MTV Europe Music Awards, ecco tutti i candidati

2013_MTV_EMA_LogoConsueto  dominio anglofono nelle nomination per gli MTV European Music Awards, gli Oscar della musica europea assegnati da MTV col voto popolare e che quest’anno si concluderanno con il galà del 10 novembre allo Ziggo Dome di Amsterdam. Per quanto riaguarda i premi assoluti anche i pochi artisti europei parlano tutti inglese (compresi i francesi Daft Punk e i tedeschi Tokio Hotel). C’è tanto mainstream con BastilleIcona Pop, One Direction e Rudimental, fa piacere ritrovare artisti come Arctic Monkeys e Black Sabbath.

Per quanto riguarda i premi regionali  ci sono diversi nomi di cui abbiamo parlato in questo blog e anche diverse eurostars.  Su tutti, il rappresentante italiano 2013 ovvero Marco Mengoni, che torna dopo che nel 2010 era stato incoronato direttamente Best European Act, primo italiano della storia. E’ stato nominato intanto per il premio italiano, dove dovrà scontrarsi con Fedez (sic!), Salmo (sic!), Emma e Max Pezzali.

Lena si conferma nome di punta in Germania: anche lei vincitrice del premio assoluto europeo e candidata a quello mondiale (nel 2011), dovrà vedersela soprattutto con Cro, il rapper crossover che all’esordio ha sbancato le charts con l’album “Raop”. Altri avversari saranno Tim Bendzko, Sportfreunde Stiller e Frida Gold. Sfida eurovisiva in Grecia fra Sakis Rouvas e il cipriota Mihalis Hatziyannis (in coppia con Midenistis). Fra le eurostars “mancate” ci sono gli Auryn, la boyband campione di vendita in Spagna, secondi alla finale spagnola del 2011: sarà duello presumibilmente con l’asso pigliatutto Pablo Alboran, appare più difficile la corsa per Lori Meyers, Fangoria e Anni B Sweet. Sorprende (o forse non più di tanto), l’assenza di Emmelie De Forest, che pure in Danimarca è andata molto bene e che non è nel lotto dei candidati.

Nella altre zone europee, come dicevamo, anche diversi nomi noti a chi ci segue: i finlandesi Elokuu, i francesi Maitre Gims, Shaka Ponk e Tal, il belga Stromae, i norvegesi Madcon, la danese Medina,  la russa Nyusha, la greca Demy, la slovacca Celeste Buckingham e i portoghesi Filipe Pinto e Os Azeitonas. Di enorme spessore le nominations britanniche e svizzere, con cinque giganti fra cui anche un nome noto qui nel blog come Bastian Baker. Fuori dal continente europeo, si segnalano i colombiani Cali Y El Dandee, a lungo primi in Spagna negli ultimi due anni. Infine, anche se non c’entra nulla con l’Europa, tenete d’occhio la neozelandese Lorde: ne sentiremo presto parlare anche da noi. Dopo il salto, nel dettaglio tutte le nominations assolute ed europee.

Continua a leggere

MTV European Awards: dominio americano, vecchio continente a secco. Worldwide Act, Lena non ce la fa.

Assegnati ieri sera a Belfast gli MTV European Awards, gli oscar europei della musica organizzati dall’emittente internazionale MTV. C’era interesse per la sfida fra Lena e Britney Spears per il Worldwide Act (qui i candidati), la nuova categoria che vedeva sfidarsi un cantante per continente: è finita in parità nel senso che hanno vinto i coreani Big Bang… Ma la sconfitta di Lena è solo la punta di una serata che purtroppo ha confermato il dominio assoluto  degli Stati Uniti. In nessuna – leggasi nessuna – delle categorie ha vinto un artista europeo (peraltro erano in gara esclusivamente artisti britannici, a parte per l’appunto Lena e lo spagnolo Enrique Iglesias). Qui tutte le nominations (Lena ha vinto il Best European Act), sotto tutti i vincitori. I risultati parlano da soli, a voi i commenti.

  • Best Live: Katy Perry
  • Best Female: Lady Gaga
  • Best Male: Justin Bieber (Canada)
  • Best New: Bruno Mars
  • Best Pop: Justin Bieber (Canada)
  • Biggest Fan Award: Lady Gaga
  • Best Alternative: 30 Second to Mars
  • Best Song: Lady Gaga, “Born this way”
  • Worldwide Act: BigBang (Corea del Sud)
  • Best Video: Lady Gaga, “Born this way”
  • Best world stage act: 30 seconds to Mars
  • Best Push Act: Bruno Mars
  • Best Hip Hop: Eminem
  • Best Rock: Linkin Park

“You and I”, Medina sforna la versione inglese di “Kun for mig”

Non c’è niente da fare. La mania di inglesizzare (e in qualche caso di francesizzare) tutto divora la musica internazionale.  E le regine della disco pop non si sottraggono al gioco. Dopo la versione francese di “Release me” di Agnes (di cui torneremo a parlare fra qualche giorno) esce adesso quella di un pezzo che come al solito eravamo stati tra i primi a proporre.

