“Love me again”, l’esordio boom di John Newman

Come succede sempre più spesso ai giovani artisti, la partecipazione a brani di artisti più celebri è un grande trampolino di lancio. E’ capitato anche a John Newman, 22 anni e una discreta carriera live, senza però riscontri discografici. Fino a quando non è arrivata la chiamata dell’artista elettropop Rudimental che lo ha voluto al suo fianco in “Feel the love” e “Not giving in”, entrambi rivelatisi campioni di vendite.

Adesso per il giovane inglese è arrivato il primo singolo, che dopo aver già toccato la vetta in patria ed in Irlanda sta andando benissimo in tutta Europa. Atmosfere “scure” che mettono in risalto la sua bella voce e che fanno da traino al suo primo album da solista in uscita il prossimo ottobre. Curiosamente, Rudimental è stato per lui anche una sorta di involontario “mentore” amoroso: è sempre grazie alla comune collaborazione con lui che ha conosciuto Ella Eyre, sua attuale compagna: le ha cantato in “Waiting all night“.