Eurovision 2013: ecco i 9 finalisti della Svizzera

Come ormai avviene da qualche anno, la Svizzera è il primo paese a rendere nota l’accoppiata cantante-canzone per il prossimo Eurovision Song Contest.La finale nazionale si svolgerà come l’anno scorso a Kreuzlingen, il prossimo 15 dicembre e vedrà in gara 9 artisti, che saranno votati per metà col televoto e per metà da una giuria di esperti del settore musicale. Ecco i nove candidati.

SELEZIONATI DA SF – SCHWEIZER FERNSEHEN CON VOTO ON LINE E DEGLI ESPERTI

ANTHONY BIGHEAD, “Do the monkey” – Il 25enne conduttore televisivo è un volto molto popolare fra i giovanissimi svizzeri, dato che è un volto della tv Joiz, che nell’area tedesca si rivolge ad un pubblico fra i 15 ed i 34 anni. “La mia proposta è nel solco di Stefan Raab e Guildo Horn“, dice, ricordando altre proposte “curiose” che approdarono sul palco eurovisivo.  Questo è un buon motivo perchè non vinca, per esempio.

HEILSARMEE- “You and me” – Grandi favoriti per la vittoria finale, si tratta di una ensemble che mete insieme sei componenti fra i 20 ed i 94 anni tutti facenti realmente parte della benemerita organizzazione umanitaria di matrice cristiana evangelica. Non sono neofiti del canto: l’associazione effettua sempre concerti e suona regolarmente anche durante le missioni. Nel periodo di Avvento sono tradizionali protagonisti lungo le strade svizzere, con canti religiosi ma anche profani. C’è dietro un progetto sociale e di promozione e tutta la canzone è un inno all’attività umanitaria della band. E in più l’avventura eurovisiva è patrocinata dagli stessi produttori di stelle svizzere come Bligg e Baschi e la loro associazione è molto forte anche in Ungheria e in tutto il mondo cristiano non-cattolico.

JESSE RITCH – Forever & A Day:  Classe 1992, nato a Berna da padre africano, è famoso in Svizzera ma anche in Germania ed Austria per essere arrivato terzo all’ultima edizione di Deutschland Sucht den Superstar, la versione teutonica del popolare talent show Pop Idol in onda sul network transnazionale RTL e prima ancora aveva partecipato a Das Supertalent, sempre su RTL

MELISSA – The point of no return– Nata a Montreux, dove la famiglia si era trasferita in possesso di doppio passaporto, Melissa ha 24 anni ed è in realtà di Salinas di Alicante, in Spagna. Studentessa di canto lirico, è alla seconda finale eurovisiva, avendo preso parte anche a “Destino Eurovision”, la selezione spagnola, nel 2011. In caso di qualificazione per Malmo, può contare anche su un possibile bacino di voti in Belgio, dove ha un’altra fetta di famiglia.

SELEZIONATI INTERNAMENTE DA TSR – TELEVISION SUISSE ROMANDE

CARROUSEL – J’avais rendez- vous: Ovvero Sophie e Leonard, da Delemont. Duo raffinato, con un primo album di discreto successo e 200 date in giro per la Svizzera, è uscito il secondo album che punteranno a promuovere ancora sperando nella qualificazione eurovisiva.

NICOLAS FRAISSINET – Leve toi: Cantautore svizzero  (di Tolchenaz) di stanza a Parigi e virtuoso del pianoforte, con due album e 180 concerti all’attivo fra Francia, Belgio, Svizzera e Canada. Il secondo album, uscito grazie al progetto della Akamusic, l’etichetta comunitaria belga, interamente finanziata dagli internauti (già presente all’Esc 2011 proprio producendo i belgi Witloof Bay) è stato recentemente premiato dall’Accademia Charles Cros, che organizza ogni anno il Gran Prix de La Musique, uno dei premi della musica francese, riservato alla chanson e alla musica popolare.

NILL KLEMM- On my headNato a Pully,  cantautore, ha un album all’attivo e diversi buoni riconoscimenti in termini di critica.

SELEZIONATI CON CONCORSO TV DA RSI – RADIOTELEVISIONE DELLA SVIZZERA ITALIANA

CHIARA DUBEY – Bella sera: L’unico brano in italiano è della 19enne cantautrice di Ronco sopra Ascona che l’anno scorso arrivò terza, da perfetta esordiente, alla finale nazionale svizzera con “Anima nuova”, dedicata alla nascita della figlia della sua insegnante di violino. Quest’anno, in attesa del primo album, ci riprova con una nanna, che però non è dedicata ad una bambina, almeno così ha lasciato intendere. Selezionata dal pubblico.