Parliamo di “Kun for mig” (il post originale sta qui), pezzo con cui la danese Andrea Fuentealba Valbak,  in arte Medina, cantante di famiglia cilena aveva sbancato le classifiche scandinave e che recentemente è stata premiata agli MTV awards come miglior artista danese Un gran bel pezzo, non c’è dubbio. Adesso come detto esce la versione inglese e la traduzione “Only for me” diventa invece “You and I“. Ci fa ballare lo stesso ma la mania dell’inglese a tutti i costi proprio non ci va a genio. Soprattutto in brani come questo, dove non è certo il testo a farla da padrone.

Sempre dagli MTV European Awards: la sperimentazione dei baschi We are standard

Insieme al successo assoluto dei turchi Manga, i baschi We Are Standard rappresentano la più grossa sorpresa degli MTVEuropean Music Awards. Perchè in una terra come la Spagna, che tende a premiare molto gli artisti che cantano nella lingua madre, il premio nazionale lo hanno vinto loro, che cantano in inglese, per giunta facendo un rock elettronico sin troppo sperimentale.

Lo confessiamo a noi non piacciono granchè, però ne parliamo, perchè sono comunque un fenomeno. Il primo album ha venduto benissimo, il secondo che si chiama come loro, sta andando altrettanto bene. “The first girl who got a kiss” è il pezzo in alto, qui c’è invece “Last time”. Troppo americani, per i nostri gusti e non solo perchè cantano in inglese. Però bravi, nel loro genere.

Oggettivamente però, pensare che abbiano battuto gente come Fangoria, Macaco, Russian Red (che per esempio canta anche lei in inglese ed è lontanissima dal pop comunemente inteso, ma fa roba anni luce migliore) e Nena Daconte, fa venire i brividi. E si capisce come agli awards di MTV non sempre passi la musica migliore. Anzi, a ben vedere, diremmo quasi mai.

Alla scoperta dei vincitori del MTV Best European Act: il rock dei turchi MaNga

Hanno sbaragliato il campo, vincendo gli MTV Music Awards, sia come miglior band del loro paese, sia come miglior artista europeo. Sono i turchi ManGa, nome deliberatamente ispirato ai fumetti e musica che spazia attraverso vari generi. Ma soprattutto, ed è questa la cosa che colpisce in una rassegna che tende a premiare la lingua inglese, cantano rigorosamente in turco.

Sono bravi, sanno fare musica davvero. “Beni benimle birak“è il pezzo che vi proponiamo sopra, singolo dell’album “SehrI Huzun”. Chi è stato almeno una volta a Budapest li ha senz’altro visti suonare al popolare Sziget Festival e non a caso sono una delle band più amate nell’est Europa. Ma adesso si preparano allo sbarco nella parte occidentale, visto che a Dicembre terrano una serie di concerti a Londra, dove si sono già esibiti nel 2008 assieme al re del pop turco Tarkan.

Ancora saggi della loro bravura, del loro modo tutto personale di fare rock, per dimostrare che si può fare dell’ottima musica anche in lingue strane: “Her Aşk Ölümü Tadacak“, sempre dall’ultimo lavoro come “Hayat bu iste“. Pezzi di grandissima atmosfera, estremamente moderni ed originali. Ascoltate anche “Cevaspiz sorular”  e “Dünyanın Sonuna Doğmuşum” E c’è già chi spinge, nell’entourage della tv turca, per portarli all’Eurofestival. Perchè loro, i turchi, ci vanno. E ci vanno per vincere. Con loro potrebbero anche farcela di nuovo.

“Home”, Paul Van Dyk alla conquista dell’Europa

Paul Van Dyk, 38 anni, è uno dei personaggi più famosi della scena dance trance europea. E come molti dei suoi colleghi, ogni tanto devia dalla sua specialità musicale per andare su pezzi decisamente dal sound più commerciale. Pezzi “per fare cassetta”, per così dire, come affermò il suo illustre collega Bob Sinclar.

Così ecco “Home“, nel quale c’è la voce di Jonnhy Mc Daid, che fa da traino all’album omonimo. Un pezzo con il quale il dj e produttore tedesco si appresta a sbancare l’Europa. Tra l’altro l’artista sarà protagonista di una serata speciale che anticiperà gli European MTV Awards, quest’anno il programma a Berlino. E ora balliamo un pò….

European MTV Music Awards 2009, queste le nomination per il miglior artista nei vari paesi

MTV-ema09Sono state rese pubbliche le nomination per il premio di “miglior artista” nelle varie “regioni” dove è presente una emittente dedicata di MTV. Questo in vista degli MTV Music Awards, il premio internazionale della musica europea organizzato dalla popolare emittente in programma il 5 novembre prossimo a Berlino. Da questi uscirà poi, come dai vincitori di ogni categoria “regionale” un vincitore assoluto.

