Nuovi singoli per Jessica Mazzoli (incinta) e Claudio Cera

Per entrambi l’avventura sanremese è già finita, visto che non sono entrati nel novero dei sessanta audizionati per la sezione Giovani del Festival in un caso e alla seconda fase di Area Sanremo nell’altro.  E per Jessica Mazzoli è finito anche il contratto che la legava alla Sony, che ha prodotto il primo Ep per poi chiudere l’esperienza con la cantante sarda. Per lei e per l’altro reduce da X Factor Claudio Cera, arrivano nuovi singoli.

Che dire di “Megalomane” di Jessica Mazzoli. C’è da sperare che le cose migliorino perchè dopo il brutto inedito d’esordio firmato Gianluca Grignani, anche questo secondo brano nuovo non pare entusiasmante, anche se lei nel video ci dà dentro. Peraltro noterete dei commenti negativi nella parte inferiore dello stesso: fanno parte del video e l’autoironia è sicuramente la cosa migliore di questa produzione. Ora non resta che aspettare la pubblicazione del brano non accettato a Sanremo “Guardo lontano”. Chissà se uscirà prima o dopo la nascita del figlio che aspetta dal compagno Morgan.

Gira invece in rete da un pò il singolo numero due di Claudio Cera, del quale avevamo parlato qui in occasione dell’esordio discografico. Anche in questo caso “Ti muovi come un onda” non vale “La mia vertigine”, ma il brano è molto leggero e si ascolta volentieri. C’è da dire che il cantante romano su twitter ha espresso il proprio rammarico per la fine dell’avventura sanremese (si era iscritto ad Area Sanremo), twittando direttamente alla Sony Music la speranza di meritarsi un contratto con loro e ritentare l’anno prossimo…

Area Sanremo, partiti i corsi: 296 iscritti, in due all’Ariston

E’ partita ufficialmente la macchina di Area Sanremo, l’accademia musicale di cui è capostruttura Paolo Giordano, prima firma de Il Giornale e che porta due cantanti sul palco del Festival di Sanremo 2013, assegnando appunto due degli otto posti dei giovani (gli altri sei saranno selezionati dalla commissione artistica con a capo il direttore artistico del Festival Mauro Pagani). Va detto che in deroga al regolamento della rassegna, ad Area Sanremo sono presenti anche minorenni, gli unici, nel caso fossero fra i due vincitori, ammessi all’Ariston.

Le lezioni vanno avanti ancora fino a domani (ospiti in questi giorni Beppe Carletti, Marco Masini, Gaetano Curreri, Luca Jurman e Paolo Vallesi). A queste seguiranno  le prime fasi (dal 5 all’11 novembre), i corsi perfezionamento (dal 23 al 25 novembre) e la fase finale (dicembre). Due le sezioni, Sanremo Lab e Sanremo Doc (per il dialetto). Per la prima volta a presiedere la Commissione sarà una donna: Andrea Mirò, affiancata da Omar Pedrini e Niccolò Agliardi.

L’elenco completo degli iscritti è una parte in questo link e una seconda in quest’altro. Qualche nome noto fra gli iscritti. Per esempio giovani cantanti in rampa di lancio fra cui Alessandra Becelli (di cui abbiamo parlato qui), gli April’s Fools, Giusy Mangiaruga, finalista a Castrocaro 2012, Stefano Gelmini, finalista a Sanremosocial 2012 come i Virginia Gold; i Kachupa, visti ad Umbria Folk Festival e protagonisti sulla scena della World Music anche all’estero, Marco Iecher, più volte iscritto alle selezioni di Sanremo.

Per la serie “figli dei talent” ci sono nell’ordine Simonetta Spiri e Valeria Romitelli ex Amici (quest’ultima vista nell’ultima edizione, la prima anche finalista a Sanremosocial 2012 con uno dei pezzi più belli), Antonio Marino da X Factor prima edizione e Claudio Cera dalla quinta (iscritto solo come Claudio), Donato Santoianni da Ti Lascio una canzone, Sara Gavillucci da Io Canto e Irene Ghiotto ex Star Academy.

