“Replay”, a 70 anni Raffaella Carrà si rimette in gioco

Ne parliamo con ritardo perchè l’incorporazione del video era bloccata per l’Italia, però non possiamo farne a meno. Perchè due anni dopo la collaborazione con Bob Sinclar, che le fece ricantare “A far l’amore comincia tu”, Raffaella Carrà si rimette in gioco, stavolta tutta da sola, alla bella età di 70 anni. Ecco allora che in inglese si cimenta in “replay”, un singolo inedito, 13 anni dopo la mitica “Soca dance“.

E non sarà una incursione momentanea nel mondo della discografia, perchè il prossimo autunno, fra settembre ed ottobre, la Carrà tornerà in classifica anche con un album intero, sempre di canzoni inedite, che la showgirl emiliano-romagnola non pubblica dal 1996. Un’idea nata per gioco, come lei stessa dice, dopo l’esperienza di The Voice, ma che mostra come abbia ancora tanta voglia di divertirsi con la musica.

“Pompa la musica”, l’estate dance dei Salento Guys

Una delle poche cose divertenti del Music Summer Festival che (per fortuna) ha chiuso ieri sera con la vittoria di Clementino, è stata la gara Best Dj. Al netto dell’essere stata in realtà uno spot gigantesco per la Danceandlove, l’etichetta di Gabry Ponte, cui appartenevano tutti i partecipanti, ciò che è stato proposto era comunque di ottimo livello. Musica dance, molto estiva, spensierata, giusta per questo periodo dell’anno.

A vincerla sono stati i Salento Guys, ovvero  Antonio Maniglio, Luca De Blasi e Riccardo De Paduanis con questo tormentone “Pompa la musica” che vede protagonisti anche Cesko & Puccia degli Apres la classe. Un prodotto made in Puglia che sicuramente sentiremo molto ballare quest’estate nelle discoteche delle località di vacanza e che in più permette di ascoltare anche molto sound salentino. La fisarmonica di Puccia infatti è molto conosciuta  dentro e fuori il Salento.

“The world is in my hands” accompagna “The Best of Cascada”

All’Eurovision Song Contest non hanno raccolto quanto sperato, finendo nelle posizioni di retroguardia (appena ventunesimi), ma la carriera dei Cascada non ne è uscita intaccata, tutt’altro. Il proscenio europeo è stata per loro una grande vetrina che ha consentito di farli conoscere ancora in più paesi d’Europa. Così il progetto eurodance più famoso al mondo, con oltre 25 milioni di dischi all’attivo e 10 dischi di platino vinti, adesso sforna un best of dei primi 10 anni di carriera.

The world is in my hands” è il singolo che lancia la raccolta, che ovviamente contiene “Glorious“, il loro brano eurovisivo (in versione completa e non ridotta e in una seconda traccia anche in versione acustica), ma anche tutti i loro maggiori successi. Diciassette tracce tutte da ascoltare e ballare, perfette per l’estate. E l’occasione buona, per chi non concosce Natalie Horler, Yanou e Manian, di immergersi nel loro mondo.

E riascoltare pezzi che hanno segnato la loro carriera, facendogli vincere riconoscimenti in giro per il mondo come “Evacuate the dancefloor”, il loro primo successo internazionale “Everytime we touch“, il tormentone estivo 2012 “The summer of love” o ancora pezzi datati ma sempre interessanti come “Miracle (Boy meet girl)” e tanti altri. E c’è da scommettere che è in arrivo un altro trionfo di vendite.

“Show me” (e altri brani), quando la dance crossover viene dalla Slovacchia

Gli appassionati eurovisivi si ricorderanno senz’altro di Sona Simorova, la 26 enne di Bratislava nota col nome di Mista. Arrivò seconda alla finale nazionale per l’Eurovision del suo paese col brano “Vendetta” contenuto nel primo album “Emotions“. Nonostante il mancato biglietto per Oslo, la giovane ha visto accrescere notevolmente la propria fama nel settore della dance crossover e oggi è una delle artiste più apprezzate non solo ad Est. Un ottimo risultato per una cantante che arriva dalla Slovacchia.

