“…della gente che non dorme”, il primo album di Matteo Sperandio & Q-Artet

A volte le favole diventano realtà. E la storia di Matteo Sperandio & Q-Artet un pò alle favole effettivamente somiglia. Di loro avevamo parlato in occasione del loro accesso  alle semifinali di Musicultura 2011, proponendo il loro brano “L’amore originale”, adesso il quartetto ternano torna di nuovo a far parlare di sè. In 12 mesi sono passati dai concerti nella piazza cittadina davanti ad un bar alla vittoria, fresca di questi giorni al prestigioso Premio “De Andrè”, a Roma, presso la piazza intitolata al grande cantautore genovese.

Una vittoria da perfetti outsider, perchè loro non hanno dietro le grandi major e hanno fatto tutto in casa, autoproducendosi l’album “…della gente che non dorme”: nove inediti, fra cui il brano di Musicultura,  “Sette vite”, con cui hanno vinto a Roma e “Per votarmi scrivi si, scritta da Sperandio (autore di testi e musiche), insieme a Giancarlo Ingrassia, che la portò nel 2010, sempre a Musicultura. Più due bonus tracks: la versione groove di una delle tracce e quella in spagnolo di “Dolce semmai“, che in italiano trovate qui.

Matteo Sperandio al pianoforte, violino e voce, Matteo Ceccarelli al violino, Gianluca Pirisi al violoncello, Simone Pirisi al contrabbasso. Niente batteria, chitarra e strumenti elettrici: “Volevamo fondere insieme le nostre esperienze di musicisti di formazione classica, per dare risalto a strumenti non usuali quando si pensa alla musica contemporanea”, racconta il frontman. L’album è il traguardo di una carriera che solo formalmente è partita dodici mesi fa: ” In realtà suoniamo tutti insieme da tempo – racconta Matteo Ceccarelli – e gli altri due componenti della band sono anche cugini di Matteo Sperandio. Abbiamo fatto concerti di musica classica in giro per il mondo e un giorno, mentre provavamo Mozart, ci siamo detti: “perché non proviamo ad arrangiare le canzoni che abbiamo”. E così eccoci qua”.

Continua a leggere

“Caviglie stanche” di Romeus (prodotto dalla Caselli) vince Musicultura 2011

Non c’è niente da fare, questo è l’anno di Caterina Caselli e della Sugar. Prima vince la sezione giovani di Sanremo con Raphael Gualazzi e “Follia d’amore“, poi lo stesso artista arriva secondo all’Eurovision Song Contest contro ogni pronostico e il disco è andato benissimo, con l’artista che sta girando l’Europa. Poi “Giungla” di Erica Mou è in finale alla MTV New Generation. Ora un altro artista della Sugar si porta a casa tutto il bottino di Musicultura 2011, il festival della canzone popolare e d’autore, il più importante concorso musicale italiano dopo Sanremo.

Si tratta di Carmine Tundo, in arte Romeus, 22 anni, pugliese (come Erika Mou e in Negramaro, tutti della Sugar…) che con “Caviglie stanche” ha vinto l’edizione 21 della rassegna, vincendo anche il premio della critica: “Ci fa molto piacere che una manifestazione come Musicultura si sia aperta al nostro genere musicale. Facendo rock, io e la mia band pensavamo di non essere appropriati a un festival tradizionalmente legato ad un cantautorato piu’ ‘sofisticato’ – racconta il vincitore – Ci siamo anche molto divertiti e abbiamo instaurato un ottimo rapporto con la citta’ di Macerata, dove ormai siamo di casa”. Romeus era già stato anche a Sanremo 2010 col brano “Come l’autunno“, scritto con Tricarico.

La kermesse si è svolta al teatro Sferisterio di Macerata questo fine settimana ed è stata presentata da Fabrizio Frizzi. Romeus ha battuto gli altri tre super finalisti (in ordine alfabetico):  Babalù con “Mio fratello è pakistano”, Andrea Cola con “Se io tra voi” e Renzo Rubino con “Bignè”. Altri premi rilevanti: Premio Miglior Musica al gruppo veneto Piccola Bottega Baltazar; Premio Miglior Progetto Discografico all’abruzzese Momo; Premio Miglior Testo ai lucani Babalu’. Rubino e Romeus erano stati premiati già dagli ascoltatori di Radio Uno come migliori fra i 16 semifinalisti. Che potete ascoltare sul sito ufficiale.

