austria) e studia vocalità con Franca Drioli. Inoltre, ha avuto modo di confrontarsi con personalità di livello mondiale quali Tran Quang Hi, Friedrich Glorian, Tapa Sudana, Joji Hirota, Tadashi Endo e recentemente col pianista armeno Karen Asatrian. Nel 2006 ha partecipato, ospite della cantante brasiliana Rosa Passos, al Festival Internazionale Jazz delle Canarie ed è stata protagonista di numerose esibizioni all’estero.

Anastasiya Petryk con “Nebo” vince lo Junior Eurovision Song Contest 2012

Come sapete se leggete questo blog, non diamo molto spazio alla musica cantata dai bambini/ragazzini, per una questione di principio. Facciamo l’unica eccezione per lo Junior Eurovision Song Contest, il concorso organizzato dall’Ebu, l’ente europeo delle tv pubbliche. Si tratta come è noto della versione riservata ai bambini e ragazzi dai 10 ai 16 anni dell’Eurovision Song Contest. Piccoli performer, a volte anche coautori delle canzoni. Alla Heikeken Music Hall di Amsterdam ha vinto Anastasiya Petryk, 10 anni di Odessa (Ucraina), con il brano “Nebo”. Seconda la Georgia, terza l’Armenia.  L’evento può essere rivisto interamente in streaming a questo link (bisogna scaricare il plugin non invasivo Octoshape). Questa la classifica finale, con i link ai brani, tranne il primo, che trovate sopra. La classifica è stata determinata, come all’Eurovision, da una combinazione di 50% televoto e 50% giurie nazionali (composte da bambini).

  1. Ucraina, “Nebo”- Anastasya Petryk 138 punti
  2. Georgia, “Funky lemonade” – Funkids 103
  3. Armenia, “Sweetie Baby“- Compass Band 98
  4. Russia, “Sensatsiya”– Lerika 88
  5. Belgio, “Abracadabra”– Fabian 72
  6. Svezia, “Mitt mod”– Lova Sonnerbo 70
  7. Paesi Bassi, “Tik tak tik” – Femke Meines 69
  8. Israele, “Let the music win” – Kids.il 68
  9. Bielorussia, “A more-more“, Egor Zheshko 56
  10. Moldavia, “Toate vor fi”, Denis Midone 52
  11. Azerbaigian, “Girls and boys (Dunya Sanidir)- Omar Sultanov & Suada Alekberova 49
  12. Albania, “Kam një këngë vetëm për ju”– Igzidora Gjeta 35