Il secondo album, uscito nel 2012 si chiama esattamente come la titletrack, ovvero “Show me”, che però è solo il terzo estratto dal lavoro (qui il video, sopra la versione testo). I primi due, ugualmente interessanti, sono “Cash out”, che contiene anche sonorità tipiche della dance dell’est  e porta la firma dei Morandi, popolare dance group rumeno e “Never hide“. “Cash out”, uscito per l’etichetta tedesca E45, ha avuto ottimo successo non solo in Slovacchia e Repubblica Ceca (dove lei vive), ma anche in Germania, Spagna, Paesi Bassi, Romania e Belgio.

Ma meritano un ascolto anche gli altri due singoli del precedente lavoro, ovvero quello che dava il titolo all’album  in cui si scopre un’anima decisamente pop e cantautorale (per quanto possa sembrare particolare Mista ha una formazione classica ed ha studiato pianoforte al conservatorio: dopo 20 anni, per lei il cambio di direzione è stata una “liberazione”, spiega lei stessa),  cantato in parte in slovacco e “Rock it”, molto più dance e meno pop.

“What might I do”, Ben Pearce conquista l’Italia

Succede raramente, ma ogni tanto anche le charts italiane regalano sorprese. Quella di questo ultimo periodo è scoprire nella top ten di I Tunes un brano decisamente insolito per i nostri standard. Si tratta di “What might I do”, il singolo di Ben Pearce, un dj di Manchester che negli ultimi tempi è salito all’attenzione del popolo della notte per il suo particolare stile musicale che spazia attraverso vari generi della house music.

Ora, chi ci legge sa che non ci strappiamo i capelli per questo genere di musica però è abbastanza indicativo il fatto che questo sound sia entrato nella nostra top 10 digitale, di solito popolata da suoni ben diversi. In Italia, peraltro, Ben Pearce è distribuito dalla Ego, l’etichetta che ha contribuito a far conoscere nel nostro paese le Serebro. Vedremo se resterà solo un fenomeno passeggero o se l’entusiasmo per questo tipo di produzioni crescerà ancora.

“Broadway”, si balla con il nuovo di Dj Antoine

Un pò di dance per cominciare la settimana. Ritroviamo un personaggio che questa estate è stato grande protagonista in tutta Europa con “Ma cherie, un tormentone che ha fatto ballare mezzo Continente, Italia compresa. Si tratta di Antoine Konrad, in arte Dj Antoine. Seguendo un pò la tradizione dei grandi dj svizzeri e francesi, è ormai diventato uno dei big del settore, anche a diverse collaborazioni importanti, come quella del rapper russo Timati o appunto quella con i Beat Shakers del citato tormentone.

Adesso torna a scalare le classifiche ed a far ballare nelle discoteche con “Broadway“, un singolo molto più dance e un pò meno crossover, che lo vede impegnato con un altro dj svizzero di origine italiana, Mad Mark, all’anagrafe Fabio Antoniali. Sicuramente un artista da tenere d’occhio in un palcoscenico, quello della dance crossover, che continua a regalare buone cose.

“Summer of love”, i Cascada anticipano l’estate

Rieccoli qua. Con la loro energia e soprattutto con la prorompente immagine della loro frontwoman Nathalie Horler, una delle cantanti più belle d’Europa. I Cascada sono ormai un must nel mondo della dance pop europea e non sbagliano un colpo. E’ uscito in questi giorni “The summer of love”, il singolo estivo del gruppo tedesco, che anticipa l’album in lavorazione. Grande energia, ritmo coinvolgente ed un video molto divertente girato a Tenerife.

Cascada stanno vivendo  un bel periodo, sia come gruppo che nello specifico per Nathalie Horler, che è stata inserita nel novero dei giudici di Deutschland Sucht den Supertstar, il German Idol, in onda su RTL, in popolare network privato paneuropeo. A livello generale, se gli ultimi due album non hanno riscontrato il successo dei primi due (un disco di platino e uno d’argento, ma in Gran Bretagna), i singoli sono andati tutti benissimo.

