X Factor 7, primo live: esce Lorenzo Iuracà, restano i Freeboys

x-factorPrimo live di X Factor 7. Esce Lorenzo Iuracà e si salvano i Freeboys. Un verdetto imbarazzante, perché nettamente i peggiori della serata e perché in fondo non era corretto che dopo aver fatto i provini in due (visto che il terzo non aveva ancora l’età minima per partecipare) adesso siano in tre. Le armonie, i suoni sono diversi e comunque i giudici hanno valutato un duo, non un trio.  La questione l’ha posta Mika: perché le boyband da noi non funzionano? Perché non hanno una identità e copiano gli americani/inglesi. E i Freeboys, per ora, non sono da meno.

 Al di là di questo, è assolutamente di tutta evidenza che esibirsi all’ultimo scontro in registrata (come capiterà sempre ai Freeboys, che non hanno ancora 18 anni), senza i giudici e il pubblico davanti e prima della puntata non è la stessa cosa che farlo a fine sera, con l’adrenalina in corpo e con i giudici che magari fanno le facce mentre cantano. Non è detto che sia meglio o peggio, perché ognuno la vive diversamente, semplicemente non è la stessa cosa. La domanda è: possibile che nel 2013, non si trovi il modo di cambiare questa legge assurda che impedisce ai minorenni di comparire in tv dopo le 24, soprattutto in situazioni come queste?

Per quanto riguarda il ballottaggio fra gli esclusi agli Home Visit, vanno allo spareggio per entrare la prossima settimana Mr. Rain e Osso (Gruppi Vocali) e Roberta Pompa (Donne 16-24).

 UOMINI 16-24: (Morgan e Gaetano Cappa)

MICHELE BRAVI – “Carte da decifrare” (Ivano Fossati): Morgan lo mette in difficoltà con un pezzo meraviglioso ma lontano dal contesto pop e di non grande popolarità. Lui canta bene, quasi sussurrando, conferendo bella atmosfera al tutto, ma il brano non lo valorizza per niente. Ed è quello con la voce migliore fra i maschi. Un delitto, questa scelta. VOTO: 8

ANDREA D’ALESSIO- “Clint Eastwood” (Gorillaz): Pezzo di ripiego dopo che è saltato il primo brano di De Andrè, la cosa migliore è il beatbox che migliora l’arrangiamento. Il resto è una performance normale.  La sua voce poteva  godere di un contesto migliore, ma se va avanti a lungo regalerà sorprese. VOTO 7

LORENZO IURACÀ- “Se sapessi come fai” (Luigi Tenco) e “Emozioni” (Lucio Battisti): Il più pop dei cantanti di Morgan ha un pezzo di un cantautore non semplice da interpretare. Conferisce al brano, complice l’arrangiamento, un’aria molto leggera e si cala dentro il pezzo con buona sicurezza. Forse troppa, ma un po’ tutti devono ancora prendere le misure al programma. Finisce al ballottaggio dopo una seconda manche molto tirata: contro i Freeboys dell’esordio basta il minimo sindacale, ma Elio lo manda a casa, è scandaloso. VOTO 7

DONNE 16-24: (Mika e  Rossana Casale).

VIO’   – “Let her go” (Passenger): Il problema non è la cantante, che è brava e intonata, ma la canzone che è troppo lineare di suo e che non c’è modo di far decollare nemmeno a cannonate. Intensa, precisa. Forse però sta meglio su cose più ritmate, come è nella sua cifra musicale. VOTO: 7.5

GAIA GALIZIA – “Seven nation army” (The White Stripes): Diventato popolare come coro da stadio, il brano è riscoperto anche in un bell’arrangiamento new wave. Lei va sul palco per prima e non sbaglia niente: voce graffiante, presenza scenica e nessuna emozione. VOTO: 9

VALENTINA TIOLI – “Where is the love” (Black Eyed Peas): Semplice, lineare, credibile su un pezzo che non è il massimo ma è  comunque non semplice vista la presenza di più stili canori nello stesso brano. Precisa e attenta, magari deve ancora un po’ spingere sul gas ma è una che ci sa fare. Mika ha scelto molto bene canzoni e cantanti. VOTO 8