“Amore sei tornata finalmente”, il tormentone italiano arriva dai Radiolondra

Trovare un tormentone in un festival dedicato alla musica d’autore e popolare è merce rara, però quando lo si scova è una piccola perla. E allora eccovi “Amore sei tornata finalmente”, che i riccionesi Radiolondra hanno presentato alla edizione 2011 di Musicultura, centrando la finale. Sopra trovate uno stralcio e l’intervista, mentre la canzone intera la trovate in questo link .

Un vero e proprio tormentone, di quelli da canticchiare sotto il sole, che fa parte del loro primo ep “Quello che c’è“. Un gruppo, quello riccionese, formatosi nel 2009 e che tuttora vive soprattutto dei bagni di folla dei loro live. Già l’anno scorso avevano presentato a Musicultura un altro brano orecchiabilissimo dal titolo “Certe volte”, anche in questo caso centrando la finale. . Nel corso dell’Estate 2010 hanno presentato in giro per i club e le piazze dell’Emilia Romagna il loro spettacolo “Se sulla spiaggia c’è la neve“.

Testi non scontati, musiche trascinanti senza essere banali. Ascoltate per esempio “Elisa (dorme sul divano)”  anche “2 ore”. O ancora “F. che ne è della tua vita“. Speriamo presto di potervi proporre direttamente il video del tormentone di cui sopra, ma intanto l’audio basta per applaudirli. I giovani vanno sempre incoraggiati e questo blog continuerà sempre a farlo, ogni volta che ci sono cose buone da farvi sentire.

Musicultura 2011, via alle audizioni live (in diretta streaming)

Scattano oggi le audizioni live degli artisti selezionati per la semifinale di Musicultura 2011, la rassegna italiana della canzone popolare e d’autore in programma a metà giugno al teatro Sferisterio di Macerata. Obiettivo, selezionare i 16 vincitori che poi si giocheranno gli otto premi in palio e che avranno la possibilità di essere inseriti nella compilation della manifestazione.

Le audizioni si svolgeranno in tre fine settimana fino al 13 febbraio prossimi presso il Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata. Ma da quest’anno cìè una novità, dedicata a tutti coloro che si sono appassionati alla manifestazione ma non possono recarsi nelle Marche. L’evento, dunque anche le selezioni, saranno trasmessi live (inizio ore 21 per il sabato ed ore 17 per la domenica) su  www.musicultura.itwww.centroitalia.tv.

Importante e nuova la partnership con Centroitalia.tv, la Web TV di informazione, spettacolo e cultura che ha come editore Halleymedia, la giovane agenzia di comunicazione di Matelica specializzata nella creazione di interfacce multimediali e piattaforme integrate per il web. In occasione poi delle finali torneranno in campo anche Radio Rai e successivamente Rai Uno.

“Ci piace coinvolgere realtà marchigiane giovani e interessanti, che nel festival trovano un’opportunità in più per testare la propria professionalità in ambito nazionale; Halleymedia e CentroitaliaTV rientrano senz’altro tra queste. Ci siamo conosciuti e ci siamo piaciuti. Credo faremo insieme un buon lavoro” ha detto il vice presidente di Musicultura Ezio Nannipieri.

