“Italia Loves Emilia”, stasera dalle 20 a radio unificate (e su Sky) il concerto per i terremotati

Il grande giorno è arrivato. Alcuni fra i più grandi interpreti del nostro panorama  musicale tutti insieme a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto nell’Emilia Romagna. Va infatti in scena all’aereoporto Campovolo di Reggio Emilia Italia Loves Emilia. Il concerto comincia alle 20, ma i cancelli saranno aperti dalle 9. Si tratta come di un concertone con tanti big,  che servirà a ricostruire le scuole distrutte dal sisma. L’evento segue quello dei soli artisti emiliani organizzato dai Nomadi lo scorso 25 giugno allo stadio di Bologna.

Tantissimi gli artisti che hanno già aderito: LigabueBiagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Lorenzo Jovanotti, Litfiba,  Negramaro, Fiorella Mannoia, Nomadi (col nuovo cantante Cristiano Turato), Renato Zero, Zucchero ma è facile immaginare che arriveranno anche altri nomi meno noti ad affiancarsi ai big: tutti si esibiranno senza alcun compenso. L’unica assente rispetto al progetto originario è   Laura Pausini, cui il medico ha consigliato riposo vista la gravidanza.

L’iniziativa è promossa e sostenuta da Vasco Errani, presidente delle Regione e commissario per la ricostruzione. A sostenere i costi e a contribuire con ulteriori fondi, saranno alcune tra le più importanti realtà dell’industria privata italiana. L’utilizzo dei fondi, così come tutte le spese sostenute, saranno rigidamente controllati e revisionati da un apposito ente e documentati in tempo reale sul sito ufficiale www.italialovesemilia.it. Sul sito trovate anche dettagliatamente le associazioni che gestiranno la raccolta dei fondi e i progetti per i quali saranno investiti. Il primo sarà quello di dare una scuola ai 140mila studenti emiliani che ne sono rimasti privi. Dunque i fondi saranno utilizzati per ricostruire innanzitutto una o più scuole.

Sono oltre  150 mila i biglietti venduti per questo grande evento che vedrà, come già successo per l’Abruzzo tanti artisti uniti per la causa della gente comune colpita dal sisma. Anche lo spot che trovate qui sotto è stato girato con la partecipazione a titolo gratuito sia degli artisti che del personale tecnico e  artistico che lo ha realizzato, regista Marco Salom in testa. Del concerto saranno realizzati, sempre a scopo benefico anche un cd ed un dvd. Oltre alla t shirt ufficiali, in vendita qui. A sostenere i costi e a contribuire con ulteriori fondi, saranno alcune tra le più importanti realtà dell’industria privata italiana.

Per chi non potrà essere a Campovolo, bissando l’operazione già fatta in occasione del concerto tutto al femminile per l’Abruzzo, i principali network italiani uniranno le forze per trasmettere in contemporanea ed in diretta l’evento: Radio Loves Emilia vedrà protagoniste Radio 105, Radio 101, Radio Bruno, Radio Capital, Radio Deejay, Radio Italia, Radio Kiss Kiss, Radio Monte Carlo, RDS, RTL 102.5 e Virgin Radio.

Sky sarà invece  il partner televisivo dell’evento: oltre 4 ore di telecronaca dal Campovolo di Reggio Emilia, inedite performance dal palco, collegamenti dal backstage, interviste agli artisti e agli ospiti, contenuti esclusivi e curiosità.La diretta di Sky, che avverrà sui canali Sky Primafila (canale 351), permetterà così a tutti coloro che non potranno assistere di persona al concerto di sentirsi “parte attiva” in una causa che sta a cuore a tutti gli italiani e, allo stesso tempo, di godere di uno spettacolo unico e irripetibile, moltiplicando la forza di coinvolgimento dell’iniziativa e i risultati pratici che sarà possibile raccogliere.