 OVER 25:  (Elio e Alberto Tafuri)

ABA – “You oughta know” (Alanis Morissette): Voce potente, di fronte ad un brano rock dove era facile scadere nell’urlo controlla invece benissimo la voce e scivola via benissimo. Tecnicamente ottima, scarsamente emozionale, ma è la prima sera e va bene così. VOTO 8

FABIO SANTINI-  “Sotto casa” (Max Gazzè): La forza dei pezzi di Max Gazzè è appunto Max Gazzè. L’arrangiamento con la tromba a mò di ritmica trasforma il tutto in un pezzo dal sapore bandistico cantato dal giovane carpigiano come se lo facesse Fred Buscaglione. Bravo lui, nel senso che non sbaglia niente, ma niente di originale, ma il pezzo non lo aiuta. VOTO 6

ALAN SCAFFARDI – “Creep” (Radiohead): E’ bravo, ha esperienza e si vede che è uno che va in giro a fare serate. Brano non semplice, ma nel complesso ben cantato, senza strafare e senza cadere nella interpretazione di maniera. Girano molte cover di questo brano, lui ne esce bene. VOTO 7

 GRUPPI VOCALI: (Simona Ventura e Paola Folli)

APE ESCAPE – “Burning down” (Linkin Park): Confermano il talento mostrato nelle tappe di avvicinamento e l’inserto hip hop sulla versione originale è una bella perla, che valorizza il brano. La versione più pop di Ics. Ottima armonia nonostante si siano messi insieme praticamente prima dei provini. VOTO 8

FREEBOYS – “Baby I can’t hold you” (Tracy Chapman) e “Umbrella” (Rihanna): La brutta copia di una brutta boyband: wannabe One Direction, pettinati come i Beatles. Hanno appiattito un pezzo storico di Tracy Chapman. Vanno al ballottaggio dove si esibiscono con una clip registrata perché minorenni (W l’Italia eh!) che conferma  i loro limiti (ma essendo un pezzo pop vanno un po’ meglio) e si salvano fra i fischi del pubblico. “Io canto”. Anche no, grazie.  VOTO 4

STREET CLERKS – “Wake me up” (Avicii ft Aloe Blacc): La Ventura prosegue anche quest’anno nella sua politica di assegnare pezzi acchiappa pubblico ai suoi per garantirsi voti facili. Depurato della base dance, resta un pezzo finto country, che loro interpretano bene. La sensazione è che siano assai più bravi rispetto a quanto non dica questa canzone, che non valorizza per niente un gruppo con diverse esperienze live. Il pubblico lo capisce ed evita loro il ballottaggio. VOTO 6.5

Ore 21.10, cominciano i live di X Factor 7

XF7

Tutto pronto a Milano per la settima edizione di X Factor, la terza targata Sky Uno. Al timone ovviamente Alessandro Cattelan, che farà da anfitrione con i  cantanti in gara e dovrà tenere a bada i quattro giudici Elio, Morgan, Simona Ventura e Mika. Confermato il meccanismo della tramissione, con ospiti speciali nella puntata d’esordio: le svedesi Icona Pop, Elisa e un duetto fra le ultime due vincitrici Chiara Galiazzo e Francesca Michielin. Confermati anche  due appuntamenti di approfondimento, Ante Factor e Xtra Factor. Si parte alle 21.10 e quest’anno niente replica su Cielo

Il primo sarà una sorta di 10 minuti dietro le quinte, per respirare la tensione dei concorrenti, curiosare nei camerini, raccogliere le dichiarazioni di addetti ai lavori, giudici e ospiti, svelando cosa accadrà immediatamente prima che si accendano le luci sul palco, il secondo in onda subito dopo la fine del live show, si presenterà del tutto rinnovato nei contenuti e nel cast: Matteo Bordone alla conduzione, Rocco Tanica con le sue incursioni surreali, Francesco Castelnuovo per cogliere lo stato d’animo dei concorrenti al termine della puntata, Vera Spadini per raccontare le impressioni a caldo del pubblico e infine Alessio Viola, pronto a condividere le reazioni del pubblico sui social network. Come ogni anno, tutte le esibizioni saranno in vendita su I Tunes.

Ci sarà la prima esclusione ma anche un nuovo ingresso, perchè sarà svelato anche il risultato del televoto che ha coinvolto i 12 esclusi agli Home Visit e dunque si conosceranno i nomi dei due artisti che si sfideranno per un posto nel secondo live. A proposito dei 12 cantanti in gara, per la prima volta l’etichetta Sony ha avuto un ruolo forte anche nelle selezioni, come svelato ieri in conferenza stampa. Entrerà il terzo dei Free Boys, perchè ha compiuto 16 anni e Chiara Gallana sarà ufficialmente in gara come Aba, per non confonderla con l’ultima vincitrice: “L’abbiamo chiamata Aba – dice Elio – perchè è la prima parola del dizionario“. Qui trovate le schede dei 12 partecipantisotto invece le squadre in gara. Noi, come al solito, seguiremo passo passo il programma.

OVER 25 (Elio- Alberto Tafuri)

  • Aba
  • Alan Scaffardi
  • Fabio Santini

UNDER 25 UOMINI (Morgan- Gaetano Cappa)

  • Michele Bravi
  • Lorenzo Iuracà
  • Andrea D’Alessio

UNDER 25 DONNE (Mika-Rossana Casale)

  • Viò
  • Valentina Tioli
  • Gaia Galizia

GRUPPI VOCALI (Simona Ventura-Paola Folli)

  • Street Clerks
  • Free Boys
  • Ape Escape

X Factor 7, le schede dei 12 cantanti (e come ripescare gli esclusi)

XF7Tutto pronto, la squadra di X Factor 7 è in partenza e da giovedì prossimo scatteranno i live da Milano della nuova edizione del talent show più famoso al mondo. Ma per i 12 artisti esclusi agli Home Visit, c’è ancora una possibilità: uno di loro sarà infatti ripescato ed entrerà nella squadra a partire dal secondo live, ovvero dopo l’uscita del primo partecipante. Sarete voi a scegliere il fortunato attraverso un voto elettronico sul sito del programma andando sulla pagina Enel Green Card. E’ possibile esprimere 5 voti per Sky ID fino alla mezzanotte del 23 Ottobre. I due concorrenti con più voti andranno allo spareggio in diretta del programma. Nel frattempo, ecco le schede sui 12 protagonisti già ammessi al programma

OVER 25 (Elio-Alberto Tafuri)

Alan Scaffardi, classe 1977, parmense, ha già una buona carriera live all’attivo e diverse cose incise.  Una grande passione per il funky che sviluppa con i “Quinto parallelo” aprendo concerti ai Tiromancino, Bandabardò e Negrita . In seguito continua il suo percorso musicale come solista ed inizia gli studi di canto gospel, jazz ed soul con il Berklee College of Music di Boston. Nella sua carriera artistica è voce maschile in una big band che propone cover di Frank Sinatra, Earth Wind & Fire, Kool & the gang, James Ingram, Blues Brothers e continua le tournes italiane collaborando anche con altri artist“. Dalla collaborazione con Nerio Poggi sono usciti progetti come “Staying for good”, “Sign of your love”, “Secret garden“.

Aba, all’anagrafe Chiara Gallana, padovana di Este, 26 anni. Fan di Beyoncè, gira l’Italia con una band che vari generi musicali. Ex PR, recentemente è stata protagonista di “The Apprentice”, il talent show sul mondo del lavoro condotto da Flavio Briatore. Qui il suo canale youtube con alcune sue esibizioni live.

Fabio Santini, di Carpi, classe 1986, anche lui ha all’attivo una buona carriera live. Ha partecipato al Concerto per l’Emilia nel 2012; si esibisce live in compagnia di Marco Pisaneschi con il nome di Fabio “BigbossMan” Santini; ha partecipato ad alcuni programmi sulle televisioni locali. Alcune sue cose: “Senza vento nè aquiloni”, e una cover di “Marmellata #25″ di Cesare Cremonini.

DONNE 16-24 ANNI (Mika-Rossana Casale)

Gaia Galizia, 22 anni, di Castellanza (VA). diplomata in sartoria professionale e grande passione per la moda,  studia canto all’Accademia musicale Città di Castellanza. La musica è di famiglia: il padre è un chitarrista e ha inciso diversi dischi, il fratello è un polistrumentista.

