Finale

FINALE – Sabato 18 Maggio ore 21 Diretta Rai 2 (commento Marco Ardemagni, Filippo Solibello e Natasha Lusenti, spokesperson Federica Gentile) e Sm Tv San Marino (commento Lia Fiorio e Gigi Restivo, annuncio dei votiJohna Kennedy O’Conner)

La Svezia canterà per sedicesima, per gli altri 5 big, decisione il 17 maggio.

Posiz. Paese Cantante Canzone
1 FRANCIA Amandine Bourgeois L’enfer et moi
2 LITUANIA Andrius Pojavis Something
3 MOLDAVIA Aliona Moon O mie
4 FINLANDIA Krista Siegfrids Marry Me
5 SPAGNA El sueño de Morfeo Contigo hasta el final
6 BELGIO Roberto Bellarosa Love kills
7 ESTONIA Birgit Et uus saks alguse
8 BIELORUSSIA Alyona Lanskaya Solayoh
9 MALTA Gianluca Tomorrow
10 RUSSIA Dina Garipova What if
11 GERMANIA Cascada Glorious
12 ARMENIA Dorians Lonely planet
13 PAESI BASSI Anouk Birds
14 ROMANIA Cezar It’s my life
15 REGNO UNITO Bonnie Tyler Believe in me
16 SVEZIA Robin Stjernberg You
17 UNGHERIA ByeAlex Kedvesém
18 DANIMARCA Emmelie De Forest Only teardrops
19 ISLANDA Eithor Ingi Eg a lif
20 AZERBAIGIAN Farid Mammadov Hold me
21 GRECIA Koza Mostra ft Agathonas Alchohol is free
22 UCRAINA Zlata Ognevich Gravity
23 ITALIA Marco Mengoni L’essenziale
24 NORVEGIA Margaret Berger I feed you my love
25 GEORGIA Nodi & Sophie Waterfall
26 IRLANDA Ryan Dolan Only love survives

16. SVEZIA: Robin Stjernberg- You: Il vincitore del Melodifestivalen si avvia a fare una bella figura sul palco di casa col suo pop molto eurovisivo. Un genere che piace o non piace, ma se fa un buon live, il rischio è praticamente pari a zero.

Da definire. FRANCIA: Amandine Bourgeois- L’enfer et moi: La entry è di qualità, senza dubbio. Ma forse non è abbastanza convincente per dare una sferzata in positivo ai pessimi risultati della Francia. Un pò pop, un pò vintage, un pò world music. Un pò tutto, un pò niente. Dopo Anggun, un altra sfida a rischiatutto.

Da definire. GERMANIA: Cascada- Glorious: Sono partiti lanciati, schizzati nella top 10 europea prima degli altri. Il progetto eurodance è di spessore, come molte delle loro produzioni. Il pubblico è dalla loro parte e forse anche una fetta di giurati, dovranno conquistarsi le giurie più difficili (come la nostra) e questa è la vera incognita.  Parrebbe scontato che lottino per la vittoria, ma chi lo sa.

Da definire. ITALIA: Marco Mengoni- L’essenziale: Che sia fra i pezzi migliori non c’è nemmeno bisogno di dirlo. Il problema è capire un brano molto italiano come questo potrà trovare il giusto riscontro in Europa. Non è scontato, anche vista la nostra difficoltà ad esportare certi prodotti. E’ destinato a stare nella fuga decisiva. I bookmakers però non sembrano convinti.

Da definire. REGNO UNITO: Bonnie Tyler- Believe in me: Il pezzo rimette le lancette indietro agli anni 90, però è bello e radiofonico e il pubblico sin qui sembra apprezzare. Il vero problema è se Bonnie Tyler sarà in grado di fare un live all’altezza della sua fama. Se ci riuscirà, apprezzeranno anche le giurie e la clamorosa scommessa del Regno Unito potrebbe anche passare all’incasso per un posto di prestigio.

Da definire. SPAGNA: El Sueño de Morfeo- Contigo hasta el final: Fossimo in un festival pop normale, lotterebbero per vincere. Ma all’Eurovision non sempre i pezzi di pop genuino (ancorchè con influenze celtiche) funzionano come dovrebbero. La bella figura è assicurata, un risultato degnissimo anche. La top 10, forse, se la dovranno conquistare. Noi siamo di parte, lo sapete. Per noi hanno già vinto. VOTO 9

Una Risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: