“She makes me go home”: Arash duetta con Sean Paul

Il re dell’easy listening in salsa dance è tornato. Arash, uno dei grandi della musica dance pop europea, si affaccia di nuovo sulla scena discografica. Di lui abbiamo parlato più volte in questo blog sottolineando più volte i suoi brani leggeri, di facile memorizzazione ma anche ottimo successo se non a livello discografico, sicuramente a livello radiofonico e di gradimento nelle discoteche. Qui potete trovare un sunto dei nostri post su di lui.

La lunga scia delle sue collaborazioni accoglie stavolta sotto il suo alveo niente meno che il giamaicano Sean Paul, per un brano “She makes me go home”, che sicuramente è meno e più nello stile black dell’artista caraibico, ma sempre mescolato con i suoni mediorientali dell’artista svedese-persiano. Già oltre 40mila visualizzazioni per un brano che promette decisamente di scaldare il nostro inverno.

Pubblicità

“On avance” e altre canzoni: con Tal la musica r’n b parla francese

A 21 anni è già la nuova stella dell’ r n b francese. Origini israeliane  e yemenite (ma vive a Parigi da quando ha un anno), Tal (il cui nome significa Rosa del Mattino) può già vantare collaborazioni importanti con personaggi come Seal Paul e John Haynes, ingegnere del suono che ha già fatto la fortuna di Britney Spears e Betoncè, Christpehe Maè e Alicia Keys, dei quali ha aperto i concerti.  Il suo primo album “Le droit de rever” esce il 19 marzo ma intanto i singoli hanno riscosso un grande successo di critica, tanto che adesso si appresta a sbarcare anche oltreconfine.

“On avance” che trovate sopra è stato l’ottimo esordio, ma non sono da meno brani come “Waya Waya“, inciso con la collaborazione di Sean Paul o anche “Le sens de la vie”, il cui video è stato girato negli Stati Uniti e ancora “La musique est mon ange”.Una grande voce, un’artista di spessore che conferma come la musica contemporanea francese sforni  talenti in grado di competere con tutto quello che di inglese e statunitense passa da noi, che quasi mai è migliore, peraltro.

Le classifiche di vendita in Europa (2/1/2012): le mogli dei militari britannici cantano per aiutare le forze armate

 

La prima classifica del 2012, che poi in realtà è l’ultima del 2011 a livello di rilevazioni, è ancora in gran parte a tema natalizio.  Tiene un pò dappertutto l’album natalizio di Micheal Bublè, ma la novità è il brano uscito in questi i giorni nel Regno Unito. Si tratta di “Wherever you are”, un brano inciso a scopo benefico dalla corale femminile composta interamente da mogli, fidanzate e compagne di militari dell’esercito britannico di stanza in Afghanistan, dirette da Gareth Malone. Il ricavato delle vendite del singolo va a sostegno delle forze armate e delle famiglie dei militari. La musica è di Paul Mealor, colui che ha composto anche le musiche del matrimonio reale. Il testo è ricavato dalle lettere dallo scambio di lettere fra i militari con almeno sei mesi di servizio in Afghanistan e le loro compagne. Sotto, i numeri uno, sopra, il brano.