Valentina Tioli, 21 anni di Modena. Già una buona carriera live alle spalle, soprattutto in giro per i locali della regione, suona il pianoforte. Ha un suo canale youtube con diverse cover

Viò, all’anagrafe Violetta Zironi, appena 18 anni, di Correggio (RE). Suona il pianoforte e l’ukulele ed ha una grande passione per il country e  la musica tradizionale scozzese. Canta da quando aveva 3 anni e spesso si esibisce con il padre come si può notare da diverse cose trovate in rete, sul canale del padre stesso e non solo, Qui un live country, qui la cover di “Jackson” portata anche agli Home Visit, col padre e da sola.  Qui invece un featuring con i Temporali Temporanei.

UOMINI 16-24 (Morgan-Gaetano Cappa)

Andrea D’Alessio, classe 1991, napoletano, cantante e beatboxer. Alto 1,94, barba lunga, studente all’Università di Napoli, suona il pianoforte da autodidatta. Prima di entrare ad X Factor stava lavorando ad un cd fatto solo di beatbox. Ha vinto la seconda edizione del contest online di beatbox organizzato dal sito beastboxitalia. In rete ci sono diverse, cose, come questa versione di “Get lucky” e “Love me again”. Molto altro sul suo canale youtube.

Lorenzo Iuracà, classe 1991, livornese. Cantautore iscirtto alla Siae, suona il pianoforte, le tastiere  e la batteria. Diverse cose in giro per l’Italia e una esperienza con la sua band Lorenzo Iuracà e gli Approssimativi (qui “Voglio fare il cantautore” e “Parole in movimento“).  Carriera già parecchio vasta: ha frequentato il corso accademico di percussioni all’Istituto Mascagni di Livorno e prima della citata band, nel 2003 ha fondato la rock band dei Magic Mushroom, un gruppo che tiene in vita fino al 2006. Nel 2008 suona la batteria nel gruppo The Random e da solista crea il brano Ma non ti posso toccare, una canzone con la quale vince due anni dopo il premio Fiofa al concorso di musica d’autore Voci della piazza. Nel 2010 è bocciato alle selezioni di Amici e pubblica “Accanto a me”, te, un cd autoprodotto che contiene dodici brani completamente suoi. Nel 2011 vince il premio New Generation al concorso Spazio d’autore. Nel 2012 partecipa a Sanremo Social con il brano “Vivere la realtà”, gira l’Italia con il musical Pirates e partecipa alla realizzazione del nuovo disco dei Trolls,

Michele Bravi, nato a Città di Castello (PG) nel 1994, diplomato al liceo classico e ha affrontato il test di ammissione alla facoltà di medicina. Suona pianoforte e chitarra ed è uno dei pochissimi veri esordienti della trasmissione, anche se  ha frequentato la scuola di musica tifernate NovaMusica e vinto numerosi concorsi canori.

GRUPPI VOCALI (Simona Ventura-Paola FollI)

Street Clerks, da Firenze,  ovvero Francesco Giommi (27),  Alexander Woodbury (28), Cosimo Ravenni (26), Valerio Fanciano (27). Suonano insieme dal 2009 e hanno anche un loro sito ufficiale. Nel 2012  hanno aperto i concerti di: Caparezza, Edoardo Bennato, Brunori Sas, Di Maggio Connection. Con la vittoria del Rock Contest gli Street Clerks si aggiudicano la produzione del primo Ep ufficiale “Il ritorno di Beethoven” co-prodotto con Controradio. Qui c’è il canale youtube con alcune loro cose (belle) e (casualmente) il brano sanremese della loro prossima vocal coach…

Ape Escape, dal nome di uno dei primi videogame per playstation sono Antonio D’Alessio (Tony, 42 anni) , Antonio Pagano (27), suo allievo di canto, e Matteo D’Acunto (24), tutti di Nocera Inferiore (SA). Sono di fatto esordienti, anche se ciascuno di loro ha varie esperienze, visto che come gruppo si sono uniti  poco prima di X Factor.     Propongono un genere musicale che si traduce in un mix tra rap, rock ed elettronica.Qui una performance di D’Alessio.

