“Rolling in the deep”, Adele fa di nuovo centro (e arriva a Milano)

Il primo album  “19” l’ha fatta conoscere al mondo. Ne avevamo parlato anche noi e del resto il prodotto meritava. Ora dopo aver saccheggiato i Grammy Awards e i Brit Awards (sette premi vinti complessivamente, quattordici nominations), Adele Adkins torna di nuovo sulle scene e nei negozi di dischi.

“Rolling in the deep” è il singolo di lancio del secondo album, che uscendo due anni dopo si chiama “21” (complimenti alla fantasia).Conferma tutto quanto di buono è stato detto e scritto su di lei al momento della prima uscita discografica e sopratutto conferma come certe sonorità facciano molto presa sul pubblico.  Il brano fra l’altro è già in test su  Itunes in Olanda ed ai primi posti in mezza Europa. Un talento vero, molto lontano da diversi prodotti esclusivamente commerciali che arrivano dai paesi anglofoni. Ah dimenticavamo. Il 30 Marzo sarà in concerto a Milano, ai Magazzini Generali.

Anteprima “Una canzone per l’estate 2010”: ecco “Bee” di Lena Meyer Landrut (e relativo album)

Riparte la nostra rubrica “Una canzone per l’estate“, che ufficialmente prenderà il via dopo l’Eurofestival. Ma questa è una gustosa anteprima. Per presentarvi il pezzo – e realtivo album appena uscito – che molto probabilmente si avvia a diventare il tormentone d’Europa. Lei la conoscete già. Si chiama Lena Meyer Landrut ed è la 18enne che rappresenterà la Germania all’Eurofestival (con il pezzo “Satellite“), che trovate a fondo post, favorito per la vittoria.

Quella che sentite sopra è “Bee“, una delle altre canzoni che la giovane ha cantato nella finale di selezione. Un pezzo allegro, estivo, che al momento della sua uscita ha fatto benissimo (secondo posto nelle charts tedesche  e top ten in tre paesi). Ora il pezzo è pronto a scalare l’Europa – come ha fatto “Satellite”  (disco di platino in patria e nella top 5 in sei paesi) insieme all’album “My cassette player”. Che contiene anche il terzo pezzo di selezione, “Love me” e altre dieci tracce, delle quali otto inedite (una è una canzone di Ellie Goulding che la cantante inglese non ha inciso, “Not following“), più due cover  cantate nello show (una di Adele e una di Jason Mraz).

Nelle versioni digitali si aggiungono due bonus track, inedita per Amazon e cover (di Paolo Nutini) per I Tunes. Esiste poi anche una versione deluxe con il dvd del suo percorso ad Unser Star Fur Oslo, il concorso di selezione per l‘Eurofestival. Curiosamente, è in questo momento nelle charts anche la versione di “Bee” cantata dall’altra finalista della selezione, vale a dire Jennifer Braun (la trovate qui sopra). Amici, questo pezzo ci tormenterà a lungo. E anche “Satellite“. Se poi vincesse davvero, sarebbe il massimo. Un peccato davvero che le nostre radio canzoni come queste non le passino. Il disco d’oro arriverebbe anche da noi.

Grammy Awards 2009, tutti i vincitori

19072007182337Successo europeo nella edizione 2009 dei Grammy Awards, gli oscar della Musica Internazionale. Nessun brano o artista italiano, ma tanti big della musica del vecchio continente come i Coldplay e Robert Plant.

Fra i nomi emergenti è il trionfo per la londinese Adele Adkins, grande protagonista con l’album “19” e la grande interpretazione di “Chasing Pavements“. Bene anche l’esordiente gallese Duffy, che vince come miglior album vocale. L’unico artista non anglofono sono i Daft Punk, francesi e trionfatori nella dance. Che però nel lavoro cantano in inglese. Meditate… Dopo il salto, tutti i vincitori.