Poi c’è NaElia, all’anagrafe Eliana Tumminelli, terza quest’anno a Musicultura 2012 e vincitrice del premio per il miglior progetto discografico e c’è Dajana D’Ippolito che l’anno scorso, non in gara a Sanremosocial fece squalificare giusto appena prima della finale Vittorio Sisto perchè cantava “Sono solo quel che vedi”, dal lei stessa cantata, incisa e venduta (e proposta quattro anni prima alla commissione per la stessa rassegna).

“La mia vertigine”, l’esordio di Claudio Cera

“Per noi è si”, potrebbe quasi dirsi restando in tema col programma. “La mia vertigine” è l’esordio discografico del 26enne romano Claudio Cera, l’anno scorso concorrente nella categoria Over 25 di Arisa ad X factor. La ballata, scritta da Matteo Pace e da Roberto Cola, che è anche produttore del brano, è una ballata decisamente dal sound moderno, e internazionale molto ben interpretata dal cantante romano.

Una canzone con l’X Factor, “che mi rappresenta molto e rappresenta il mio percorso dentro X Factor“, spiega al sito della trasmissione lo stesso artista. Adesso per lui ci sono in programma diverse apparizioni questa estate ed il primo album, che uscirà sempre per la piccola casa discografica indipendente che la lanciato il singolo (Il Piano Progetti Sonori) nel prossimo settembre. Le premesse per far bene, almeno a sentire il brano, ci sono tutte.

X Factor 5, la quinta puntata: fuori Valerio De Rosa e Claudio Cera

Quinta puntata con doppia eliminazione.  Il ballottaggio a tre Valerio-Vincenzo-Claudio penalizza Valerio, il più debole degli otto rimasti in concorso (forse anche dei 12), salvato a sorpresa giovedì scorso. Lo spareggio acappella elimina Claudio Cera senza particolari demeriti, ma il livello è altissimo e qualcuno deve pur uscire.

I cantanti di Morgan pagano brani lontani dalla memoria collettiva e nel caso di Vincenzo Di Bella  anche un’esibizione penalizzata dall’arrangiamento del pezzo.

Con la squadra intatta a sole tre settimane dalla fine, il gruppo delle Under 25 Donne diventa favoritissimo per piazzarne almeno due sul podio, anche se la sensazione è che Francesca Michielin, se non interverranno colpi di genio (e pare difficile) abbia finito le cartucce.

UNDER 25 DONNE

FRANCESCA MICHIELIN – Confusa e felice di Carmen Consoli – Per cantare bene canta bene. Ma ormai è un fatto noto. Però si sentiva che la canzone non le piaceva granchè. Non sbaglia nulla ma emoziona quasi niente, meglio altre volte. Evita il ballottaggio nella sua sera  peggiore, in cui forse lo meritava. VOTO 7

JESSICA MAZZOLI – Sally di Vasco Rossi – L’arrangiamento non è bellissimo e snatura un pezzo che anche nelle varie cover siamo abituati a sentire abbastanza conforme all’originale. Le sue doti vocali notevolissime, la grande capacità interpretativa e l’immagine che bucano lo schermo sono un valore aggiunto decisivo. Il paragone con Mia Martini è esagerato, però è un gran talento, quello si. VOTO 8

NICOLE TUZIIIo non lascio traccia dei Negramaro– Una macchina da musica. Canta di tutto e tutto bene. Impressionante, anche su un genere come questo  su un pezzo con tonalità maschile altissima. Volendo trovare il pelo nell’uovo ha sbagliato l’inizio, ma poi la performance è andata in crescendo e nel finale c’è stato addirittura un virtuosismo. Forse la migliore esibizione in assoluto dell’edizione. VOTO 9.5