Free Boys, discusso gruppo, visto che si sono presentati ai provini solo in due ma nel programma saranno in tre visto che il terzo ha da poco compiuto 16 anni e prima non avrebbe avuto l’età minima. Reduci dalla terza edizione di “Io Canto”, il talent show di Canale 5. Sono Enrico Nadai (17) di Dervio (LC), Simone Frulio (16) di Opera (MI) e Kevan Gulia (17) di Farra di Soligo (TV). Simone Frulio ha all’attivo anche il singolo “Eccomi qua“, qui c’è la sua partecipazione al talent show. Enrico Nadai ha all’attivo un album intero, “Un istante perfetto” di cui qui trovate le tracce, Kevan Gulia non ha ancora inediti all’attivo. Insieme hanno inciso il primo singolo “Indelebile”.

 

X Factor 7: ecco i 12 cantanti ammessi nel programma

x-factorEccoli, finalmente, i 12 partecipanti all’edizione di X Factor 7 che da giovedì partirà con i live da Milano. Ieri sera sono andati in onda gli Home Visit, con gli artisti come sempre divisi per categorie e inviati in quattro località diverse. Per tutti, esibizione con una superband formata da Federico Poggipollini, Sergio Carnevale, Marco “Garrincha” Castellani e Megahertz. La vera sorpresa è l’eliminazione fra gli Over di Adriana Salvadori, fortemente voluta da Elio agli Home Visit e poi bocciata da Elio stesso dopo una prova non del tutto convincente.

Alberto Galuppini si gioca il credito che gli avevano concesso dopo la prima imbarazzante esibizione pure lui con una prova scarsa agli Home Visit e resta a casa. Clamorosa anche l’uscita di scena (fra le Under donne) di Roberta Pompa, data come sicura entrante e soprattutto protagonista assoluta delle audizioni e quella di Mr.Rain e Osso fra i Gruppi, inspiegabile soprattutto se si considera che sono entrati i Free Boys, audizionati come duo e che invece saranno un trio perché il terzo farà 16 anni solo al debutto dei live. Ma a che serve, allora?

Violetta Zironi sembra invece candidata ad essere una dei protagonisti, ma il suo stile canoro sarà una scommessa, come quello alternativo (forse troppo) di Gaia Galizia. Tony D’Alessio degli Ape Escape, coi suoi 42 anni è il più anziano concorrente della storia di X Factor Italia. Non ce l’ha fatta la ternana Valeria Crescenzi, ci sarà invece Michele Bravi da Città di Castello. Sin qui in assoluto il migliore di tutti quelli ascoltati. Di seguito, il resoconto della serata e i dodici ammessi al programma. Da ieri sera alla fine della puntata è aperto un televoto per ripescare uno degli esclusi agli Home Visit, che entrerà al secondo live.

 UOMINI 16-24:Home Visit  a Berlino con Morgan e Asia Argento, il vocal coach sarà Gaetano Cappa

ENTRANO AD X FACTOR: Michele Bravi, Andrea D’Alessio, Lorenzo Iuracà.

Michele Bravi due spanne sopra tutti in assoluto, forse anche tre, Degli altri Alberto Galuppini piace solo ed esclusivamente per l’originalità ma conferma i problemi vista l’allergia alle cover e non canta al meglio, forse dando quasi per scontato l’ingresso, che invece non avviene.

 Brani proposti: “Eppur mi son scordato di te” della Formula 3 (Lorenzo Iuracà), “Home” dei Depeche Mode (Andrea Butturini), “King of Bongo” di Manu Chao con testo da lui rivisitato (Alberto Galuppini), “Feelin’ good” di Nina Simone (Michele Bravi), “Some nights” dei .fun (Marco Colonna), “Just friends” dei Musiq Soulchild con beatbox (Andrea D’Alessio).

 DONNE 16-24: Home Visit a Dublino con Mika e Marco Mengoni, il vocal coach sarà Rossana Casale.

In generale buone performance. Brave Violetta Zironi (cui Mika chiede di lasciare l’ukulele), Roberta Pompa, Chiara Grispo, con Valentina Tioli troppo simile all’originale.

ENTRANO AD X FACTOR: Violetta Zironi, Gaia Galizia, Valentina Tioli.

 Brani proposti: “Oggi sono io” di Alex Britti (Roberta Pompa), “I’m yours” di Jason Mraz (Chiara Grispo), “Mi sei scoppiato dentro al cuore” di Mina (Valentina Livi), “Girl with one eye” di Florence + The Machine (Gaia Galizia), “Jackson” di Johnny Cash (Violetta Zironi), “Nobody’s perfect” di Jessie J (Valentina Tioli).

 OVER 25:  Home Visit al Museo del violino di Cremona con Elio e Linus, il vocal coach sarà Alberto Tafuri

C’è chi impressiona molto il coach vocalmente ma ha sbagliato canzone (Adriana Salvadori), chi piace ma somiglia molto all’originale (Alan Scaffardi), per gli altri prove nella media. Molto brava Chiara Gallana su Joss Stone.

ENTRANO AD X FACTOR 7: Chiara Gallana (ex concorrente di The Apprentice), Fabio Santini, Alan Scaffardi

Brani proposti: “Anche per te” di Lucio Battisti (Sebastiano Di Santo), “Il mare immenso” di Giusy Ferreri (Valeria Crescenzi), “Come together” dei Beatles (Fabio Santini), “Put a spell on you” di Screamin’Jay Hawkins nella versione di Joss Stone (Chiara Gallani), “Ordinary people” di John Legend (Alan Scaffardi), “Canned heat” dei Jamiroquai (Adriana Salvadori).

 GRUPPI VOCALI:  Home Visit alle Officine Grandi Riparazioni di Torino con Simona Ventura e Boosta dei Subsonica, il vocal coach sarà Paola Folli

ENTRANO: Ape Escape, Free Boys, Street Clerks

Molto bravi gli Ape Escape, male i Free Boys e gli Extra,  appena discrete le Dynamo. Medi gli altri, la categoria si conferma come sempre molto debole.

Canzoni proposte: “Non c’è che musica in me” di Giorgia (Dynamo), “Forever young” degli Alphaville nella versione One Direction (Free Boys), “Un giorno migliore” dei Lunapop (Extra), “Pugni chiusi” dei Ribelli (il confronto con Demetrio Stratos era impari: tutto sommato gli Ape Escape se la sono cavata), “Fix you” dei Coldplay (Street Clerks), “Diamonds” di Rihanna (Mr.Rain e Osso)

X Factor 7, le prime audizioni: ecco chi passa il turno

x-factorPartito alla grande X Factor con il primo giro di audizioni registrate in quel di Milano ed il debutto di Mika come quarto giudice al posto di Arisa. Passa il turno Galup, all’anagrafe Alberto Galuppini, cantante reggae di 21 anni, milanese. Di lui si dice in rete possa essere uno dei probabili 12 fortunati (anzi, 11 visto che il dodicesimo sarà scelto  dal pubblico fra gli esclusi al bootcamp): singolare il fatto che abbia passato il turno uno che abbia sbagliato completamente  le parole della cover, non riuscendo a terminarla…

 Poi avanti anche il 23enne romano Manuel Cardella, che vanta collaborazioni con autori importanti come Vincenzo Incenzo, ma che prima di arrivarci era diventato famoso riuscendo ad ottenere 13 milioni di visualizzazioni del suo canale e 3 milioni col primo singolo “Potrei morire di te”, inserendosi fra i 50 video più cliccati della musica italiana. Prova media, molto costruito.

 Avanti con 4 “si” l’ex concorrente di The Apprentice Chiara Gallana, Fabio Santini, gli Avanti n’dre (assolutamente c’è bisogno di musica popolare, speriamo vadano avanti ancora!), Alan Scaffardi, i giovanissimi Free Boys, Roberta Pompa (grande performance su Cornflake Girl di Tori Amos), il 18enne umbro  di Città di Castello Michele Bravi (bocciato l’amico e concittadino Alessandro Nardi), Elena Giardina (17 anni, grande energia, intonazione, potenza  e una voce impressionante controllata benissimo e forgiata nelle balere), le Dynamo, gli Street Clerks, che si sono presentati con un bel pezzo inedito (oltre alla cover) accompagnati dalla mandola, strumento insolito per il pop e mostrando buone armonie,  Valentina Tiola, che ha molto impressionato i giudici.

