Stasera via ai Giochi Olimpici 2012: la canzone ufficiale e quella… di Sky

La grande festa dello sport è arrivata. Noi siamo un blog di musica, ma siamo soprattutto un blog europeo e allora non possiamo non dedicare un post ai Giochi Olimpici di Londra che cominciano ufficialmente stasera (dopo i due giorno di prologo calcistico) con la cerimonia di apertura a Stratford. (ore 21 diretta Sky e Rai Uno). Un vento da 4 milioni di telespettatori la cui direzione è affidata a Danny Boyle, premio Oscar,  celebre regista di film come Trainspotting e The Millionaire.

Ci sarà ovviamente grande spazio per la musica e alla fine dovrebbe arrivare anche sir Paul Mc Cartney come degna conclusione dell’evento, prima dell’accensione ufficiale del braciere olimpico. Abbiamo già parlato su questo blog dell’inno ufficiale, “Survival”, scritto da Matthew Bellamy, leader dei Muse e appunto cantato dalla band, uno dei gruppi più popolari d’Europa.

Più modestamente, anche l’Italia avrà una sua canzone – per così dire – olimpica, è “L’estate si balla” de I Moderni, secondi classificati all’ultimo X Factor, il primo targato Sky. La canzone dell’ensemble torinese, ovviamente NON E’ l’inno italiano dei Giochi, ma in pratica sarà usato da Sky come sigla di Social Games, il programma di approfondimento sui Giochi con le notizie che arrivano dal web. E ovviamente sta girando da tempo sull’emittente satellitare.

Ecco “Survival” dei Muse, inno ufficiale dei Giochi Olimpici 2012

Il 27 luglio scattano ufficialmente i Giochi Olimpici di Londra 2012 (anche se il torneo di calcio, come di consueto partirà due giorni prima) e allora ecco qua la canzone ufficiale, con tanto di video. Che i britannici, gente avvezza alla musica di livello hanno pensato bene di affidare ai Muse, una delle band emergenti più importanti e migliori d’Europa. “Survival” è la canzone che fra l’altro anticipa il loro nuovo album “The 2nd Law“, previsto per il 18 settembre.

Una canzone non commissionata appositamente per i Giochi, ma che proprio per la sua struttura è stata scelta come colonna sonora degli stessi, come ha spiegato alla stampa inglese Matthew Bellamy, il leader del gruppo e autore del brano: “È un grandissimo onore per noi che Survival sia stata scelta per accompagnare i Giochi Olimpici di Londra 2012 – ha detto Bellamy – L’ho scritta pensando ai Giochi  ed esprime il senso di convinzione e di determinazione alla vittoria”. Bellamy ha anche spiegato che avrebbe dovuto essere un duetto “con un bravo pianista”, senza però rivelarne il nome, visto che la trattativa è saltata.

Via ai Campionati Mondiali di calcio: l’inno con lo sponsor di K’Naan e David Bisbal (in quattro versioni), quello ufficiale di Shakira (e quello francese)

Ore 16, stadio di Johannesburg: con Sudafrica-Messico si aprono ufficialmente i campionati del Mondo di calcio. E anche quest’anno è un tripudio di inni. Ne abbiamo due ma contando le versioni è come se ne esistessero sei. E alcuni hanno firme europee in calce oppure hanno a che fare con l’Europa. Andiamo con ordine. Quello che vedete sopra sarà uno dei tormentoni estivi: “Waving flaag” del rapper canadese di origine somala K’Naan. E’l’inno scelto dallo sponsor ufficiale, la Coca Cola, per il progetto “Impatto zero” ed è cantato insieme allo spagnolo David Bisbal, già vincitore del Latin Grammy. Ma non è l’unica versione che si conosce di questo inno, già in testa ovviamente a tutte le charts digitali e non solo.

Ne esistono altre tre versioni: quella cantata anche in lingua araba insieme alla star libanese Nancy Ajram. Poi ce n’è una con la partecipazione dell’americano e Wil I. A.M.  e del Dj francese David Guetta, autore del remix. E poi c’è il pezzo originale, del solo K’Naan. Eccoli di seguito. Ma non è finita. Dopo il salto, tutti gli altri inni presenti in questa rassegna.

K’NAAN ft NANCY AYRAM

K’NAAN ft WILL I.A.M & DAVID GUETTA

K’NAAN ORIGINAL VERSION

Continua a leggere

L’Europa della musica nel pallone: “Waka waka” di Shakira domina le charts.

S’avvicina la data del calcio d’inizio del primo mondiale di calcio della storia in terra africana (11 giugno) e allora anche la musica in Europa e nel mondo si “piega” all’evento musicale.  Quella che trovate sopra è“Waka Waka“, la canzone ufficiale dei Mondiali 2010, eseguita in inglese da quella bella figliola che risponde al nome di Skakira, accompagnata dalla band sudafricana dei Freshlyground.

Appena uscito, il brano è schizzato in vetta alle charts digitali: ad oggi il brano è al primo posto in Italia, al secondo in Spagna, Svizzera e Lussemburgo, al terzo in Olanda ed in Finlandia e raggiunge la top ten in Germania, Grecia, Austria, Belgio e Svezia. Come tradizione di Shakira, il brano ha anche una versione in lingua spagnola, copia conforme all’originale, che è questa qui sotto.

LA CANZONE DELLA FRANCIA PER MONDIALI ED EUROFESTIVAL – Quella che trovate qui sotto è invece la canzone con cui la tv francese ha scelto di promuovere i Mondiali e il tifo per la Francia in Europa e nel continente nero.  Ne abbiamo già parlato, si chiama “Allez Ola Olè” e la canta il franco congolese Jessy Matador. Solo che oltre ad essere il brano francese per i Mondiali, è anche il pezzo che rappresenterà la Francia all‘Eurofestival. Giusto dieci giorni prima della rassegna. Bel pezzo, ma scelta insana, purtroppo per i francesi. Perchè se vuoi vincere la manifestazione canora non puoi portare l’inno dei Mondiali. Oltretutto, dopo che ti sei qualificato segnando con la mano irridendo tutta Europa.

“You and me”, riascoltiamo l’inno delle Olimpiadi 2008

Visto che siamo in tema olimpico, eccovi in questa giornata l’inno ufficiale della manifestazione. Si chiama “You and me” e scandisce fino all’ossessione ogni momento della ventinovesima edizione dei Giochi Olimpici, in corso a Pechino.

Il pezzo, composto da Cheng Qigang, è andato in onda per la prima volta durante la sontuosa cerimonia di apertura. Lo cantano il cinese Liu Huang ed la sporano inglese Sarah Brightman. Huang, 47 anni, è un famoso cantante pop asiatico.

La Brightman, ha ricevuto 150 dischi d’oro in 34 paesi, vednuto 26 milioni di dischi nel mondo ed è stata l’unica artista ad essere stata in testa contemporaneamente nelle classifiche dance e classica. Il brano, come prevedibile trattandosi di un inno ha toni un pò aulici. Ma anche un testo impegnato ed immagini di tolleranza e fratellanza fra popoli. Buon ascolto. E ancora buoni Giochi.