UNDER 25 UOMINI

VALERIO DE ROSA – Il bimbo sul Leone di Adriano Celentano e Labyrinth di Elisa- Il pezzo si perde nella memoria (è del 1963), ma lo swing che ne viene fuori è divertentissimo.  Non sbaglia sulle note basse e non è facile per uno come lui, che oltretutto si diverte molto. Però era piaciuto di più altre volte. Modesto al ballottaggio, il pubblico lo elimina. VOTO 7.5 (alla prima esibizione)

VINCENZO DI BELLA Time di Alan Parson Project e Anna  e Marco di Lucia Dalla– Anche questo è un pezzo poco noto al grande pubblico, che lui interpreta col solito mestiere, senza sbagliare niente. La presa che ottiene non è fortissima, però lui è meglio su pezzi cantautorali e si, l’arrangiamento lo sovrastava. Ottimo al ballottaggio (meritato), quella è la su cifra musicale, decisamente.  Si salva due volte, forse anche per questo motivo. VOTO 6.5  (alla prima esibizione)

OVER 25

ANTONELLA LO COCO  – Missing degli Everything But the girl – Tra le migliori della serie, mette sul palco la sua esperienza di live e la fa pesare molto in termini di esibizione. Canta bene, questo è anche il suo genere, si muove benissimo. E’ già pronta. VOTO  9

CLAUDIO CERA – Una poesia anche per te di Elisa  e Se stasera sono qui di Luigi Tenco.-Sempre bravo, dimostra come si possano fare ottime cose anche senza strafare. Nel finale sentire tutte le sue sfumature  timbriche e mostra un ottimo fiato.In una puntata con diverse ottime esibizioni non sfigura. Al ballottaggio canta bene un pezzo di Tenco rovinato da un arrangiamento che non gli rende giustizia trasformandolo in un improbabile blues. Il pubblico lo salva, i giudici no, il pubblico dissente e fischia Elio. VOTO 7.5  (alla prima esibizione)

GRUPPI VOCALI

I MODERNI – Fuck you di Ce Lo Green– Belli freschi, allegri, divertenti. E’sicuramente il loro genere e loro lo interpretano come al solito benissimo. Sono penalizzati molto dall’impossibilità, causa regolamento, di poter cantare a cappella, dove renderebbero cento volte meglio. Potevano rischiare grosso, passano il turno con merito. VOTO 8


X Factor 5, quarta puntata, fuori le Cafè Margot

Quarta puntata di X Factor 5. Insieme agli ascolti cresce sempre di più anche la bravura dei ragazzi. Dopo lo sfacelo dell’anno scorso, quest’anno si è pescato molto bene. Due gruppi al ballottaggio, immeritatamente, Elio dunque resta con un solo artista in gara, i Moderni, con le Cafè Margot che escono. Simona Ventura, invece, rischia seriamente di arrivare alla finale con tutte e tre, perchè al momento sembrano davvero imbattibili.

UNDER 24 DONNE

FRANCESCA MICHIELIN – Higher Ground di Stevie Wonder nella versione dei Red Hot Chili Peppers- Si sentiva che il pezzo le piace anche se effettivamente era una copia piuttosto conforme all’originale. Ha ragione Elio, forse serviva un arrangiamento meno ridondante o un tono più alto, ma vista l’influenza va bene così. Molto naturale. VOTO  7.5

NICOLE TUZII- Heaven di Emely Sandè – Il complicatissimo pezzo della cantante scozzese le entra dentro come fosse un giochetto. Canta di tutto e tutto benissimo. Soprattutto,  canta bene anche ballando o muovendosi. Che non poco. Una macchina da musica.VOTO 9

JESSICA MAZZOLI Folle città di Loredana Bertè – Cresce a vista d’occhio. E’entrata come la meno coinvincente, adesso è forse quella che può maggiormente dare battaglia a Nicole per la vittoria finale. Soprattutto ha una grande capacità interpretativa. Il brano le calza a pennello. VOTO 9