Passano poi il turno anche la punk Elena Pardini, la cinese Ying Luo, gli artisti hip hop, Patrick Longo Belezi, Sarah Forgion (al sesto mese di gravidanza), Adriana Salvadori, il duo Mr. Rain e Osso. Più altri artisti dei quali non è comparso il nome in sovraimpressione. Appuntamento alla prossima settimana con i casting di Napoli e Genova.

Stasera (21.10) parte X Factor 7 con Mika nuovo giudice

x-factorStasera riparte X Factor. La nuova avventura del talent show, giunto quest’anno alla settima edizione, la terza su Sky Uno scatta con una conferma del modello degli ultimi anni e alcune novità multimediali. Da stasera (21.10, replica su Cielo il venerdì alle 21.10 e martedì alle 21.10) e per due  giovedì, si vedranno dunque le audizioni, poi ci saranno i bootcamp e gli Home Visit che coinvolgeranno i 24 artisti rimasti, prima dei live show (dal 24 ottobre),. Come è noto la grande novità è la presenza di un giudice di eccezione, il cantautore anglo-libanese Mika, che prende il posto di Arisa e che pare aver già trovato un feeling musicale con un altro dei giudici, Morgan, confermato al pari di Elio e Simona Ventura.

Decisi anche i vocal coach, con nomi di grande spicco: Rossana Casale (cantautrice raffinata, autrice per tanti, già direttrice dell’accademia di Operazione Trionfo, un terzo posto a Sanremo nel 1993) con Mika, Gaetano Cappa (conduttore radiofonico, produttore, compositore) con Morgan, Alberto Tafuri (autore e musicista) con Elio, Paola Folli (cantante) con Simona Ventura.

Le audizioni quest’anno si sono svolte a Milano, Genova e Napoli. Nella prima, girata interamente al Teatro Dal Verme di Milano, accoglierà il debutto della nuova giuria e una prima grande novità: il rapper Fedez seduto al tavolo accanto ai giudici, che commenterà con loro le performance degli aspiranti talenti che si sono cimentati con il genere rap.

Gli Home Visit  si sono svolti a Cremona, Torino, Berlino e Dublino e  hanno visto quattro grandi ospiti accompagnare  i giudici nella scelta della propria squadra. Linus ha fatto da spalla a Elio,Boosta dei Subsonica a Simona, Asia Argento a Morgan e Marco Mengoni a Mika. Inoltre, sempre agli Home Visit i 24 aspiranti talenti si sono esibiti accompagnati dalla Superband composta dal chitarrista Federico Poggipollini (Ligabue, Litfiba), dal batterista Sergio Carnevale (Baustelle, Bluvertigo), dal bassista Marco “Garrincha” Castellani (Le Vibrazioni) e dal tastierista Megahertz (Versus).

Ma i concorrenti selezionati saranno solo 11: il dodicesimo, e questa è una delle novità, sarà selezionato dal pubblico attraverso una wild card offerta dallo sponsor del programma. Al termine della puntata degli Home Visit, in onda il 17 ottobre, verrà  aperto un web voting attivo sul sito ufficiale del programma  fino alla prima puntata Live. Gli utenti potranno votare i propri preferiti tra i 12 concorrenti e il 24 ottobre saranno annunciati i due che avranno ottenuto la “green card. Un nuovo televoto  tra i due meriterà un posto sul palco di X Factor ed entrerà in gara con gli altri 11 concorrenti a partire dal secondo Live Show.

Essendo le puntate registrate, sono già note le assegnazioni delle categorie ai quattro giudici, così come circola già in rete, complice un video galeotto, il nome del primo concorrente (e sarà una grandissima novità) ma come consuetudine, questo sito non fa spoiler e dunque vi lasciamo il piacere di scoprire tutto strada facendo.

“Fail” e “Without you”, la Svezia lancia il bellunese Oscar Zia

Lui si chiama Oscar Zia ed ha appena 17 anni, essendo nato nel 1996 e come si intuisce dal cognome, pur essendo nato e cresciuto in Svezia ha origini italiane, per la precisione di Belluno. La Svezia oltre a dargli i natali lo ha cresciuto anche artisticamente, visto che ha preso parte all’edizione 2012 di X Factor e poi anche al talent show Let’s dance, versione locale di Ballando con le stelle, dove ha chiuso secondo.

