“Dibba dee doo”: dal Portogallo il ciclone Ana Stilwell

E’ il momento del Portogallo. Dopo Ana Moura (presto ne riparleremo) e Aurea, la terra lusitana sforna un’altra donna di talento. Lei si chiama Ana Stilwell ha 27 anni ed è madre di due gemelli.  Cantautrice, ha messo a frutto i suoi studi di giornalismo (avrebbe potuto seguire le orme della madre Isabel che è uno dei nomi più celebri del giornalismo lusitano) per poi però virare sulla sua passione per la musica e per questo suo stile particolare che mescola il pop al folk. “Chill out songs”, potremmo definire le sue canzoni, brani allegri fatti per staccare la spina. Allegri ma non banali.

Take my coat” è il primo album, inciso sotto etichetta Blim Records, la stessa di Aurea, della quale ha aperto anche recentemente un concerto. “Dibba dee doo” è il singolo tutto da canticchiare di questa artista che preferisce l’inglese al portoghese forse per vocazione, visto che si è formata alla Arts Educational School di Londra e per natura: i suoi avi sono inglesi e lei ha studiato al collegio internazionale di Oeiras, dove appunto si parla la lingua della terra d’Albione.  Un progetto, quello di Ana Stilwell, fresco, moderno, che porta alla luce tutta una faccia diversa del Portogallo musicale, lontano dal fado ma anche dalle sonorità scure o dai prodotti più eurovisivi che in questi anni sono stati maggiormente sotto i riflettori.