UNDER 24 UOMINI

VINCENZO DI BELLA – Portatemi Dio di Vasco Rossi – Bravo è bravo, nel senso che non sbaglia nulla. Ma altra volte era sembrato più a suo agio. Il rischio delle canzoni di Vasco Rossi è proprio quello, di lasciarsi troppo andare. VOTO 7

VALERIO DE ROSA – Cigarettes and Coffee di Scialpi – Già il pezzo non è molto noto al grande pubblico (fu il primo brano del cantante parmense, scritto ad appena 16 anni), in più lui per cercare di non sbagliare nulla, ci dà dentro con la tecnica e non sbaglia. Ma non emoziona per niente. Mezzo punto in più perchè non conosceva l’artista e poco il pezzo, è sempre un valore aggiunto quando lo fai bene. VOTO 7

OVER 24

CLAUDIO CERA – Mi sei scoppiato dentro al cuore di Mina – L’arrangiamento dance pop è la perla della serata. Se incidono il pezzo completo e lo fanno uscire come singolo, è da primo posto in classifica. Grande idea. Lui forse è quello col timbro meno particolare, ma sui pezzi pop o resi tali, va molto bene. VOTO 8.5 (un punto in più per l’arrangiamento)

ANTONELLA LO COCO – Mad about you degli Hooverphonic – A tratti in difficoltà sulle note più alte, leggermente strozzate, un peccato perchè il pezzo le piaceva e si sentiva e perchè sul resto è andata come sempre come un treno. E’comunque vero che l’originale era stridulo. Però ha carisma, un timbro riconoscibilissimo ed è una delle poche artiste già pronte. VOTO 7.5

GRUPPI VOCALI

I MODERNI – Back it up di Caro Emerald e In the air tonight di Phil Collins- Sorvolando ancora una volta sulla necessità di acconciarli in questo modo, l’esibizione è fresca, moderna e  non stravolge la bellezza del pezzo originale ma lo arricchisce con alcune perle come il “Beatboxing” e lo scratch fatto a voce che rendono il tutto molto originale. Da non credere il loro passaggio al ballottaggio,dove fanno una grande cosa su Phil Collins. Meglio senza base, molto meglio. VOTO 9

CAFE’ MARGOT – Senza paura di Ornella Vanoni ft Toquinho e  Vinicius de Moraes  e It’s oh so quiet di Bjork-Sull’esecuzione niente altro da dire se non che conferma la loro bravura soprattutto su cose sofisticate come questa. Poi ha ragione Morgan, le ragazze non hanno bisogno di orpelli. Fare la macchietta non le aiuta. Peccato per il ballottaggio, dove rifanno Bjork, sul loro livello ma meglio rispetto a quando l’avevano fatto in gara. Escono,  perdendo nettamente lo spareggio, al quale però non dovevano andare VOTO 8

X Factor 5, terza puntata, esce Davide Papasidero. Morgan attacca la Rai: “Me ne sono andato perchè là era tutto finto”

Terzo live show per X Factor, si canta su canzoni della disco dance (esclusi ovviamente i ballottaggi), che non è il massimo per evidenziare al meglio le prestazioni ed infatti è uscito uno spareggio a sorpresa, che ha premiato a sorpresa Valerio De Rosa a scapito di Davide Papasidero.

Morgan perde dunque un concorrente e poi ci mette il carico da novanta: “Non voglio eliminare me stesso, se fossi stato interessato ad eliminare me stesso sarei rimasto in Rai, ma invece in Rai ho mollato, prima che uscisse lo scandalo della droga. In Rai è tutto finto, qui invece le cose sono vere ed io  amo il brivido della verità”. Morgan deve andare a Sanremo, a quanto sembra. Lo vorranno ancora? Poi un altro carico: “Chi voglio eliminare? Berlusconi”.

UNDER 24 DONNE

NICOLE TUZII – Born this way di Lady Gaga

Il vero esame non era tanto cantare il pezzo quanto dare una dignità alle “non canzoni” di Lady Gaga. Riesce bene nell’impresa, perché è giovane e si muove il giusto. Doti vocali sprecate per queste cose, senza dubbio. Ottimo senso del ritmo. Aveva detto che il pezzo le piaceva ed in effetti questo si è percepito.

 

FRANCESCA MICHIELIN – Tainted love dei Soft Cell

Per carità, non sbaglia nulla e alla fine, dopo una settimana tormentata tira fuori una prestazione positiva.  Però è come quando hai una che può guidare una macchina col turbo e la costringi a non mettere più della seconda. Conferma comunque la versatilità necessaria ad un programma del genere.

JESSICA MAZZOLI – Slave to the rhythm di Grace Jones

Convincente nel look, molto da pantera come l’originale e nella performance globale, meno nell’interpretazione. Inglese a parte, manca quel calore e quell’atmosfera che si respirava ascoltando il brano della artista giamaicana. Peccato, perché lei è una di quelle che sta crescendo.

 

UNDER 24 UOMINI

VALERIO DE ROSA  – The look of love degli ABC e Superstition di Stevie Wonder.

Finalmente si scuote. Su uno dei pezzi migliori della dance anni 80, ci mette la giusta grinta, canta tirando fuori la voce, va a tempo coi ballerini. Diverte e si diverte. Una prova convincente, dopo le prime due uscite un po’ così così. Molto a suo agio. Va al ballottaggio, onestamente non lo meritava, stavolta. Il pezzo di Stevie Wonder è nelle sue corde, ma lo si sapeva già. Meno bene acappella, ma si salva.

VINCENZO DI BELLA – Miss you dei Rolling Stones

La discomusic degli Stones sembra fare per lui anche se è un genere lontano da quello che di solito canta. Ci mette la giusta leggerezza che serve per interpretare al meglio questo brano e comunque non sbaglia niente.

DAVIDE PAPASIDERO – Never be alone di Justice vs Simian e Cuore di Rita Pavone

Si scatena al punto giusto su questo pezzo diventato famoso grazie al remix che ne è stato fatto dai Deepside Deejays. La puntata è più per dimostrare l’adattabilità a tutto che per mettersi in mostra: esame superato a pieni voti, perché si muove anche parecchio, che non è male. Va al ballottaggio in una manche-lotteria, dove oggettivamente non c’era un peggiore e sfodera una buona prova sul pezzo di Rita Pavone e acappella. Esce, grande peccato.

OVER 25

ANTONELLA LO COCO – Strict Machine dei Goldfrapp

Sempre molto brava, riesce ad emergere vocalmente anche su un pezzo dance, che non è cosa da poco. Sta uscendo fuori gradualmente, potrebbe essere una outsider interessante. Poi è bellissima, sexysssima e buca lo schermo come poche, ma questa è un’altra storia.

CLAUDIO CERA – If I ever feel better dei Phoenix

Si diverte molto e questo sicuramente lo sprona su un pezzo che lo ha messo parecchio in difficoltà a cominciare dalla pronuncia inglese. Fa il compitino per bene e tuttavia non esce fuori del tutto, il suo timbro scuro soffre un po’ sulla melodia. La coreografia che gli hanno messo attorno è straordinaria.

GRUPPI VOCALI

I MODERNI  –Judas di Lady Gaga

Pure loro riescono nell’intento di fornire una veste più dignitosa al prodotto di Lady Gaga, nel complesso fanno un grande lavoro, anche in considerazione del fatto che hanno provato spesso in tre visti i problemi di salute della ragazza. Il rischio con loro è sempre quello di scivolare nell’ “esercizio di stile” e infatti restano sul filo. Ma è difficile trovare un pezzo davvero per loro.

CAFE’ MARGOT  – Crying at the discotheque degli Alcazar

L’originale scritto  nel 1979 dagli Chic per Sheila and B. Devotion (una hit assoluta nel mondo) diventò successivamente con un altro testo il maggior successo del gruppo svedese. Tutto molto bello, nel senso che loro non sbagliano niente. Vanno meglio su altre cose, ma la serata non consente di strafare.  Un po’ ferme, il che su un pezzo del genere non è il massimo.

X Factor 5, prima puntata: nel derby livornese esce Rahma Hafsi

La prima puntata di X Factor 5, offre subito un ballottaggio tutto livornese: esce Rahma Hafsi, restano Le 5. Elio e Morgan danno sfoggio di cultura musicale notevole, ma la cosa più bella della serata l’ha detta Miguel Bosè riferita a Jessica Mazzoli: “Sembri Nina Hagen”. Esatto. Il look è quello, per chi conosce l’artista.

La voce e lo stile, magari no, ma l’idea è arguta lo stesso. Arisa invece è più emozionata dei suoi cantanti e mostra più di qualche problema con l’inglese. Ma tant’ è. La serata è stata commentata in diretta su Twitter e il commento più bello è del collega del Corriere della Sera Andrea Lanfranchi: “Ma voi comprereste un disco di un gruppo che si chiama I Moderni (nome dato da Elio ai FreeChords?)”. Ecco, appunto. Sotto, le nostre valutazioni

Continua a leggere

Alle 21.10 scattano i live di X Factor 5: ecco le schede sui partecipanti (e la carriera fuori dal talent show)

Alle ore 21.10 su Sky Uno, partono i live della quinta edizione di X Factor in diretta dal Teatro della Luna di Milano. Gran cerimoniere Alessandro Cattelan, che dovrà tenere a bada i quattro giurati Morgan, Elio, Simona Ventura e Arisa. Ospiti della prima puntata saranno Miguel Bosè e il gruppo inglese dei Kasabian. Al termine della prima puntata, attorno alle 0.40, via ad extra factor, con Brenda Lodigiani e Max Novaresi.  Da domani invece, parte il daytime per seguire dal lunedì al venerdì alle 19.35 su Sky Uno passo dopo passo il percorso dei concorrenti. Eccovi  ora qualche nota sui 12 cantanti in gara, con video di presentazione e ciò che hanno fatto prima di  entrare nel cast del talent show. Cliccando sui nomi degli artisti trovate una loro autopresentazione.

GRUPPI VOCALI – (Elio, vocal coach Alberto Tafuri)

  • CAFE MARGOT ,  Francesca Pignatelli e Vittoria De Santis, di Taranto. Molti live all’attivo, nessuna produzione musicale inedita.
  • LE 5 (ex 5 Sisters)Alessandra Renai, Azzurra Vellutini, Sara Scassa, Chiara Fioretti, Francesca Fraschi,  di Livorno,  hanno all’attivo il singolo “Subito”, su youtbe c’è molto materiale su di loro
  • I MODERNI ex Free Chords, da Torino: sono Placido Gugliandolo, Celeste Gugliandolo, Fabio Perretta, Marco Musarella, alcune canzoni sono sul loro myspace.

UOMINI UNDER 24 (Morgan, coach Diego Calvetti)

  • DAVIDE PAPASIDERO, 21 anni, di Roma, già allievo di Sanremolab nel 2007 e poi 2008 e nel 2009 protagonista del campus di Radio Italia “Progetto Radar” svoltosi ad Assisi
  • VALERIO DE ROSA,  19 anni, di Roma, autodidatta del canto, studente al liceo linguistico.
  • VINCENZO DI BELLA, nato ad Agrigento ma residente a Genova  ma siciliano di origine . Suona nel gruppo folk-ska La Pipera e col nome Vins Di Bella ha all’attivo il singolo “Bella così”. Sopra, il singolo e un altro pezzo inedito con la sua band

DONNE UNDER 24 (Simona Ventura, coach Paola Folli)

  • NICOLE TUZII, 17 anni, studentessa di Sulmona, ha appena vinto il Premio Mia Martini 2011, una delle maggiori manifestazioni per giovani talenti d’Italia. Entra come superfavorita
  • FRANCESCA MICHIELIN, 16 anni, studentessa di Bassano del Grappa. E’la prima sedicenne a prendere parte al talent show.
  • JESSICA MAZZOLI, 20 anni, di Olbia, studentessa.

