Sanremo 2011, prime indiscrezioni sui partecipanti: quasi certa Giusy Ferreri.. Paola Turci fra i direttori di Area Sanremo

Comincia inevitabilmente il tam tam su Sanremo 2011. Dopo aver appreso che il vincitore di X Factor 4 non andrà al Festival ma potrebbe essere dirottato all‘Eurofestival per il clamoroso ritorno dell’Italia in concorso alla rassegna continentale (manca dal 1998 per scelta della Rai), cominciano ad affiorare le indiscrezioni che stanno dietro al “no” ad X factor. Sentite Giorgio Giuffra, amministratore unico di Area Sanremo, ex Sanremo Lab, che seleziona due artisti per la sezione Giovani:

“Il nostro è un diritto di accesso che non dovrebbe avere nessun altro. Lo scorso anno è stata data l’opportunità di partecipazione al vincitore di X-Factor Marco Mengoni, ma non credo che tutto ciò sarà ripetuto. D’altronde Raiuno non è una rete televisiva che per sua natura sia molto aperta ai talent show. È importante sostenere da parte nostra e rispetto al passato quei caratteri di certificazione che per noi significano trasparenza, serietà ed esclusività”.

Fra i direttori di Area Sanremo ci sarà Paola Turci, che affiancherà Elenoire Casalegno e Paolo Limiti nella sezione “Lab”, quella che seleziona i pezzi e gli artisti in lingua italiana, mentre come è noto, nella sezione “Doc”, quella riservata al dialetto la stanza dei bottoni è occupata da Platinette, Giordano Sangiorgi e Davide Van de Sfroos. Il delegato delle selezioni è Paolo Giordano giornalista e scrittore, insieme Dj Ringo e Bruno Sartori, direttore dell’Orchestra sinfonica della città che ospita l’evento.

Le indiscrezioni più corpose sono quelle che riguardano i cantanti. Pare certa la partecipazione di Giusy Ferreri, la cantante siciliana lanciata dalla prima edizione di X Factor, che come lei stessa ha rivalato, l’anno scorso rifiutò all’ultimo la partecipazione in coppia con Ermanno Giovanardi dei La Crus perchè le due voci non si sposavano bene. Quest’anno la sua presenza sembra certa. Dice infatti: “Non è un caso che il mio disco uscirà in coincidenza con il Festival di Sanremo. Mi sto già abituando all’idea. Questa volta se me lo chiedessero ci andrei senza esitazioni”.

Circola con insistenza anche il nome di Marco Carta, vincitore del 2009, che potrebbe scontrarsi con Alessandra Amoroso. Mentre invece non concrderanno il bis Marco Mengoni e Valerio Scanu. Ma la notizia incredibile arriva dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni. Il quale parla nientemeno che di una Domenica In pronta a selezionare (come già avvenne negli anni ’90) alcun cantanti per Sanremo.

Parte della domenica guidata da Lorella Cuccarini, infatti, dovrebbe trasformarsi in un talent, una sorta di Destinazione Sanremo, dal quale usciranno i 10 cantanti da presentare a febbraio sul palco dell’Ariston. 20 giovani artisti si daranno battaglia per tutto l’autunno per conquistare i 10 posti disponibili: a giudicarli non il televoto, ma una giuria di esperti. A rafforzare la struttura del talent anche delle finestre durante La Vita in Diretta per raccontare la preparazione dei concorrenti.

L’esperimento, come detto fu fatto, con risultati disastrosi, per due volte. Un primo concorso di selezione fu realizzato nel 1993, con l’obiettivo di fornire un cantante alla sezione giovani. Vinse Luca Manca,  che invitò con lui al festival gli altri tre finalisti Emanuela Pellegrino, Luca Virago e Gabriele Fersini. Nel 2002 invece proprio “Destinazione Sanremo”, realizzato appositamente, selezionò i giovani per Sanremo 2003: era l’anno di Dolcenera. Con lei andarono al festival Daniela Pedali, Patrizia Laquidara, Manuela Zanier, Elsa Lila, Alina, Gianni Fiorellino, Daniele Stefani, Jacqueline M. Ferry, Maria Pia & SuperZoo, Verdiana, Zurawski.

Pubblicità

“Batticuore”, quarto singolo di Mitch e Squalo (con Daniele Stefani)

Se ascoltate molta radio, Mitch e Squalo, al secolo Giovanni Mencarelli e Marco Iaconianni li conoscete senz’altro. Sono passati a 102.5 Channel attraverso la Rai e la collaborazione con Dj Francesco, per arrivare a Radio 105.

Musica parlata e rap, un pò la filosofia di tutti i dj attuali e loro non si sottraggono. “Batticuore” è il quarto singolo, deliberatamente ispirato (lo dicono loro stessi!) a “Serenata Rap” di Jovanotti e nel quale compare con un cameo vocale Daniele Stefani e con uno video il ballerino Garrison.

Quello delle partecipazioni e collaborazioni di lusso è un pò un loro vezzo. Nel singolo d’esordio “La Chance” compaiono infatti Anna Tatangelo, i due commentatori Franchini e Posa, Patrik Ray Pugliese e Valentina Gioia. Che storia la storia” cita le più grandi canzoni italiane e “No controles” è entrata nel film di Carlo Vanzina “Olè”. Tutto molto bello.

Musica e solidarietà: si segnalano Umberto Tozzi e Daniele Stefani

Sempre più artisti scelgono di legare il proprio nome ad iniziative di solidarietà. Lo fanno i giovani emergenti e lo fanno i grandi della nostra musica. E’il caso di Umberto Tozzi, che sta diffondendo su I-Tunes il singolo “Petite Marie” (che potete sentire in alto).

Il ricavato della vendita -che avviene solo in rete, su Itunes e sul sito ufficiale dell’artista- del singolo è devoluto interamente all’associazione Archet di Nizza, che con il ricavato acquisterà attrezzature per il reparto pediatrico e oncologico, dove sono ricoverati bambini affetti da gravi forme tumorali. Il brano è la versione italiana dell’omonimo pezzo del grande Francis Cabrel, anno 1974, che Tozzi ha riaggangiato anche con la collaborazione di Greg Mathieson, uno dei big del settore.

Qui sopra c’è invece “Niente di speciale“, singolo appena uscito del cantautore Daniele Stefani, che ospita la bella attrice varesina Sarah Maestri. Il video è girato interamente utilizzando la Lis, Lingua Italiana dei Segni, il veicolo comunicativo dei sordomuti e fa parte dell’album “Punto di Partenza”.

Dietro al video c’è molto di più. Si tratta del’evento denominato “Oltre ogni senso“. Si tratta di un progetto, serio e importante, partito dal Teatro Metropolitan di Catania e rivolto ai non udenti. Un concerto-spettacolo interamente tradotto nella lingua dei segni, ideato per far “sentire” emozioni a quanti soffrono, sin dalla nascita, di un deficit acustico.

Il brano è in vendita in rete, andando su Itunes oppure cliccando sul sito ufficiale di Stefani e su quello della Maestri. Anche in questo caso il ricavato della vendita va interamente a sostegno di una causa di solidarietà, ovvero dell’Ente Nazionale Sordi.