Continua a leggere

“Make you feel my love”, il nuovo singolo di Adele

Il suo album d’esordio “19” ha venduto un milione e cento mila copie nel mondo. Il brano che lo trascinava, “Chasing pavements” ha vinto tutto quello che c’era da vincere nel panorama della musica internazionale.

Adesso Adele torna in classifica con “Make you feel my love”, quarto singolo estratto dall’album, subito schizzato ai vertici della classifica olandese e lanciato in tutta Europa.

La grande voce jazz di questa 20enne londinese si apre in tutta la sua bellezza e conferma quanto di buono si è detto sul suo talento.  Quanto al brano, come al solito è molto d’atmosfera. Di recente l’artista si è segnata per una notevole donazione di solidarietà a sostegno della lotta all‘Aids in Africa.

Le classifiche di vendita in Europa (11/1/2009)

Novità nella classifica che segna la prima effettiva settimana di vendita del nuovo anno. Nomi nuovi ma soprattutto grandi ritorni. Su tutti quello di Adele, il cui album “19” è tornato in classifica in Olanda sull’onda del nuovo singolo (ne riparleremo). Arriva l’italo-americana Lady Gaga, con la sua “Poker face“.

Tornano anche i Metallica, in Finlandia, resistono alcuni personaggi ormai ben definiti, come Giusy Ferreri, Laura Pausini, la solita Katy Perry, ormai consolidata come una certezza della musica internazionale dopo soltanto un album e due singoli.  E tiene, in Austria, il tedesco Michael Hirte, “l’uomo con l’armonica a bocca” che rifà in chiave strumentale grandi successi e del quale in alto vi proponiamo “You Raise me up”. Sotto, tutti i numeri uno.

AUSTRIA:
Singoli: Hot ‘n cold-Katy Perry
Album: Der mann mit der mundharmonika- Michael Hirte
BELGIO:
Singoli: Home – Tom Helsen & Geike Arnaert
Album: Wit licht – Marco Borsato
DANIMARCA:
Download: Hot ‘n cold- Katy Perry
Album: De stǿrste – Nik & Jay
FINLANDIA:
Singoli: Poker Face-Lady Gaga
Album: Metallica- Death Magnetic
FRANCIA:
Singoli: Soul-Seal
Album: Womanizer-Britney Spears
GERMANIA:
Singoli: Hot ‘n cold-Katy Perry
Album: Was Muss Muss- Herbert Gronemeyer
GRAN BRETAGNA:
Singoli: Hallelujah-Alexandra Burke
Album: The Circus- Take That
IRLANDA:
Singoli: Hallelujah-Alexandra Burke
Album: The Circus- Take That
ITALIA:
Download: Novembre- Giusy Ferreri
Album: Primavera in anticipo-Laura Pausini
NORVEGIA:
Singoli: Hot ‘n cold- Katy Perry
Album: Day & Age – Killers
OLANDA:
Singoli: Dochters- Marco Borsato
Album: 19-Adele
PORTOGALLO:
Airplay: If I were a boy- Beyoncè
Album: O homem que sou-Tony Carreira
REPUBBLICA CECA:
Singoli: This is the life – Amy Mc Donald
Album: Orhozeny druh – Michal Horacek
SPAGNA:
Singoli: Elle Elle l’a – Kate Ryan
Album: A las 5 en el Astoria – La oreja de Van Gogh
SVEZIA:
Singoli: With every bit of me- Kevin Borg
Album: På vårt sått- Scotts
SVIZZERA:
Singoli: Hot’ n cold- Katy Perry
Album: 0816- Bligg

Suoni d’Europa: cose nuove da Gran Bretagna ed Irlanda

Cosa si può proporre che ancora non si conosce da Gran Bretagna ed Irlanda, paesi dai quali siamo continuamente inondati musicalmente? Qualcosa c’è….Seguitemi (e cliccate sui titoli).