ALLY – “Catch me”, Cantautrice originaria di Canobbio che qui però porta un pezzo scritto da altri, canta da quando ha  9 anni, ha una lunga esperienza live e vanta la partecipazione a diversi concorsi canori, uno dei quali vinto quando era ragazzina. Selezionata dalla giuria.

Eurovision 2013: la Rai ci sarà. Anouk prima partecipante ufficiale

CHiara Dubey

Ieri pomeriggio, anticipata da Eurofestival News e confermata poco dopo dalla tv di stato tramite la pagina facebook dedicata alla rassegna, è arrivata, con larghissimo anticipo sui tempi previsti, la notizia tanto attesa: la Rai sarà presente anche nel 2013 all‘Eurovision Song Contest, in programma il 14, 16 e 18 maggio a Malmo in Svezia. Poche righe, che annunciavano la presenza dell’Italia, a conferma dunque che l’attuale dirigenza vuole proseguire nella linea di promozione europea del paese anche attraverso la vetrina eurovisiva.

Non è ancora stato detto niente relativamente alle modalità di selezione del cantante e della canzone, ma una cosa è certa: non sarà, come invece da alcuni ventilato The Voice, lo show che selezionerà l’artista, soprattutto perchè il programma parte a febbraio e si concluderà troppo tardi rispetto ai tempi della deadline per l’annuncio di cantante e canzone fissata dall’Ebu, prevista a metà marzo. Con ogni probabilità l’annuncio verrà dato a Sanremo, ma non è ancora chiaro se si pescherà in tutto o in parte (come l’anno scorso) dal lotto dei partecipanti o se invece l’Ariston, con la serata finale del Festival saranno solo il teatro dell’annuncio dopo una scelta completamente interna.

SAN MARINO IN ATTESA – Resta alla finestra invece, SmTV San Marino. La quale, prima di conoscere il destino del direttore Carmen Lasorella, che potrebbe anche essere richiamata a Roma dalla Rai se si dovesse interrompere il rapporto di consociazione con la nostra tv (e di finanziamento parziale), dovrà celebrare le elezioni politiche. Solo dopo si parlerà di Eurovision, anche se sul tavolo della tv sono già arrivati alcuni progetti. 

UPDATE: La Rai sembra aver confermato la convenzione con Smtv ma ha comunque richiamato a Roma Carmen Lasorella, nominando nuovo dg della tv del Titano Carlo Romeo. Approfondimento in questo link.

OLANDA: ANOUK – La tv olandese, intanto, dopo vari tentennamenti, ha deciso di rinunciare al concorso di selezione, accettando l’autocandidatura della rocker Anouk, nota in Europa per il successo “Nobody’s wife” e campionessa di vendite in patria. L’artista si era proposta ma inizialmente Tros aveva deciso di ripetere l’esperimento della selezione tv affidandosi di nuovo a John De Mol, Mister Grande Fratello. Poi il ripensamento e la scelta di Anouk, che presenterà internamente la propria canzone.

SVIZZERA, I FINALISTI DEL TICINO – Ieri sera intanto, è partita ufficialmente la stagione delle finali eurovisive con la serata regionale della Rsi, la tv svizzera di lingua italiana, che con un galà dal Living Room di Lugano, trasmesso in diretta  radiofonica e in streaming sulla Rete Tre, ha scelto i due finalisti che il prossimo 15 dicembre a Kreuzlingen si giocheranno l’accesso a Malmo con gli altri 7, che usciranno 3 dalla selezione interna della RTS, tv francofona e 4 da quella online della SF (lingua tedesca), le cui votazioni sono in corso.

La prima è  Chiara Dubey, la 18enne di Ronco sopra Ascona che già l’anno scorso strappò il biglietto per la finale arrivando terza con “Anima nuova” e che quest’anno si è qualificata con “Bella sera”, scritta anche stavolta da lei stessa. Una ballata molto dolce, una ninna nanna di atmosfera che fa il paio con il brano che l’anno scorso dedicò alla nascita della figlia della sua insegnante di violino. La seconda è la giovanissima Ally, interprete che ha presentato un brano di chiara matrice dance dal titolo “Catch me”, alla sua prima finale. Il brano lo trovate qui. Approfondimenti come al solito su Eurofestival News