Dalla Svezia arriva nei negozi italiani l’album di Ola (con la Universal che produce Lena….)

Ringrazio l’amico Gandan per questa segnalazione, la facciamo volentieri perchè il ragazzo merita. Lui si chiama Ola Svensson, in arte solo Ola,  ha 24 anni ed è svedese. In patria è diventato famoso grazie a Pop Idol, cui ha preso parte nel 2005.  E alle spalle ha già quattro album di grosso successo. Ora sbarca in Italia con l’album che porta semplicemente il suo nome, che in Svezia è andato benissimo.

I singoli che lo accompagnano, entrambi con alle spalle un primo posto nelle charts sono “Unstoppable“, che ha presentato al Melodifestivalen,  il concorso di selezione svedese per l’Eurofestival e “Overdrive“, un altro grosso tormentone tutto da canticchiare. Il fatto che questo ragazzo arrivi in Italia senza grossa promozione è già un evento. Ma c”è dell’altro.

Lo produce la Universal, una casa discografica che all’estero ha molti artisti e che quest’anno fra l’altro ha sotto contratto proprio la vincitrice dell’Eurofestival, Lena Meyer Landrut. E sul disco c’è scritto “Universal Italia” (il cd l’abbiamo trovato fra l’altro sul Mondadori Shop). Un altro segnale di come si stia cercando di far breccia nel nostro paese con questa musica che va forte in tutta Europa.

Lui è bravo, ha talento e fa canzoni molto interessanti (le 13 tracce dell’album lo confermano), ma il suo sbarco in Italia ci fa salire un altra considerazione. Tempo fa arrivò da noi Agnes Carlsson, che noi lanciammo per primi con “Release me” e “On and on”. Ora Ola. Prima ancora, nel corso degli anni, numerosi artisti svedesi sono arrivati da noi. Del resto, è la Svezia il terzo maggiore esportatore di musica nel mondo. No, non è l’Italia, questo è quello che  dice la Fimi, ma ovviamente è di parte. I dati dicono che è la Svezia. Non a caso, quasi tutti i big americani hanno un produttore europeo svedese.

“Crash and burn”, il nuovo singolo di Erik Gronwall

Chitarre distorte a manetta e pezzo molto radiofonico. Il nuovo singolo di Erik Gronwall, il ventiduenne che l’anno scorso vinse Swedish Idol, l’edizione locale di Pop Idol, va nel segno dell’energia. Ne avevamo già parlato un pò di tempo fa in occasione dell’uscita di “Higher“, primo singolo assoluto, che anticipava l’album eponimo, andato benissimo in patria (ma il singolo è andato meglio, vincendo il disco di platino). Ora rieccoci a parlarne di nuovo.

Somewhere between rock and a hard place” è l’album che uscirà il 2 giugno, anciticipato appunto da “Crash and burn” che trovate sopra.  In Svezia sanno scegliere i talenti: da Pop Idol recentemente sono saliti alle cronache Agnes Carlsson (quella di “On and on” e “Realease me”) e Marie Picasso. Il ragazzo ci sembra avere talento e il prodotto è molto valido radiofonicamente. Aspettiamo l’album

Da Swedish Idol, ecco “Higher”, l’esordio del vincitore 2009 Erik Gronwall

Nomi nuovi all’orizzonte della musica europea. Dal format svedese di “American Idol” (che in Svezia diventa appunto “Swedish Idol”), eccovi Erik Gronwall, 21 anni, vincitore della manifestazione che in questi anni ha lanciato anche Agnes (quella di “Release me”) e Marie Picasso.

Quello che trovate sopra è “Higher“, singolo d’esordio, pezzo inedito, con il quale il biondo artista è subito schizzato in testa alle classifiche svedesi. Molto carino, dal sound anni’80. Per adesso ci piace, vedremo se sfornerà nuovi brani di talenti.

“I need you now”, il nuovo tormentone di Agnes (e un altro pezzo non uscito in Italia!)

Fieramente lo ricordiamo, siamo stati tra i primi a portare a conoscenza del pubblico italiano questa ventunenne svedese che risponde al nome di Agnes Carlsson. Molto prima che diventasse un successo mondiale, avevamo parlato di “Release me” e ancora prima di quella “On and on che in Svezia è già vecchiotta ma che da noi è appena arrivata. Adesso preparatevi per altri due pezzi forti.