 
SINGOLI
  • AUSTRIA:  Hangover– Taio Cruz ft Flo Rida
  • BELGIO:   Zanna –  Selah Sue  & Tom Barman vs  The Subs ( (Fiandre) / Je l’aime a mourir – Shakira(Vallonia)
  • BULGARIA: I ti ne mozhesh da me spresh – Miro & Krisko Divna
  • CROAZIA: Prodi ispod mojin prozora – Neki to vole vruce (nazionali) / Our day will comes – Amy Winehouse (internazionali)
  • DANIMARCA: KL 10 – Medina
  • FINLANDIA: Someone like you – Adele
  • FRANCIA: She doesn’t mind – Sean Paul
  • GERMANIA: Somebody that I used to know – Gotye ft Kimbra
  • GRAN BRETAGNA: Wherever you are – Military Wives Choir  & Gareth Malone
  • GRECIA: Moves like Jagger – Maroon 5 ft Christina Aguilera
  • IRLANDA: Cannonball- Little Mix
  • ISLANDA: Somebody that I used to know – Gotye ft Kimbra
  • ITALIA: Ai se eu te pego – Michel Telò
  • LUSSEMBURGO: Somebody that I used to know – Gotye ft Kimbra
  • NORVEGIA: Levels – Avicii
  • OLANDA:   Epic – Sandro Silva & Quintino
  • POLONIA: Someone like you – Adele
  • PORTOGALLO: Ai se eu te pego – Michel Telò
  • REPUBBLICA CECA: Marry you – Bruno Mars
  • ROMANIA: I follow rivers – Lykke Li
  • RUSSIA:  Vishe – Nyusha
  • SLOVACCHIA: Marry you – Bruno Mars
  • SLOVENIA: Bi sla naprej – Manouche  (nazionali)/Dance with me tonight – Olly Murs (internazionali)
  • SPAGNA: Ai se eu te pegu – Michel Telò
  • SVEZIA:Levels – Avicii
  • SVIZZERA: She doesn’t mind- Sean Paul
  • UNGHERIA:  Moves like Jagger – Maroon 5 ft Christina Aguilera
 
ALBUM:
 
  • AUSTRIA:Christmas – Micheal Bublè
  • BELGIO: 21 -Adele (Fiandre) / Lys and Love -Laurent Voulzy (Vallonia)
  • DANIMARCA: Mer end Karlighet – Rasmus Seebach
  • FINLANDIA: Kun Valastun- Chisu
  • FRANCIA:  21- Adele
  • GERMANIA: MTV Unplugged Live aus dem Atlantis Hotel – Udo Lindenberg
  • GRAN BRETAGNA: Christmas -Micheal Bublè
  • GRECIA: Eimas mazi sou- Nikos Vertis
  • IRLANDA: Christmas – Micheal Bublè
  • ISLANDA: Haglel – Mugison
  • ITALIA: Christmas – Micheal Bublè
  • NORVEGIA: Talk that talk – Rihanna
  • OLANDA: Christmas- Michael Bublè
  • POLONIA: 21- Adele
  • PORTOGALLO: Lioness Hidden Treasures – Amy Winehouse
  • REPUBBLICA CECA: Racek – Tomasz Klus
  • SPAGNA: Via Dalma II – Sergio Dalma
  • SVEZIA:  All this way – Amanda Fondell
  • SVIZZERA: 21 – Adele
  • UNGHERIA: Az első X – Az élő show-k 10 legnagyobb kedvence – Tibor Kocsis

MOBO Awards 2009, tutti i vincitori

mobo_awards_2008-1-250-220-85-nocropSono stati assegnati a Glasgow in Scozia i Mobo Awards, ovvero  Music of Black Origins Awards, il massimo premio europeo per la musica, le canzoni e gli artisti “black”. Ovviamente un premio che necessariamente mette in prima fila gli artisti inglesi o che si esibiscono in lingua inglese.

Ma fra i premiati ci sono fior di artisti, anche se in alcune sezioni compaiono , fra i nominati e non solo, artisti americani o comunque non europei oppure artisti che fanno musica “nera” ma sono in realtà bianchi (come per esempio Eminem). Ecco la lista dei vincitori

  • BEST UK ACT: N-Dubz
  • BEST NEWCOMER: JLS
  • BEST R’ N B SOUL ACT: Keri Hilson
  • BEST HIP HOP ACT: Chipmunk
  • BEST MUSIC VIDEO: “Single ladies” di Beyoncè
  • BEST INTERNATIONAL ACT: Beyoncè
  • BEST SONG: “Beat again” dei JLS
  • BEST ALBUM: “Uncle B” dei N-Dubz
  • BEST REGGAE: Sean Paul
  • BEST DJ: Trevor Nelson
  • BEST JAZZ ACT: Miranda Brown
  • BEST AFRICAN ACT: Mujava
  • BEST GOSPEL ACT: Victizzle