Noi ne avevamo parlato più volte, ma soprattutto in occasione del bellissimo “Evacuate the dancefloor”, che dava anche il titolo al terzo album e che da solo aveva venduto più di tutti gli altri (un disco di platino negli Stati Uniti che vale 1 milione di copie, più due d’oro, di cui uno in Germania). Complessivamente, dal 2004 ad oggi hanno venduto complessivamente 20 milioni di copie, cui se ne aggiungono altri 15 milioni con i download. Ora, a giudicare dal brano, si preparano a fare di nuovo centro…

Ecco Vidaloca (Cristiana Mirò): da Tamarreide alla dance

Per la serie: un disco non lo si nega a nessuno (esattamente come si faceva negli anni 80), ecco qua “La Chupadita”, singolo d’esordio dell’attrice e modella Cristiana Mirò, un brano house che vanta la collaborazione del giovane dj Soatz e che è accompagnato da un video nel quale la Mirò, che qui si fa chiamare Vidaloca,  si mostra in tutta la sua bellezza e sensualità muovendosi in maniera sexy e provocante di fronte alla telecamera.

Cristiana Ambrosoli, in arte Cristiana Mirò, 19 anni, ex cubista milanese, è già nota a molti per aver partecipato al Reality di Italia Uno “Tamarreide” e ad alcune fiction targate Mediaset e Rai. Il cognome tradisce radici importanti: è infatti l’erede della nota famiglia di imprenditori del settore dolciario (miele) . E adesso dopo la tv tenta la strada della musica, con il singolo che a breve sbarcherà nei paesi latini.

“Caliente”, in anteprima il nuovo singolo “hot” di Inna

Ormai è un vero fenomeno della dance pop. Elena Alexandra Apostoleanu, 26 anni, in arte Inna, dalla Romania. In questi giorni è uscito in Romania, ma ancora non in tutta Europa, dunque ve lo proponiamo in anteprima assoluta “Caliente”, il nuovo singolo che anticipa il terzo album della bella artista, dopo che i primi due hanno sbancato i negozi avendole fatto vendere un miilione di copie nel mondo più altri 2 milioni e mezzo di copie coi singoli sempre nel mondo. E  oltre mezzo milione di download  nel solo Regno Unito, una cifra imbarazzante per un artista non  britannico o di madrelingua inglese.

Una  vera gallina dalle uova d’oro per la Roton, sua casa discografica, che così può tenere testa, per esempio, alla Cat Music, che ha lanciato Alexandra Stan. Il brano sembra perfetto come colonna sonora della prossima estate ed è probabilissimo che proprio in quel periodo arrivi dalle nostre parti. Noi ve lo proponiamo però da ora, aggiungendoci in dote anche il video ufficiale del singolo precedente,“Endless”, tratto dall’album “I am the club rocker”, di cui avevamo parlato, prima però che uscisse il video “hot” che lo caratterizza. Come anche è molto “caldo” – non solo nel titolo- quello di questo nuovo brano. Bellezza mozzafiato e bravura. Un binomio raro. Ma che ad Inna si addice molto.

“Italia (What a love)”, con Manu LJ si balla con lo stivale nel cuore

Un prodotto dance crossover tutto made in Italy. Non solo. Un prodotto che oltre a far ballare, esalta il nostro paese, con tutte le sue contraddizioni. E’ l’ultimo tormentone dance in arrivo nelle discoteche. Si chiama “Italia (What a love)”  e porta la firma di ManuLJ, uno dei volti nuovi della dance italiana, prodotto dalla Off Limits, la casa discografica di uno dei big del settore, Benny Benassi e che vede la partecipazione nella realizzazione di Whigfield, la danese ormai da tempo di stanza in Italia stella della dance anni ’90.

Ormai Manu Lj, all’anagrafe Manuela Fiorita,  è un nome già conosciuto in Europa. Lanciata dalla sua personale cover di Un’estate al mare di Giuni Russo, l’anno scorso ha lanciatoDance all night“., uscito in 14 paesi, compresi gli Usa. Il nuovo singolo è stato remixato dal nuovo talento italiano D-Bag, produttore dei power francers e dall’italianissimo duo Les Trashick. Prepariamoci a ballarlo nelle discoteche