Sopra trovate “I need you know“, un altro dei singoli estratti dal pluripremiato album “Dance love pop“. Singolo che in Gran Bretagna  è partito un pò in sordina ma è in classifica da una settimana e che da noi invece non è ancora arrivato. Qui invece alla scoperta di un pezzo niente male, che forse da noi non arriverà mai. Si chiama “Love love love” e l’artista, vincitrice nel 2005 di Pop Idol versione svedese, ha presentato in concorso al Melodifestivalen, la selezione locale per l’Eurofestival (arrivando ottava).

Due motivi niente male, molto molto canticchiabili, per una ragazza di parecchio talento e notevole presenza scenica, anche aiutata dalla somiglianza con Leona Lewis. Ma a noi lei, rispetto alla britannica piace molto di più. Attenzione ad “I need you now“, è proprio un gran pezzo, un vero tormentone e fra l’altro ne esistono già diversi remix per la discoteca. La Svezia non tradisce mai…

“Antoher love’s gone”, l’esordio di Robin Bengtsson (Swedish Idol)

Roba fresca dalla Svezia, altro paese che musicalmente non tradisce mai. La nuova proposta, interessantissima davvero, si chiama Robin Bengtsson ed ha solo 19 anni. Se vi state facendo la solita domanda, la risposta è: sì, anche lui è un figlio dei talent show.

Robin è arrivato terzo all’edizione svedese di “Idol”, anno 2008. Un talent che ha lanciato, fra l’altro anche quella Agnes Carlsson del quale sta girando il successo “Release me” e della quale abbiamo parlato per primi (a proposito, è in arrivo “On and on”, che in Svezia è vecchio di un anno abboandante, ma che da noi ancora non è uscito: ne avevamo parlato qui).

Another love’s gone” è il primo inedito di questo ragazzo che fino ad ora aveva inciso solo le cover: ottima musica, pop non banale, pezzo parecchio radiofonico e lui ha davvero una bella voce. Ne risentiremo parlare perchè questo ragazzo ha talento.

European MTV Music Awards 2009, queste le nomination per il miglior artista nei vari paesi

MTV-ema09Sono state rese pubbliche le nomination per il premio di “miglior artista” nelle varie “regioni” dove è presente una emittente dedicata di MTV. Questo in vista degli MTV Music Awards, il premio internazionale della musica europea organizzato dalla popolare emittente in programma il 5 novembre prossimo a Berlino. Da questi uscirà poi, come dai vincitori di ogni categoria “regionale” un vincitore assoluto.

Sotto, tutti i candidati.Qualche notazione. Per quanto concerne l’Italia non ci sono – per ora – artisti usciti da Amici, mentre c’è Giusy Ferreri di X Factor. Qualcosa vorrà dire, anche se probabilmente, per via della permanenza in classifica, ci aspettiamo fra gli album la presenza di “Stupida” della Amoroso o del lavoro di Marco Carta.

A conferma di quello che andiamo dicendo da tempo, anch quest’anno è ricco il parterre di artisti che hanno partecipato al’Eurofestival. Notiamo: Kenan Dugulu, Helena Paparizou, Marika, Lovebugs e l’immancabile Dima Bilan. La rassegna dunque funziona (Bilan è un ex vincitore, l’anno scorso si impose l’israeliana Shiri Maimon).

Non sono poi così tanti gli artisti da primato in classifica, per un premio che tende a valorizzare i sound particolare: si prospetta però una bella lotta in Germania, Spagna, Polonia e Regno Unito. Ci fa piacere vedere, per esempio, artisti come i greci Onirama, la lettone DJ Ella o gli ottimi polacchi Afromental.

BEST ITALIAN ACT:  1) “Giusy Ferreri, 2) J AX, 3)  Lost, 4) TizianoFerro, 5)  Zero Assoluto

BEST BALTIC ACT – 1) Chungin and The Cats of Destiny (Estonia), 2) DJ Ella (Lettonia), 3) Flamingo (Lituania), 4) Leon Somov & Jazzu (Lituania), 5) Popidiot (Estonia)

BEST UK & IRELAND ACT – 1) Florence & The Machine (Inghilterra), 2) La Roux (Inghilterra), 3) Pixie Lott (Inghilterra) 4) The Saturdays (Inghilterra) , 5) Tinchy Strider (Inghilterra).