Particolare importante:  il ricavato dei “biglietti televisivi” del concerto sarà interamente devoluto, permettendo così a Sky di essere al fianco degli artisti e degli organizzatori protagonisti nella raccolta di fondi, preziosissimi per regalare nuove speranze agli abitanti delle zone colpite dal terremoto. Inoltre, l’evento sarà disponibile in replica per tutta la settimana successiva sui canali lineari Sky Primafila

“La mia città”: Edoardo Bennato canta Napoli

Torna ancora sulle scene Edoardo Bennato. Dopo l’ottimo successo del suo tour seguito all’album di rientro “Le vie del rock sono infinite” e del singolo “E’ lei”, con cui è riuscito a vincere il premio Mogol per il miglior testo uscito nell’anno solare 2010, il cantautore napoletano si affaccia di nuovo con “La mia città“, che riprende il tema di Napoli, sempre tanto caro a Bennato, che più volte l’ha messo nelle sue canzoni (basti pensare a “Nisida”, “Vendo Bagnoli”, “Mergellina”,  “Si scrive Bagnoli”  e prima ancora “Campi Flegrei”, solo per citare alcuni brani).

La canzone esce soltanto in singolo, almeno per adesso e segna l’esordio di Bennato con la etichetta musicale Ultrasuoni di Lorenzo Suraci, patron di RTL 102.5, che mette insieme appunto l’emittente bergamasca, Radio Italia e Rds. La stessa che ha praticamente costruito il successo dei Modà, prima col loro album e poi al Festival di Sanremo. Un ottimo viatico promozionale, diremmo. Il pezzo comunque è bello e merita.

Progetto Radar, alla scoperta di nuovi talenti. Venerdì ad Assisi i vincitori (e un concerto a Perugia)

Ne avevamo parlato questa estate in occasione del racconto della finale del Festival “Saremo al C’entro” di Ponte San Giovanni, frazione di Perugia. Ora ne riparliamo, perchè il progetto Radar è arrivato alle ultime battute e venerdì selezionerà i vincitori.

 L’IDEAFranco Zanetti, insieme al giornalista di Radio Rai Massimo Cotto, è il motore del progetto. L’idea, già sposata anche da Radio Italia, è quella di andare alla ricerca di nuovi talenti musicali attraverso manifestazioni e rassegne come quella perugina e di mettere loro a disposizione come trampolino di lancio non già un talent show o un reality, ma maestri e tutor che possano seguirli sui pezzi scritti dagli stessi ragazzi, così da formarli autonomamente. I prescelti, saranno parte di un progetto di lavoro che vedrà coinvolti esperti professionisti del settore: autori, compositori, musicisti, arrangiatori, produttori. Ai selezionati, in conclusione, sarà riservata una vera opportunità discografica.

LE FINALI – A Tordandrea, nello splendido scenario del Relais Valle di Assisi, i venti finalisti si stanno esibendo in questi giorni sotto gli occhi della commissione composta da Gatto Panceri, Francesco Arpino, Maurizio Bernacchia, Paolo Morisco, Francesco Morettini, Ignazio Morviducci, Luca Angelosanti, Luca Mattioni e Federico Sacchi.  E se passate dall’Umbria, venerdì 20, giorno conclusivo della selezione, si esibiranno a partire dalle 22 in un concerto a Ponte San Giovanni, presso la parrocchia di San Bartolomeo, che organizza il festival “Saremo al C’entro“. Erano oltre 300 i partecipanti, sono arrivati in 23.

I NOMI DEI FINALISTI – Ecco l’elenco completo: Il Dubbio di Davide, Alessandro Zanolini, Elena Balestri, Giulia Nofri, New Classics, Silvia Vavolo, Ilaria Marano, Miriam Caruso, Mario Cianchi, Giulia Virelli, Manuela Mannarino, Le Case del Futuro, Rosella Pollicino, Elisabetta Gagliardi e le Sagome di Cartone, Valentina Bagni, Her, D- Stefano, Maurizio Kisari, Stefano Cherchi, Silvia Zambruno, Minelli & Minelli, Canemorto, Davide Papasidero.
 

 

“Parole impreviste”, Paolo Nutini scrive per Daniele Battaglia

Daniele Battaglia ci riprova. Dopo un album (“Tutto quello che vorrei“) andato tutto sommato bene e una partecipazione a Sanremo, quella del 2008, rovinata da una disastrosa interpretazione del pur buon pezzo “Voce nel vento”, il figlio di Dodi Battaglia dei Pooh, riparte da un Ep che porta il suo nome.

