“Amore di massa”, il nuovo singolo de Il Genio

Eravamo stati fra i primi a segnalare i leccesi Il Genio, ovvero Gianluca De Rubertis e Alessandra Contini, in occasione del loro esordio con “Pop Porno”, elettropop impreziosito dalla voce sussurrata della cantante e che accompagnava l’album eponimo. Poi ci eravamo soffermati anche su “Tahiti Tahiti“, un singolo anche questo decisamente originale, che confermava le doti intepretative, di autori e di originalità del duo leccese. Il brano era il singolo guida di “Vivere nel mondo X“.

Adesso Il Genio ritornano con un nuovo brano decisamente interessante, “Amore di massa”. Il singolo segna una nuova fase  del duo, che ha cambiato etichetta, passando sotto la Ego di Verbania, che sin qui si è distinta per aver portato in Italia alcune produzioni dance, eurodance e dance pop europee (come Alexandra Stan e le Serebro) e che adesso sbarca nel mondo dell’elettropop. La canzone anticipa il nuovo album, in uscita a breve. L’ironia è sempre la stessa, il tema ricorrente del sesso, pure. Tutto molto bello.

“Tahiti Tahiti”, riecco l’elettropop de Il Genio

Due anni fa furono un vero fenomeno mediatico, col loro singolo “Pop Porno” che anticipava l’album omonimo. Adesso i leccesi Alessandra Contini e Gianluca De Rubertis, in arte Il Genio tornano con un nuovo singolo, sempre molto elettropop e sempre molto originale nel sound, nelle tematiche e nel video. E se nel movimento indie sono già tra i più suonati promettono di arrivare presto anche nelle charts ufficiali.

“Tahiti Tahiti” accompagna “Vivere nel mondo X” . Interessante melodia, alternanze armoniche veramente straordinarie, cambi di ritmo e il solito modo di cantare della Contini che affascina. E oltretutto in questo video è molto più bella e naturale rispetto al precedente. Recentemente il duo leccese ha composto anche una canzone che fa parte della colonna sonora di Romanzo Criminale: si chiama “Roberta” ed è inserito nel cd con le canzoni del serial di Sky. Roberta è uno dei protagonisti del serial.

Aperte le votazioni per il Premio Italiano del Videoclip 2008: ecco le nomination

premio_video_clip_italianoTorna l’appuntamento con il Premio Italiano del Videoclip Indipendente, il riconoscimento che ideato da Domenico Liggieri in collaborazione con Rockol, la partnership dell’ Università IULM di Milano e con il sostegno dell’Assessorato al Tempo Libero del Comune di Milano, che vuole premiare il miglior videoclip italiano secondo gli utenti della rete.

Da mercoledì 21 ottobre sono aperte le votazioni sul web (per vedere tutti i video e votarli, basta cliccare questo link) per decretare il video dell’anno in ognuna delle categorie; i due video che fino al 6 novembre riceveranno maggiori consensi si affronteranno in un ballottaggio finale, da cui usciranno appunto i nomi dei quattro vincitori. Essi saranno premiati durante la cerimonia prevista alla IULM di Milano il 15 dicembre.

L’anno scorso vinsero nella categoria Uomini  “Eroe” di Caparezza per la ; per la categoria Donne  “Basta” di L’Aura ; per la sezione Gruppi vince “Parco Sempione” di Elio e le storie Tese per mentre per la categoria EmergentiNon ti scordar mai di me” di Giusy Ferreri. Ecco invece le nomination per il 2009:

UOMINI

  • Tiziano Ferro – “Il regalo più grande”
  • Jovanotti – “Mezzogiorno”
  • Fabri Fibra – “Incomprensioni”
  • Cesare Cremonini – Il Pagliaccio”
  • Niccolò Fabi – “Solo un uomo”

DONNE

  • Dolcenera – “La più bella canzone d’amore che c’è”
  • Ayris (Syria) – “Vedo in te”
  • Giusy Ferreri – “La scala”
  • Gianna Nannini – “Maledetto ciao”
  • Malika Ayane – “Come foglie”

GRUPPI

  • Negrita – “Gioia infinita”
  • Zero Assoluto – “Per dimenticare”
  • Afterhours – “Il paese è reale”
  • Marlene Kuntz – “Impressioni di settembre”
  • Subsonica – “Strade”

EMERGENTI

  • La fame di Camilla – “Storia di una favola”
  • Dari – “Non pensavo”
  • Ministri – “Tempi bui”
  • Il Genio – “Pop porno”
  • Arisa – “Sincerità”

Il Genio: un “Pop Porno” furbo (troppo?) guida un buon album

Per essere originale è originale. Il testo parla di lei che si lamenta col suo lui che guarda i film porno e quando lei si sveglia nel cuore della notte per i gemiti di lui si ritrova suo malgrado in quel calderone con lui che sbava.

Però è lei stessa a cantare non tanto come farebbe “un attrice porno”, quanto piuttosto come una di quelle ragazze finto-perbene che si vedono nelle pubblicità degli 899 sulle tv private dopo mezzanotte.  Con gemiti, ammicamenti e sussuri. E si veste come loro, sfuttando al massimo la sua indubbia sensualità.

Però “Pop porno“, tormentone d’esordio dei leccesi Il Genio si fa ascoltare e cantare, perchè è pericolosamente ipnotica e nel contempo presta il fianco ai suoi detrattori. Alessandra Contini e Gianluca De Rubertis hanno spopolato su myspace e nelle radio, tanto da diventare anche la colonna sonora di “Quelli che il calcio”.

Il problema è che per capire che i due non sono solo “furbi”, ma anche bravi bisogna andarsi a sentire tutto l’album che si intitola come loro. E ci sarebbe bisogno che passassero più spesso in tv a cantarlo tutto. Noi l’abbiamo ascoltato e il giudizio è postivo. Perchè c’è un insieme notevole di suoni e stili diversi.

Andatevi a sentire, per esempio “L’applique”, canzone con un testo originalissimo che tira in ballo la vecchia Bic. Oppure, nel segno degli chansonnier francesi alla Gainsbourg, “La Pathétique”. E se amate le canzoni d’amore eccovi “Tutto è come sei tu” .”Povera stella” è invece sull’amore perduto.

Ancora, possiamo proporvi dalla rete le tracce “A questo punto” e “L’orrore”  versione riadattata di “Thriller” di Micheal Jackson o ancora “Gli eroi del Kung fu” o “Una giapponese a Roma“, cover di un vecchio brano dei Kahimi Karie degli anni’80 dai quali hanno ripescato (ma la loro versione non ce l’abbiamo, qui l’originale) “I wanna be your lover” dei fratelli La Bionda.