BEST FRENCH ACT: 1) David Guetta 2) Olivia Ruiz, 3) Orehlsan, 4) Rohff 5) Sliimy

BEST ADRIA(TIC) ACT: 1) Darwood Dub (Serbia), 2) Dubioza Kolectiv (Bosnia Erzegovina) 3) The Elvis Jackson (Slovenia) 4) Lollobrigida (Croazia) 5) Superhiks (Macedonia)

BEST BELGIAN AND DUTCH ACT: 1) Alain Clark (Olanda) 2) The Black Box Revelation (Belgio) 3) Esmée Danters (Olanda) 4) Fedde Le Grand (Olanda) 5) Milow (Belgio)

BEST DANISH ACT: 1) Dunè 2 )The Jooks  3) L.O.C 4) Medina 5 Outlandish

BEST FINNISH ACT: 1) Apulanta 2) Cheek 3) Deep Insight 4) Happoradio 5) Disco Ensemble

BEST GERMAN ACT: 1) Peter Fox 2) Jan Delay 3) Silbermond 4) Sohne Mannheims 5) Sportfreund stiller

BEST GREEK ACT: 1) Elena Paparizou 2) Monika 3) Matisse 4 ) Onirama 5) Professional Sinnerz

BEST SPANISH ACT: 1) Fangoria 2) Macaco 3) Nena Daconte 4) Russian Red 5) We are standard

BEST HUNGARIAN ACT: 1) Esclin Syndo 2) The Idoru 3) The Kolin 4) The Moog 5) Zagar

BEST ISRAELI ACT:  1) Asaf Avidan & the Mojos 2)Assaf Amdursky3) Infected Mushroom 4) Ninet Tayeb 5) Terry Poison

BEST NORWEGIAN ACT: Donkeyboy, Maria Mena, Paperboys, Røyksopp, Yoga Fire

BEST POLISH ACT: Afromental, Ania Dąbrowska, Doda, Ewa Farna, Jamal

BEST PORTUGUESE ACT: Buraka Som Sistema, David Fonseca, Os Pontos Negros, X-Wife, Xutos e Pontapés

BEST ROMANIAN AND MOLDAVIAN ACT: David Deejay feat. Dony, Inna, Puya feat. George Hora, Smiley, Tom Boxer feat. Jay

BEST SWEDISH ACT: Adiam Dymott, 2) Agnes, 3) Darin, 4) Promoe 5) Mando Diao

BEST SWISS ACT: 1) Lovebugs 2) Phenomden 3) Ritschi 4) Seven 5) Stress

BEST TURKISH ACT: 1) Atiye Deniz 2) Bedük 3) Kenan Doğulu 4)  maNga, 5) Nil Karaibrahimgil

BEST RUSSIAN ACT: 1) Centr, 2) Dima Bilan 3) Kasta 4) Sergey Lazarev, 5) Timati

BEST UKRAINIAN ACT: 1) Antitila 2) Druga Rika  3) Green Grey 4) Kamon  5)  Lama

BEST ARABIAN ACT (sono gli artisti dei paesi del Bacino del Mediterraneo, associati agli awards europei pur non essendo del nostro continente):  1) Amr Mostafa (Egitto) 2) Darine Hadchiti (Libano) 3) Joe Askhar (Libano) 4) Ramy Sabry (Egitto) 5) Rashed Al-Majed (Araba Saudita)

Una canzone per l’estate 2009: ancora Agnes con “Release me”

Qualche giorno fa, in apertura della nostra rubrica, vi avevamo parlato di Agnes Carlsson e della sua “On ad On“. Torniamo a parlarne perchè come spesso capita la musica fa giri strani. Così mentre “On and on” è partito dalla Svezia a metà 2008  per arrivare nel resto del continente, adesso sta partendo dalla stessa zona un altro brano dell’album “Dance love pop”.

Si tratta di “Release me”. Sicuramente meno tormentone, ma altrettanto, se non più, energetico. Questa ragazza, che nell’aspetto somiglia molto a Leona Lewis, è brava e questo album pop lo sta a dimostrare. Ascoltate per esempio “Love is all around”. Bella voce, belle sonorità, ritornelli da canticchiare e non si sta fermi. Quello che ci vuole per scuoterci in questa estate caldissima.

Una canzone per l’estate 2009: “On and on” di Agnes

Riparte la rassegna dei tormentoni che ci accompagneranno durante l’estate, che è alle porte temporalmente ma già assolutamente presente dal punto di vista delle temperature. Partiamo alla grande, con una delle canzoni che stanno martellando maggiormente le orecchie dei giovani di mezza Europa.

On and on” è il singolo, discretamente tormentone, che segna  il ritorno, dopo due anni di silenzio, della 21enne svedese Agnes Carlsson, meglio nota soltanto come Agnes.

Vincitrice di “Pop Idol” in Svezia, il brano è stato lanciato dalle sue parti a fine 2008 e adesso sta girando l’Europa. Fa parte del nuovo lavoro “Dance love pop”, di buon successo in patria. Notevole davvero.