Il singolo di traino, “Parole impreviste” si stacca parecchio dalle melodie che sinora hanno caratterizzato l’artista e il motivo va ricercato nelle firme che porta in calce. La musica infatti è nientemeno che di Paolo Nutini, il cantautore italo-scozzese che è uno dei nuovi fenomeni musicali europei. Le parole sono invece del poeta Alessandro Quattrone.

Una ripartenza di slancio, per un giovane che ormai non è più solo cantante ma anche volto televisivo (è stato inviato per la scorsa edizione di “Stranamore” ) e radiofonico (è stato una delle voci di Radio Italia, che ha contribuito al suo lancio e prima ancora di Lattemiele).

 

“Amiche per l’Abruzzo”, stasera il concerto al femminile in diretta su 13 radio

49Dopo il concerto di ieri sera, stasera altro concerto benefico per l’Abruzzo. Cambia la location – da Roma allo stadio Meazza di Milano fresco di esibizione dei Depeche Mode, che lo hanno lasciato montato! – restano le modalità. Tutto gratis: artisti, manovalanza, ricavato dei biglietti, affitto dello stadio. La particolarità è che si tratta di un concerto di sole cantanti donne.

Patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, “Amiche per l’Abruzzo”, nato da una idea di Laura Pausini,  ha come scopo la raccolta fondi a favore della ricostruzione della scuola simbolo Edmondo De Amicis all’Aquila che ha subito notevoli danni a causa del terremoto.

Un’ altra parte del ricavato sarà destinata all’acquisto di case in legno e in generale per il sostegno della popolazione abruzzese. Tra i beneficiari ci sarà anche la Onlus “Aiutiamoli a vivere”, associazione di volontariato e solidarietà da sempre impegnata sulle emergenze locali.

Sarà un’evento straordinario anche perchè sarà trasmesso in contemporanea da tredici radio nazionali: Radio RAI, Radio 101, Radio 105, Radio Monte Carlo, Virgin Radio, Radio Deejay, Radio Capital, M2O, Radio Kiss Kiss, RTL 102.5, Radio Italia, RDS, Radio 24, con potenziali 30 milioni di ascoltatori.

Per l’occasione, torneranno sul palco – per cantare o solo per dare testimonianza – anche personaggi storici come Nilla Pizzi, Rita Pavone,  Wilma De Angelis e Gilda Giuliani, Caterina Caselli, persino Raffaella Carrà e cis sarà l’occasione per risentire qualche artista che manca da un pò come Valeria Rossi, Carlotta, Irene Fargo, Ecco l’elenco competo delle partecipanti.

 

Alice, Ambra Marie, Alessandra Amoroso, Ania (la vincitrice di Sanremofestival.59),Silvia Aprile, Arisa, Malika Ayane,Annalisa Baldi, Angela Baraldi, Rachele Bastreghi dei Baustelle, Leda Battisti, Marcella Bella, Simona Bencini, Loredana Berte’, Orietta Berti, Laura Bono, Antonella Bucci, Chiara Canzian, Carlotta, Raffaella Carra’, Rossana Casale, Caterina Caselli, Clio’, Barbara Cola, Carmen Consoli, Aida Cooper, Luisa Corna, Cristina D’Avena, Wilma De Angelis,Teresa De Sio, Grazia Di Michele, Dolcenera, Alessandra Drusian dei Jalisse, Elisa, Roberta Faccani dei Matia Bazar, Irene Fargo, Giusy Ferreri, Fiordaliso, Irene Fornaciari, Rita Forte, Dori Ghezzi, Barbara Gilbo, Giorgia, Gilda Giuliani, Irene Grandi, Amalia Gre’, Iskra, Jasmine, Karima, L’Aura, la vj La Pina, Patrizia Laquidara, Amanda Lear, Lighea, Linda, Lisa, Petra Magoni,Fiorella Mannoia, Meg, Silvia Mezzanotte, Mietta, Milva, Annalisa Minetti, Andrea Miro’, Simona Molinari (Nata a L’Aquila), Momo (abruzzese di Lanciano), Nada, Mariella Nava, Gianna Nannini, Nicky Nicolai, Noemi, Silvia Olari, l’attrice Stefania Orlando, Anna Oxa, Paola e Chiara, Laura Pausini, Rita Pavone, Daniela Pedali, Nilla Pizzi, Pia, Patty Pravo, Marina Rei,Donatella Rettore, Valeria Rossi, Melania Rota, Antonella Ruggiero,Cristina Scabbia dei Lacuna Coil, Senit, Spagna,Jo Squillo, Syria, Anna Tatangelo, Tosca, Francesca Toure’dei Delta V, Laura Trent (italo americana), Gerardina Trovato,Paola Turci, Viola Valentino, Ornella Vanoni, Manuela Villa, Iva Zanicchi