In attesa del suo primo album sono usciti due singoli interessanti. Il primo si chiama “Fail“, il secondo invece, fresco di ingresso nelle charts si chiama “Without U”. Pop svedese col marchio di fabbrica, un pò meno di plastica del solito, faccia che piace alle ragazzine, un bel futuro davanti. E presto, probabilmente anche una apparizione al Melodifestivalen, il concorso di selezione nazionale per l’Eurovision, dove è stato backing voice per Behrang Miri nel 2012.

Luca Arbogast e Olympe, The Voice France sforna talenti da primato

Se la versione italiana di The Voice ha sostanzialmente fallito sul fronte del lancio di artisti, così non succede nel resto d’Europa. In Francia, per esempio, dove il programma in onda su TF1 ha sfiorato i 10 milioni di telespettatori,  si sono letteralmente innamorati di due artisti che non hanno vinto, ma stanno avendo molto più successo dei trionfatori. Uno di questi è Luc Arbogast, passato da autodidatta a leader delle charts a 37 anni.

Odysseus“, il suo primo album è trainato da “Nausicaa (La Moldau)“, il primo singolo, nel quale c’è tutta la sua musica: bouzouki irlandese e sonorità medievali che ricordano quelle degli antichi trovatori, di cui lui è grande appassionato. E nella seconda parte della canzone, un falsetto impressionante. E per lui subito un trionfo con 22 mila copie solo nella prima settimana di vendita e una marcia spedita verso i riconoscimenti nazionali, che di questo passo non tarderanno ad arrivare.

Jeoffrey Boulanger, in arte Olympe, ha invece 23 anni ed è giunto secondo dietro Yohann Freget, ha debuttato portando anche lui al primo posto il suo album eponimo due settimane fa. Il suo lavoro, uscito come quello di Arbogast sotto una major, comprende esclusivamente cover: su tutte quella di “Zombie” dei Cranberries  e quella molto soft di “Desenchantée” di Myléne Farmer, pietra miliare della new wave francese

“Non è tutto come appare”, il nuovo di Nicole Tuzii

Ecco un’altra artista che ricomincia. Nicole Tuzii, finalista ad X Factor 5, la prima edizione targata Sky, volta pagina e scrive un nuovo capitolo. Finito anche per lei il contratto con la Sony che aveva dato alle stampe il suo inedito “Sarà possibile” ed il suo primo EP,  eccola ripartire di slancio dopo aver firmato con una piccola etichetta emergente. Per una produzione tutta made in Abruzzo.

“Non è tutto come appare” è il suo secondo singolo, un ritmo funky contaminato dalla “beatbox”, è cucito addosso alla splendida voce di Nicole e racconta del disagio di un adolescente che entra a far parte in un mondo dei grandi, pieno di falsità e doppi sensi. E per la prima volta la giovanissima artista si vede all’opera in un videoclip. Il brano vede la collaborazione dell’altro abruzzese Francesco Sportelli ed ha partecipato alle selezioni di Sanremo Giovani 2013.

“Baciami e basta”, il nuovo di Elhaida Dani

La vincitrice di The Voice, prima artista straniera a trionfare in un talent show italiano, esordisce discograficamente nella nostra lingua con un brano inedito. Il riferimento è naturalmente alla giovanissima albanese Elhaida Dani, della quale avevamo parlato qui in occasione della sua vittoria e della quale poi avevamo ascoltato l’inedito d’esordio, musicato da Riccardo Cocciante suo coach ma scritto in inglese.

Adesso arriva “Baciami e basta“, che porta la firma del “prezzemolino dei talent” Francesco Silvestre, voce e leader dei Modà, che le consegna un brano radiofonico (ma anche se non lo fosse stato, visto l’autore non ci sarebbero stati problemi nel passaggio) ma che non sembra avere quel qualcosa in più che mancava nel brano d’esordio. Lei è brava e si mostra abbastanza versatile anche su questo genere di brani, ma l’attesa è per qualcosa di meglio.