Quello che vedete nel video si chiama Andy Abraham, ha 42 anni ed è un ex spazzino reso famoso dalla versione inglese di X -factor, cui ha pertecipato nel 2006. Quest’anno ha rappresentato il Regno Unito all’Eurofestival con questo bel brano r’n’b dal sound un pò anni’70, dal titolo Even If. proprio sul palco della manifestazione, gli inglesi hanno spesso portato belle novità. Come l’ex dj Daz Sampson che nel 2006 portò la bella Teenage life. Lo stesso anno, fu lanciato da “The woah song“, che campiona  “Tarzan boy” del nordirlandese Baltimora. Molto meno belle le festivaliere “Flying the flag” degli Scooch (ultimi nel 2007) e “Tocuh my fire” di Javine (2005).

Gli altri britannici non vanno male. Su questo blog avevamo già segnalato le scozzesi Sandy Thom con “Saturday night” e Amy Mc Donald, della quale va benissimo in tutta Europa “This is the life“. Ma c’è da segnalare anche il dj Calvin Harris, che ha spopolato con “The girls“, nella quale ripete ossessivamente il proprio gradimento per qualsivoglia tipologia di donna, Darius Danesh, anche lui reduce da X-Factor, con “Girl in the moon” , il giovane di nonni italiani Paolo Nutini, lanciato dal tormentone “New shoes” e naturalmente KT Tunstall (qui “Saving my face“). Dalle Isole Shetlands ecco invece Astrid Williamson (“I am the boy for you“).

Sul fronte Inghilterra, i suoni alternativi vanno alla grande. Il più alternativo di tutti – perchè è un tenore – è Paul Potts, vincitore di “Britain got’s talent”. L’album “One chance” è stato a lungo in testa ed ora va forte in Germania. Sentitelo cantare “Nessun dorma”. “Who’d of known” è il nuovo singolo di Lily Allen, disponibile su Myspace, mentre la sua amichetta del cuore Kate Nash, spopola con la sua zuppa di zucca (“Pumpkin soup”).

Senza dimenticare Adele Adkins (le bellissime “Chasing pavements” e “Hometown glory“). Chi ama invece i gruppi innovativi, apprezzerà i da noi già citati Ting Tings (qui c’è la nuova “Shut up and let me go”), i Last Shadow Puppets (“The age of understatement“) o The Kooks (“Shine on”).

Galles ed Irlanda del Nord. Su tutti ovviamente, la voce soul di Duffy con la nuova “Warwick avenue“, ma è assolutamente da apprezzare anche Donna Lewis con “Shout”. Ma il Galles è terra di lingua gaelica. Ascoltatevi le canzoni di Alun Tan Lan sul suo myspace. Interessanti le voce dei nordirlandesi Cara Dillon (“Craigie Hill”) e Foy Vance (“Homebird“). E’ nordirlandese anche Brian Kennedy, che nel 2006 rappresentò l’Eire all’Eurofestival con la dolcissima “Every song is a cry for love“.

Capitolo Irlanda. Cose così così dall’Eurofestival recente. Quest’anno c’erano i rutti del tacchino di pezza Dustin, noto pupazzo della tv dell’Eire. Terribile la sua “Irlande 12 points“. Apprezzabili invece, i suoni celtici del 2007 con i Dervish e la loro canzone di pace “They can’t stop the spring” (ma quanto è bella la voce di Cathy Jordan). Buone cose anche dall’ex Westlife Mickey Harte, qui ascoltiamo “We’ve got the world tonight” e Damien Dempsey (“Your pretty smile“).

Più pop invece, quello delle Ladyface, due dragqueen incredibilmente femminili: ascoltate “Finally”. In chiusura, vi proponiamo “Falling slowly”, che Glen Hansard canta con la popstar ceca Marketa Irglova: ha vinto l’Oscar 2008 come miglior canzone: era nel film “Once”. Ascoltate e sognate.