“Lola” (e altre canzoni): l’esordio boom di Emily Lady

Il popolo degli internauti francesi appassionati di musica raramente sbaglia. E così il nuovo prodotto della MyMajorCompany, l’etichetta discografica interamente finanziata dalla gente della rete, dove ciascuno può contribuire con una somma al lancio di un artista, è di nuovo un successo. Lei si chiama Emily Lady e il suo singolo di lancio “Lola“, traino dell’album “Some things to say”, è veramente interessante.

Marsigliese, figlia di un polistrumentista, suona il pianoforte e la chitarra e si è avvicinata alla musica dopo aver tentato di studiare un pò tutto: lingue, commercio, hostess. Ma su tutto ha ragione la sua voglia di esprimersi artisticamente.   Si propone sulla scena musicale con un album  che tratta di tematiche molto care alle donne e rivolto soprattutto alle donne, “ma si parla anche di uomini“, dice lei. E così c’è dentro tutto: l’amore, i drammi delle donne, i temi sociali (“Coming out”), tutto raccontato senza nascondere niente, ma con delicatezza.

Di bello c’è che la sua scrittura, musicale e dei testi, è armoniosa, fresca, che mescola vari generi, dalla chanson al pop, alle sonorità elettroniche. In francese, ma anche in inglese, con alcuni inserti in spagnolo ed italiano. Sulla pagina che le dedica l’etichetta ci sono altri brani: veramente bellissimi, potete ascoltarli qui. Ma anche la versione acustica di “Lola” ha un bel fascino. Come pure “I’m fine”. Non c’è che dire, è nato un talento.