Eurovision 2014: già 21 paesi iscritti. Monetta tris e la Grecia…

Eurovision 2014Si è già messa in moto la macchina organizzativa dell’Eurovision Song Contest 2014 che si terrà come è noto in Danimarca dopo la vittoria di Emmelie De Forest con “Only teardrops” lo scorso maggio. Decise già le date: 6, 8 e 10 maggio, molto prima rispetto al solito ma è una scelta che DR, la tv danese ha fatto per venire incontro alle tre città ancora in corsa per l’evento ovvero Copenaghen, Horsens e Herning.

Sno già 21 i paesi iscritti, come riferisce il nostro blog partner Eurofestival News: fra questi c’è San Marino. Il direttore di SMtv Carlo Romeo aveva formalmente invitato Valentina Monetta, che negli ultimi due anni, pur non centrando la finale aveva sempre battuto ogni record del paese nel concorso, a prendervi parte per la terza volta e così sarà, con ogni probabilità di nuovo con un progetto di Ralph Siegel, diventando così la prima interprete donna a presentarsi tre volte in gara con lo stesso autore ed eguagliando nel numero di partecipazioni di fila Corry Brokken, Lys Assia e Udo Jurgens.

L’Italia resta in attesa. Il cambio alla direzione relazioni internazionali che sin qui ha avuto la sovrintendenza sulle partecipazioni azzurre non dovrebbe pregiudicare la presenza azzurra, ma come d’abitudine, se ne parlerà ad autunno inoltrato. Chi invece come al solito si è mossa per tempo è la Svizzera, che ha già lanciato il bando: saranno 9 le canzoni finaliste, e come l’anno scorso ci sarà una serata televisiva, il 1.febbraio, in diretta da Kreuzligen, durante la quale sarà scelta la canzone che rappresenterà la Confederazione in Danimarca.

C’è infine grande attesa per capire che ne sarà della Grecia. Come è noto ERT non c’è più, chiusa per decreto dal Governo, ma nei giorni scorsi il parlamento greco ha gettato le basi per la realizzazione di NERIT, la nuova tv pubblica nazionale, più snella, con meno personale e meno budget. Ora si tratterà di capire quando l’emittente sarà in grado di debuttare con le trasmissioni e poi ovviamente dovrà rifare tutte le procedure per l’iscrizione all’EBU. Ammesso che ne abbiano voglia (ma visti gli ascolti “bulgari” è probabile che di sì), sembra difficile che riescano a chiudere le pratiche entro fine anno per eventualmente prendere iscriversi all’ESC 2014. A meno che l’EBU non conceda deroghe: potrebbe anche non essere impossibile visto l’aiuto che sin qui ha dato ai greci per non smettere mai di trasmettere e ripartire.

“Last look at Eden”: signore e signori riecco a voi i mitici Europe!

Cari amici ventenni, questo post è per voi. Perchè quelli della mia generazione, che hanno passato i trenta, con gli Europe sono cresciuti. Anche quelli che come me che non amano il metal. Perchè questa band svedese (anche se due sono norvegesi) ha avuto il merito di portare il loro genere ad una visibilità popolare. Perchè nel 1986, anno di uscita della mitica “The final countdown“, l’Italia tutta – si, quell’Italia che ascoltava Al Bano e Romina! – comprò il loro album omonimo.

Anche perchè molte ragazze, questo va detto, s’erano un pò invaghite di quel biondino (allora) coi capelli lunghi che si sbatteva davanti al microfono. Poi vennero il singolo “Carrie”  (dallo stesso album), che inevitabilmente strizzava l’occhio al pop, “Rock the night”,  ed un paio di anni di fuoco, prima che questa band proseguisse la su carriera al Nord, con meno eco continentale (…eppure si chiamano Europe!). Ora, dopo tre anni di silenzio, rieccoli. “Last look ad Eden” è il loro nono album ed anche il primo singolo estratto

Sono sempre loro, un pò invecchiati magari (il buon Joey Tempest allora aveva 23 anni, oggi ne ha 46), ma sempre con la stessa grinta. Ci danno dentro con le chitarre distorte che è un  piacere. In Scandinavia – dove il metal va alla grande – i loro concerti sono ancora “sold out”. Sempre dall’album ascoltate “Mojito girl” e il secondo singolo “New love in town“. Tutto nel pieno del loro stile, intatto dopo vent’anni, che alterna il metal a brani più soft.

Le classifiche di vendita in Europa (27/9/2009)

E’sicuramente la settimana dei Muse. La band inglese domenica scorsa si era guadagnata la scena in Italia con la esilarante performance “di protesta” a Quelli che il calcio, con i componenti che si sono scambiati gli strumenti in playback (qui il nostro post) facendosi beffe dell’ignara Ventura. Anche – ma non solo – grazie a questo i Muse prendono la vetta in Italia,  che così per una volta si mette in pari con l’Europa.

Da noi schizza in testa nei downloads il bellissimo singolo di Noemi e Fiorella Mannoia (lo trovate qui) anche questo da noi annunciato. Ma l’Europa riscopre i mitici….Europe, icone degli anni ’80 che tornano in classifica con il loro nuovo album (ne riparleremo). Nomi nuovi e freschi anche in Francia e Spagna (anche qui ci torneremo), mentre si confermano un pò dovunque i Black Eyed Peas. In alto, anche per fare…il confronto, il video ufficiale di “Uprising” dei Muse. Sotto, tutti i numeri uno.

AUSTRIA:
Singoli: If a song could get me you – Marit Larsen
Album: Die liebe bleibt – Semino Rossi
BELGIO:
Singoli: I gotta feeling – Black Eyed Peas
Album: Resistance – The Muse
DANIMARCA:
Downloads: My way – Abc
Album: Resistance – The Muse
FINLANDIA:
Singoli: Celebration – Madonna
Album: Tanaan ei huomista murehdita – Lauri Tahka & Elonkerjuu
FRANCIA:
Singoli: Lady Melody – Tom Frager
Album: Mister Mystere – M
GERMANIA:
Singoli: If a song could get me you – Marit Larsen
Album: Wunsche – The Pur
GRAN BRETAGNA:
Singoli: Break your heart – Taio Cruz
Album: Resistance – The Muse
IRLANDA:
Singoli: I gotta feeling – Black Eyed Peas
Album: Resistance – The Muse
ITALIA:
Downloads: L’amore si odia – Noemi ft Fiorella Mannoia
Album: Resistance – The Muse
NORVEGIA:
Singoli: Ambitions- Donkeyboys
Album: Resistance – The Muse
OLANDA:
Singoli: Mi rowsu – Damaru & Jan Smit
Album: Resistance – The Muse
PORTOGALLO:
Singoli: I gotta feeling – Black Eyed Peas
Album: Evolution- William White
REPUBBLICA CECA
Singoli: I gotta feeling – Black Eyed Peas
Album: Nigredo – Daniel Landa
SPAGNA:
Singoli: I know you want me (calle Ocho) -Pitbull
Album: Relojes de Arena – David Demaria
SVEZIA:
Singoli: I gotta feeling – Black eyed Peas
Album: Last look at eden – Europe
SVIZZERA:
Singoli: I gotta feeling – Black Eyed Peas
Album: Resistance – The Muse