OVER 25 (Arisa, coach Giuseppe Barbera)

  • CLAUDIO CERA, romano, barista, 25 anni, vari concorsi all’attivo
  • RAHMA HAFSI,  25 anni, tunisina residente a Livorno, vari concorsi all’attivo
  • ANTONELLA LO COCO, 26 anni, aiuto pizzaiola di Reggio Emilia, già cantante dei Ribella, con cui ha aperto i concerti di Elisa all’arena di Verona ed  a Pesaro. Sopra c’è l’esibizione al Cornetto Free Music Edition e anche un inedito dal titolo “Amico Mio”. Ma gli inediti sono diversi, come le cover di Elisa, su youtube ce n’è una marea.

X Factor 5, ecco il cast completo (anticipato dalla compilation…)

Il cast di X Factor 5 è fatto, da giovedì prossimi 17 novembre, in diretta su Sky Uno, cominceranno i live al Teatro della Luna di Milano, con la conduzione di Alessandro Cattelan e per 8 settimane, i 12 partecipanti si giocheranno il titolo di quinto vincitore della manifestazione e di successore di Nathalie. Il programma, che sin qui ha stracciato tutti i record di ascolto di Sky Uno senza nemmeno essere partito con la diretta, promette decisamente bene.  Qualche eliminazione a sorpresa (Daniel Adomako), un paio sopra tutti (Nicole Tuzii e Francesca Michielin).

Purtroppo, la diretta di ieri è stata rovinata da alcuni siti specializzati nella vendita di musica online, che nel mettere  a disposizione del pubblico per la prenotazione la prima compilation del programma, ha anche messo in bella mostra la copertina del cd, con tanto di volti e nomi dei 12 protagonisti, svelati così in anteprima rispetto alla puntata.  La compilation sarà in vendita solo dal 29 novembre e le canzoni sono quelle che con ogni probabilità sentiremo nel corso delle puntate (che evidentemente i giovani hanno già provato, visto che – è bene ricordarlo – il cast è stato composto ormai alcune settimane fa).

Le ragazze Under 24 vengono selezionate  da Simona Ventura  e dalla vocal coach Paola Folli a Capri, dopo una breve traversata in battello. Elio il vocal coach Alberto Tafuri portano i Gruppi Vocali a Milano e si presentano in tandem. Arisa e Giuseppe Barbera accolgono gli Over 25 a Bolzano, gli Under 24 uomini arrivano invece al teatrino della Villa Reale  di Monza, dove li accolgono Morgan (del resto monzese doc) e Diego Calvetti. Il cantautore arriva a bordo di un sidecar e poi li accoglie al pianoforte.

Arisa, OVER 25, coach Giuseppe Barbera

  • Claudio Cera, romano, barista, 25 anni
  • Rahma Hafsi, 25 anni, tunisina residente a Livorno
  • Antonella Lo Coco, 26 anni, aiuto pizzaiola di Reggio Emilia

 Scartati l’attore di teatro Paolo Bernardini, sovrastato dall’interpretazione, il coreografo Michele Leonardo Cavanda, giudicato poco versatile e la tata Tanya Furia, che ha pagato una esibizione un po’ fredda.

 Elio, GRUPPI VOCALI, coach Alberto Tafuri

  • Cafè Margot, Francesca Pignatelli e Vittoria De Santis, di Taranto
  • Five sisters, livornesi, ex cantanti gospel, saranno ribattezzate Le 5
  • Freechords, Torino, ribattezzati da Elio I Moderni

Non è la prima volta che cambiano  nome agli artisti. Nella seconda edizione Morgan  fece esibire Viola Selise col suo vero nome, Elisa Rossa, nella prima creò un gruppo unendo sei solisti, ribattezzandoli FM.  Francesca Xefteris fu ribattezzata col secondo nome Sofia da Claudia Mori per omonimia con un’altra concorrente.

