Sognate di cantare in una boyband? USong ha l’occasione che fa per voi

ImmagineSegnaliamo una iniziativa interessante, quella organizzata da USong.it, una società di produzione che offre opportunità a giovani artisti  ed autori di canzoni di mettersi in contatti con professionisti della musica, grandi nomi che hanno fatti la storia della musica, che  a sua volta ha rapporti stretti con le maggiori case discografiche. Ad organizzarla  sono Adrian Berwick, fondatore del progetto USong ed ex manager della BMG (oggi nel gruppo Sony) e Diego Calvetti, autore e produttore affermato (suoi i primi due album di Noemi), attuale produttore artistico di Patty Pravo e autore di tante canzoni di successo.

Ebbene, USong ha organizzato un casting volto alla creazione di una boyband da proporre poi alle audizioni della prossima edizione di X Factor. Per iscriversi basta andare in questo link.  I candidati dovranno avere tra i 18 e i 22 anni al 31/12/2013. Tra le candidature (termine ultimo di presentazione il 30/04/2013). pervenute nell’ area apposita verranno selezionati dei candidati che saranno convocati per un casting dal vivo in data e luogo che saranno comunicati ai diretti interessati. A metà giugno 2013 dovrebbe essere completata la composizione della band.

Aspettando Sanremo 2011: Tricarico censurato, Patty Pravo giovanile, Giusy Ferreri con stile. Il sondaggio di Eurofestival News

A meno di un mese dal Festival di Sanremo, che comincerà il prossimo 15 febbraio, l’esordio è quello di sempre. Polemiche a tutto spiano. E qualche censura. Per la serie “cominciamo bene”, le forbici hanno già colpito uno dei brani in concorso, quello di Francesco Tricarico.

“3 Colori“, scritto nel testo da Fausto Mesolella degli Avion Travel infatti, secondo quanto si apprende, sarebbe stato cambiato nel titolo e nel testo stesso, per non dare fastidio alla Lega. Il brano avrebbe dovuto intitolarsi “La Nebbia” e nel testo si citava una “bandiera verde”: “Quelli del Monte hanno la bandiera verde“, nel testo originale sarebbe stato trasformato in ”Quelli del confine hanno la bandiera rossa, quelli del monte hanno la bandiera bianca“.

Venendo ad autori e dintorni, sorprende la firma di Diego Calvetti, l’autore di Noemi (fra gli altri) sul pezzo della evergreen Patty Pravo, mentre Giusy Ferreri è in concorso con un brano di una accoppiata di grosso livello: Bungaro nel testo, Corrado Rustici per musiche ed arrangiamenti.

L’apparizione dei La Crus chiuderà in via definitiva l’esperienza del duo monzese esattamente dove era cominciata. Luca Barbarossa invece festeggerà trent’anni di carriera. La casa discografica Sony ha 4 artisti su 14 in concorso: Nathalie, Giusy Ferreri, Anna Tatangelo e Tricarico.

Se uno di questi vincerà Sanremo, è molto probabile che possa rappresentare l’Italia all’Eurofestival, dove andrà quasi sicuramente un artista Sony, visto che era la casa discografica che soprintendeva al progetto originale nato attorno ad X Factor. Se il vincitore sarà un altro, la Rai potrebbe mandare Marco Mengoni, anche lui Sony. E VOI, CHI VORRESTE ALL’EUROFESTIVAL FRA MENGONI E GLI ARTISTI DI SANREMO? VOTATELO IN QUESTO SONDAGGIO DI EUROFESTIVAL NEWS

“Progetto Radar”, successo per il concerto finale di Ponte San Giovanni

Si è concluso con un concerto presso il B-Dumpa Pub di Ponte San Giovanni a Perugia il “Progetto Radar”, il laboratorio di perfezionamento musicale per artisti emergenti nato dall’idea di Massimo Cotto, giornalista musicale e già presidente di Sanremolab e Franco Zanetti, direttore di Rockol, il giornale musicale online, con la partnership di Radio Italia.