RadioGrolle 2008: ecco l’elenco dei premiati. Tra le locali vince RadioNorba

Sono state assegnate al Casinò di Saint Vincent, in provincia di Aosta le RadioGrolle 2008, il riconoscimento che premia i migliori programmi e le migliori voci del mondo della radiofonia italiana. Il premio nasce sull’onda delle Grolle d’Oro, importante premio cinematografico assegnato sempre in Valle d’Aosta.

Il riconoscimento è ovviamente modellato sulla Grolla, il tipico oggetto di artigianato locale che la tradizione vuole essere diretto discendente del Sacro Graal. La manifestazione è andata in differita su Italia Uno. Tra i premiati spiccano l’emittente barese Radio Norba, Enrico Mentana e moltissime voci celebri della radio tricolore.

La giuria del premio era composta da Maurizio Costanzo, Platinette, Felice Lioy, Francesco Perilli, Marco Minelli, Alessandro Montefusco, Flavio Mucciante, Franco Nisi, Alfonso Signorini, Luigi Tornari, Giancarlo Santalmassi e Sergio Valzania.

Commovente la consegna del premio alla carriera al grandissimo Fausto Terenzi, voci storica prima di Radio Montecarlo poi di One-O-One, colpito due anni fa da un ictus che lo ha portato prima sulla sedia a rotelle e ed ora a camminare con molta fatica. Terenzi è però tornato in radio con la stessa grinta su Radio Numer One. Ecco di seguito l’elenco dei premiati:

  • Voce maschile dell’anno: Massimo Lopez Radio 101
  • Voce femminile dell’anno: Nicoletta De Ponti RTL 102.5
  • Trasmissione dell’anno: Grazie per averci scelto Rai Radio2 Marco Santin (quello della Gialappa’s Band) e Nicoletta Simeone
  • Miglior DJ: Mario Fargetta Radio Deejay
  • Migliore Trasmissione del mattino: Pelo e contropelo Radio Kiss Kiss Pippo Pelo, Gigi e Ross I Ditelo Voi e Fedora
  • Migliore Trasmissione del pomeriggio: Viva Radio2 Rai Radio2 Marco Baldini
  • Migliore Trasmissione della sera: La Zanzara Radio 24 Giuseppe Cruciani
  • Migliore Trasmissione della notte: Montecarlo Nights Radio Monte Carlo Nick The Nightfly
  • Miglior GR: Gr1 edizione 8.00 Rai Radio1 Mirella Marzoli, vice direttore
  • Migliore Trasmissione di informazione: 100 secondi RDS Enrico Mentana
  • Migliore Trasmissione sportiva: Tutto il calcio minuto per minuto Rai Radio1 Alfredo Provenzali
  • Migliore radio locale: Radio Norba Puglia Alan Palmieri, direttore
  • “Storia della radio”: Enrico Vaime Rai Radio2
  • Personaggio rivelazione: Piergiorgio Odifreddi Rai Radio3
  • Premio speciale: Il diavolo e il violino Rai Radio1 Uto Ughi ed Umberto Broccoli
  • Premio speciale: Corrado Guerzoni Rai Radio2
  • Premio speciale: Giuseppe Pontiggia Rai Radio3, alla memoria
  • Premio speciale: Fausto Terenzi, Radio Number One, storia radio private
  • Premio speciale: Radio Italia solo musica Italiana, evento musicale Franco Nisi, direttore