Non entrano i 2080, salernitani, che hanno all’attivo una cover di “Grazie dei fiori” di Nilla Pizzi,  il trio dei Mescla, e i Mal Viventi, i fratelli toscani Nicola e Federico Pecci

Simona Ventura, DONNE 16-24 ANNI, coach Paola Folli

  • Jessica Mazzoli, studentessa, 19 anni di Olbia, in arte Jessika, sebbene
  • Francesca Michielin, studentessa, 16 anni di Bassano del Grappa
  • Nicole Tuzii, 17 anni, studentessa abruzzese di Sulmona, fresca vincitrice del Premio Mia Martini

Eliminate Nadia Burzotta ritenuta poco versatile, Alessia De Vito e Paola Marotta, tutte e tre studentesse

Morgan, UOMINI 16-24 ANNI, coach Diego Calvetti

  • Vincenzo Di Bella, 24 anni di Genova  ma siciliano di origine, educatore
  • Valerio De Rosa, 19 anni, di Roma, autodidatta del canto
  • Davide Papasidero, 21 anni, di Roma, già allievo di Sanremolab

Non passano lo studente Steven Patrick Piu,  voce di una band piemontese, Jeremy Fiumefreddo, il cantante filosofo, Daniel Adomako, ghanese residente a Brescia dotato di ottimo falsetto e con tonalità vicine a quelle femminili.

Continua a leggere

X Factor 5: ecco i 24 ammessi alla Home Visit

X Factor sceglie il meglio. La terza puntata dei montaggi ha proposto la fase finale dei provini di Milano  e il bootcamp. A cui sono arrivati 113 artisti. Che sono stati ridotti a 63 prima e poi a 40 attraverso esibizioni acappella mirate: gli Under 25 Uomini hanno eseguito un pezzo “femminile” come “Rolling in the deep” di Adele, le Under 25 donne avevano invece un pezzo “maschile” come “Sere nere” di Tiziano Ferro. Per gli over 25 il brano è “Shimbalaye” di Maria Gadù e per i gruppi “La mia banda suona il rock” di Ivano Fossati.

Poi sono stati ridotti a 24 attraverso un brano scelto dai candidati fra i 50 proposti dalla commissione ed imparato in una notte. Non sono entrate le Lallai, le Melodike Armonie e Giulio Montagna, che non l’ha presa per niente bene. Ne esce una categoria Under 24 donne fortissima, con alcune giovanissime straordinarie come Francesca Michielin e soprattutto la vincitrice del Premio Mia Martini 2011 Nicole Tuzii.  Da seguire nelle altre categorie Vincenzo Di Bella, Jemery Fiumefreddo, Daniel Adomako, Malviventi, Freechords,  Rahama Hafsi.

Giovedì la Home Visit con lo svelamento dei 12 partecipanti. La puntata può essere rivista questa sera su Cielo alle ore 21 (canale 26 del Digitale Terrestre, 126 di Sky). Sotto, cantanti, giudici e tutor ammessi alla Home Visit.

GIUDICI, CATEGORIE E VOCAL COACH

Arisa, OVER 25, coach Giuseppe Barbera

  • Paolo Bernardini
  • Michele Leonardo Cavanda
  • Claudio Cera
  • Tanya Furia
  • Rahma Hafsi
  • Antonella Lo Coco

Elio, GRUPPI VOCALI, Alberto Tafuri

  • 2080
  • Cafè Margot
  • Five sisters
  • Freechords
  • Mescia

Simona Ventura, DONNE 16-24 ANNI, Paola Folli

  • Nadia Burzotta
  • Alessia De Vito
  • Paola Marotta
  • Jessica Mazzoli
  • Francesca Michielin
  • Nicole Tuzii

Morgan, UOMINI 16-24 ANNI, Diego Calvetti

  • Daniel Adomako
  • Valerio De Rosa
  • Vincenzo Di Bella
  • Jeremy Fiumefreddo
  • Davide Papasidero
  • Steven Patrick Piu