Ecco gli artisti selezionati: Accademia Dei Folli, Airin, Artu’, Davide Bassino, Chopas &TheDoctor, Andrea Cola, Corimè, Francesca Kur Curatolo, Mimì De Maio, Marialuisa De Prisco,Paola Di Capua, Duettialkilo, Edgar Cafè, esterina, Ettore Giuradei, Gli Ex, Giancarlo Guerrieri,Roberta Gulisano, La Curva Di Obiz, Lalla Into The Garden, Liberadante, Malanova, Veronica Marchi, Marta Gi And The Gi Monkeys, Massimo Moi, La Parte Solida Del Cielo, Patrizio Maria,Piccola Bottega Baltazar, Vanni Pinzauti, Porto Flamingo, Renzo Rubino, Roberto Santoro, Said Quartet Experience, Sindrome Di Peter Pan, Matteo Sperandio And The Q-artet, Massimo Torresi,

Musicultura 2011: ecco i convocati per le audizioni live

Quarantasette artisti da tutta Italia in cerca di un posto tra i sedici finalisti della XXII edizione di Musicultura, il festival della canzone popolare e d’autore che si svolge ogni anno al teatro Sefristerio di Macerata.
Dal 28 gennaio al 13 febbraio il  Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata si appresta ad ospitare le performance rigorosamente dal vivo dei 47 concorrenti scelti dalla commissione d’ascolto di Musicultura, presieduta dal direttore artistico Piero Cesanelli, dopo l’ascolto di oltre mille proposte. E’ una pacifica invasione – considerando i musicisti al seguito, sono oltre duecento gli artisti convocati – quella che una volta in più sta per trasformare la città marchigiana in una vetrina pulsante della creatività nazionale declinata in musica.

In gioco c’è l’accesso alla fase successiva del concorso, che vedrà protagonisti sedici finalisti. Fra i nomi ammessi spiccano quelli di Romeus, l’anno scorso in gara a Sanremo Giovani con “Come l’autunno” e vincitore di Sanremo Lab; di Momo, autrice di “Che bella gente” si Simone  Cristicchi e della famosa “Fundanela” e di Verdì , già vincitrice di diversi  premi nazionali. Fra gli ex partecipanti alla manifestazione ci sono gli Hellosocrate di Civitavecchia e i riccionesi RadiolondraDi seguito i nomi degli artisti convocati:


  • Accademia Dei Folli  (TO),
  • Airin (MI),
  • Artu’ (RM),
  • Davide Bassino (TO)
  • Chopas &TheDoctor (Filottrano (AN)),
  • Andrea Cola (Cesena (FC))
  • Pierluigi Colantoni (RM),
  • Corimè (BS)
  • Francesca Kur Curatolo (PV)
  • Mimì De Maio (NA)
  • Marialuisa De Prisco (Gesualdo (AV)),
  • Paola Di Capua (Forlì (FC)),
  • Duettialkilo  (RM),
  • Edgar Cafè (GE)
  • Esterina  (LU),
  • Ettore Giuradei (Provaglio d’Iseo (BS)),
  • Gli Ex (RM),
  • Giancarlo Guerrieri  (SR)),
  • Roberta Gulisano (EN),
  • Hellosocrate (Civitavecchia (RM)),
  • Katres  (NA),
  • La Curva Di Obiz (Casalecchio Di Reno (BO)),
  • Lalla Into The Garden (PA),
  • Liberadante  (CT),
  • Lp#9 (Legnano (MI))
  • Malanova (ME),
  • Veronica Marchi  (VR),
  • Marta Gi And The Gi Monkeys  (RM),
  • Massimo Moi (RM),
  • Momo (Lanciano (CH)),
  • La Parte Solida Del Cielo  (RM),
  • Patrizio Maria (RM),
  • Piccola Bottega Baltazar  (PD),
  • Vanni Pinzauti  (FI),
  • Porto Flamingo (PO),
  • Radiolondra (Riccione (RN)),
  • Romeus (Galatina (LE)),
  • Renzo Rubino (Martina Franca (TA)),
  • Roberto Santoro (MI),
  • Said Quartet Experience  (Cesena (FC)),
  • Sindrome Di Peter Pan  (PO),
  • Matteo Sperandio And The Q-artet  (TR)
  • Massimo Torresi (Morrovalle, MC)
  • Angelo Trabace (BO),
  • Verdi’ (Orvieto (TR)),
  • Zona Briganti (CS)

Le audizioni sono state distribuite in tre fine settimana consecutivi:
venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 Gennaio;
venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 Febbraio;
venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 Febbraio.
Il venerdì e il sabato lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00 la domenica alle ore 17.00.