Sotto, tutti i candidati.Qualche notazione. Per quanto concerne l’Italia non ci sono – per ora – artisti usciti da Amici, mentre c’è Giusy Ferreri di X Factor. Qualcosa vorrà dire, anche se probabilmente, per via della permanenza in classifica, ci aspettiamo fra gli album la presenza di “Stupida” della Amoroso o del lavoro di Marco Carta.

A conferma di quello che andiamo dicendo da tempo, anch quest’anno è ricco il parterre di artisti che hanno partecipato al’Eurofestival. Notiamo: Kenan Dugulu, Helena Paparizou, Marika, Lovebugs e l’immancabile Dima Bilan. La rassegna dunque funziona (Bilan è un ex vincitore, l’anno scorso si impose l’israeliana Shiri Maimon).

Non sono poi così tanti gli artisti da primato in classifica, per un premio che tende a valorizzare i sound particolare: si prospetta però una bella lotta in Germania, Spagna, Polonia e Regno Unito. Ci fa piacere vedere, per esempio, artisti come i greci Onirama, la lettone DJ Ella o gli ottimi polacchi Afromental.

BEST ITALIAN ACT:  1) “Giusy Ferreri, 2) J AX, 3)  Lost, 4) TizianoFerro, 5)  Zero Assoluto

BEST BALTIC ACT – 1) Chungin and The Cats of Destiny (Estonia), 2) DJ Ella (Lettonia), 3) Flamingo (Lituania), 4) Leon Somov & Jazzu (Lituania), 5) Popidiot (Estonia)

BEST UK & IRELAND ACT – 1) Florence & The Machine (Inghilterra), 2) La Roux (Inghilterra), 3) Pixie Lott (Inghilterra) 4) The Saturdays (Inghilterra) , 5) Tinchy Strider (Inghilterra).

BEST FRENCH ACT: 1) David Guetta 2) Olivia Ruiz, 3) Orehlsan, 4) Rohff 5) Sliimy

BEST ADRIA(TIC) ACT: 1) Darwood Dub (Serbia), 2) Dubioza Kolectiv (Bosnia Erzegovina) 3) The Elvis Jackson (Slovenia) 4) Lollobrigida (Croazia) 5) Superhiks (Macedonia)

BEST BELGIAN AND DUTCH ACT: 1) Alain Clark (Olanda) 2) The Black Box Revelation (Belgio) 3) Esmée Danters (Olanda) 4) Fedde Le Grand (Olanda) 5) Milow (Belgio)

BEST DANISH ACT: 1) Dunè 2 )The Jooks  3) L.O.C 4) Medina 5 Outlandish

BEST FINNISH ACT: 1) Apulanta 2) Cheek 3) Deep Insight 4) Happoradio 5) Disco Ensemble

BEST GERMAN ACT: 1) Peter Fox 2) Jan Delay 3) Silbermond 4) Sohne Mannheims 5) Sportfreund stiller

BEST GREEK ACT: 1) Elena Paparizou 2) Monika 3) Matisse 4 ) Onirama 5) Professional Sinnerz

BEST SPANISH ACT: 1) Fangoria 2) Macaco 3) Nena Daconte 4) Russian Red 5) We are standard

BEST HUNGARIAN ACT: 1) Esclin Syndo 2) The Idoru 3) The Kolin 4) The Moog 5) Zagar

BEST ISRAELI ACT:  1) Asaf Avidan & the Mojos 2)Assaf Amdursky3) Infected Mushroom 4) Ninet Tayeb 5) Terry Poison

BEST NORWEGIAN ACT: Donkeyboy, Maria Mena, Paperboys, Røyksopp, Yoga Fire

BEST POLISH ACT: Afromental, Ania Dąbrowska, Doda, Ewa Farna, Jamal

BEST PORTUGUESE ACT: Buraka Som Sistema, David Fonseca, Os Pontos Negros, X-Wife, Xutos e Pontapés

BEST ROMANIAN AND MOLDAVIAN ACT: David Deejay feat. Dony, Inna, Puya feat. George Hora, Smiley, Tom Boxer feat. Jay

BEST SWEDISH ACT: Adiam Dymott, 2) Agnes, 3) Darin, 4) Promoe 5) Mando Diao

BEST SWISS ACT: 1) Lovebugs 2) Phenomden 3) Ritschi 4) Seven 5) Stress

BEST TURKISH ACT: 1) Atiye Deniz 2) Bedük 3) Kenan Doğulu 4)  maNga, 5) Nil Karaibrahimgil

BEST RUSSIAN ACT: 1) Centr, 2) Dima Bilan 3) Kasta 4) Sergey Lazarev, 5) Timati

BEST UKRAINIAN ACT: 1) Antitila 2) Druga Rika  3) Green Grey 4) Kamon  5)  Lama

BEST ARABIAN ACT (sono gli artisti dei paesi del Bacino del Mediterraneo, associati agli awards europei pur non essendo del nostro continente):  1) Amr Mostafa (Egitto) 2) Darine Hadchiti (Libano) 3) Joe Askhar (Libano) 4) Ramy Sabry (Egitto) 5) Rashed Al-Majed (Araba Saudita)