Echo Awards 2013: trionfo per Die Toten Hosen

Gli Echo Awards, gli Oscar della musica tedesca, edizione 2013, assegnati dall’accademia tedesca della musica, hanno avuto come protagonisti assoluti Die Toten Hosen. La punk rock band, che ha festeggiato nel 2013 i 30 anni di carriera hanno fatto piazza pulita dei maggiori riconoscimenti, confermandosi ancora oggi come uno dei progetti musicali tedeschi più apprezzati. Accanto al “vecchio”, il nuovo ovvero Ivi Quainoo, vincitrice di The Voice of Germany, ma anche Roman Lob, il rappresentante eurovisivo tedesco e Cro, il rapper crossover che col primo album “Raop” (di cui avevamo parlato qui) ha vinto il disco di platino. Ecco tutti i vincitori

  • Album dell’anno: “Ballast der Republik”, Die Toten Hosen
  • Artista maschile pop rock  nazionale: David Garrett
  • Artista maschile pop rock internazionale: Robbie Williams
  • Artista femminile pop rock nazionale: Ivi Quainoo
  • Artista femminile pop rock internazionale: Lana del Rey
  • Gruppo pop rock nazionale: Die Toten Hosen
  • Gruppo pop rock internazionale: Mumford & Sons
  • Artista schlager germanofono: Helene Fischer
  • Artista di musica folk e popolare in lingua tedesca: Santiano
  • Hip Hop & Urban Nazionale e internazionale: Cro
  • Elettronica e Dance Nazionale e Internazionale: Deichkind
  • Rock alternativo Nazionale: Unheilig
  • Rock alternativo internazionale: Linkin Park
  • Crossover Nazionale e internazionale: Wise Guys
  • Artista esordiente nazionale dell’anno: Cro
  • Artista esordiente internazionale dell’anno: Lana del Rey
  • Hit dell’anno: “Tage wie diese”, Die Toten Hosen
  • Evento di maggior successo in Germania: Unheilig
  • DVD Musicale Nazionale: Helene Fischer
  • Best live nazionale: Peter Maffay
  • Maggior successo radiofonico: “Standing still”, Roman Lob
  • Miglior video: “Stardust” di Lena
  • Produttore dell’anno:  Vincent Sorg dei Toten Hosen
  • Premio alla carriera: Hannes Wader
  • Premio della critica: Karftklub
  • Premio speciale per l’impegno sociale: Daniel Barenboim
  • Premio alla carriera per l’eccezionale contributo alla musica: Led Zeppelin

Ivy Quainoo, la perla nera di Germania

Da noi sarebbe dovuto arrivare ad Ottobre ed invece non comincerà nemmeno, soppresso prima del via per una questione di costi. Eppure “The Voice“, il nuovo talent show della Endemol, sta mietendo successi in tutta Europa. Dopo il Belgio, l’Olanda, la Francia, gli Usa e l’Australia, si segnala anche il trionfo dell’edizione tedesca, premiata anche come miglior programma di intrattenimento.

La prima edizione tedesca del talent show dove gli artisti vengono selezionati “al buio”, cioè con i giudici che possono ascoltarne solo la voce ha visto il trionfo di Ivy Quainoo, ventenne berlinese di famiglia ghanese. E non appena è uscito il suo primo singolo, “Do you like what you see”, che accompagnava l’album d’esordio “Ivy“, è stato un trionfo. la sua voce rnb e soul l’ha portata ai vertici nel panorama germanofono e adesso le sue canzoni stanno uscendo anche in tutto il Continente.

“You got me”, il secondo singolo, forse non ha lo stesso appeal del primo ma conferma la bontà di un’artista (i suoi coach erano la band country rock The BossHoss) che ha grandi mezzi per potersi affermare a livello internazionale. Per lei intanto, è cominciato un tour in Germania, inframezzato da varie apparizioni televisive. In una di queste ha cantato “Break away”, un’altra traccia dell’album.