“Fra un’ora” e “L’autunno che cade”: i Caponord si confermano ad alto livello

Segnalazione per un gruppo interessantissimo, che nel 2010- 2011 era salito agli onori delle cronache per essere stato inserito nella rotazione di MTV New Generation (il brano era “Non sono matto“, con un testo molto duro ed attuale che parla di violenza sulle donne), che accompagnava il primo album “Un film sul panico”,  uscito sotto l’etichetta indipendente Sacropop. Parliamo dei cremaschi Caponord, che adesso si godono la firma con una major (la Warner) e l’uscita di un nuovo album, “Copriti gli occhi”.

L’assalto a Sanremo Giovani è fallito, ma ascoltandoli si capisce quanto siano una delle migliori produzioni italiane attuali: a giugno 2012 era uscito “Fra un ‘ora”, il primo singolo dell’album, sopra invece c’è il freschissimo “L’autunno che cade“. Prima e dopo il primo album, come dentro ad un cerchio, il Premio Lunezia, l’inserimento di due brani nella colonna sonora di Popland, serie televisiva prodotta da Mtv Latino America e distribuita in tutto il mondo e i passaggi su emittenti nazionali come Virgin Radio e Radio Due. Molto bravi, decisamente da seguire, anche per le liriche non banali e le melodie non convenzionali.