L’ultima settimana si è svolta a Tordandrea di Assisi, in provincia di Perugia, con i 32 artisti rimasti dopo le selezioni effettuate nel corso dei vari workshop ed audizioni in giro per l’Italia (circa 780 gli artisti che si sono presentati). I  ragazzi hanno seguito le lezioni impartite loro da diversi docenti (Gatto Panceri, Francesco Arpino, Maurizio Bernacchia, Paolo Morisco, Francesco Morettini, Ignazio Morviducci, Luca Angelosanti, Luca Mattioni e Federico Sacchi), apprendendo quei piccoli segreti artistici che, uniti al loro talento, li potranno aiutare a farsi strada nel mondo della musica. Il tutto sotto il coordinamento di Antonio Milazzo.

“Il concetto di partenza è che esistono tantissimi bravi artisti in giro per l’Italia che magari non riescono a trovare le porte aperte – dice Massimo Cotto, presente a Ponte San Giovanni – Noi abbiamo selezionato i migliori e abbiamo dato loro la possibilità di esprimersi, di lavorare con un team di maestri e tutor che li aiuta a lavorare sui loro stessi pezzi, a perfezionarsi nella composizione, nell’interpretazione e nella presenza scenica. In più attraverso di noi i ragazzi sono venuti a contatto con produttori, musicisti, editori musicali, che ascoltano i loro lavori e scelgono quelli sui cui investire”.

E infatti  nel corso degli appuntamenti in giro per l’Italia sono arrivate le prime risposte positive: “La metà di questi ragazzi è già stata notata dalle case discografiche, per alcuni ci saranno le prime opportunità. Su alcuni di questi ha messo gli occhi Diego Calvetti, dello staff di X Factor e autore dell’album di Noemi. Gatto Panceri si è innamorato di due ragazzi e vuole scrivere per loro alcuni brani. Per tutti è stata una grande vetrina ed un momento di crescita umana ed artistica”.

Lavoro sugli inediti, per migliorare le composizioni, ma anche lavoro sulle cover, per renderle personali e caratteristiche.  Canzoni scritte in una sera ed eseguite sul palco. Come quelle del concerto di Ponte San Giovanni, sul quale i ragazzi hanno avuto la possibilità di lavorare pochissimo: “Abbiamo detto loro soltanto alle 19.30 che alle 22 avrebbero suonato in pubblico ad un concerto – spiega Cotto – era un modo per metterli alla prova”. Una serata nella quale hanno si sono distinte la grande voce di Rossella Pollicino, la grinta dell’unico umbro del gruppo, il 28enne amerino Salvatore Di Stefano, cantautore e cugino di quella Carlotta che nel 2000 lanciò il tormentone “Frena”, oltre a Jacopo Massa, giovane rocker vercellese che ha alle spalle una collaborazione con la band bielorussa dei Litesound  (in alto trovate la loro canzone) e l’energia delle sorelle ravennati Minelli & Minelli, pioniere del country pop in Italia.

L’approdo a Ponte San Giovanni è stato reso possibile grazie alla collaborazione con il Centro Giovanile della parrocchia di San Bartolomeo, che da dieci anni organizza il concorso musicale “Saremo al C’entro” e che dall’anno scorso è entrato nel circuito radar: “E’ stato un grande successo – sottolinea Antonio Milazzo– In sei mesi sono stati ascoltati più di mille cantanti in tutta Italia. Il mio grazie va a Massimo Cotto e Franco Zanetti, che dopo aver scoperto Arisa, Noemi e Simona Molinari, hanno ancora un volta individuato giovani talenti di alto livello. Voglio inoltre ringraziare i ragazzi della parrocchia di San Bartolomeo che, dopo aver ospitato in giugno una tappa di Radar in occasione di Saremo al C’entro, hanno messo a disposizione il pub per questa grande serata finale”.

I 23 FINALISTI DI PROGETTO RADAR – Il Dubbio di Davide, Le case del futuro, Eugenia Belli, Elena Balestri, Giulia Virelli, Jacopo Massa, Alessandro Zanolini, Davide Papasidero, D-Stefano, Maurizio Kisari, Mario Cianchi, Valentina Bagni, Minelli & Minelli, Alex Grandi, Marco Cherchi, Stefano Cherchi, Silvia Zambruno, Elisabetta Gagliardi, Giulia Nofri, Ilaria Marano, Silvia Vavolo, Manuela Mannarino, Miriam Caruso e Rossella Pollicino.