“Satellite” sbarca su Deejay tv. E nasce il fanclub italiano

Un passo alla volta, ma qualcosa si muove. Dopo aver conquistato anche i network nazionali, in particolare la rotazione di Radio 105 ed essere passata anche su Radio Rai, adesso “Satellite” di Lena Meyer Landrut, la canzone vincitrice dell’Eurofestival 2010, è arrivata anche in televisione. Ci segnalano infatti gli amici di Ogae Italy che il video è passato su Deejay Tv, la televisione musicale che fa capo a Radio Deejay, che si riceve sia in chiaro, attraverso alcune emittenti analogiche, che sul digitale terrestre.

Un altro piccolo passo in avanti di una lunga battaglia, un segnale comunque importante se si considera che il video è praticamente “artigianale” perchè c’è solo lei che salta su uno sfondo nero e lucente e se si considera che gli altri brani che sono andati bene in Europa (su tutti quello di Jessy Matador, numero 6 su Billboard) non sono ancora passati e chissà ami se lo saranno. E nemmeno i Madcon col il loro “Glow” ed il flahmob sono riusciti a tanto.

Un risultato importante, perchè è da tempo immemore che una canzone vincitrice dell’ Eurofestival non passa sulle nostre tv. Nel 2008 Dima Bilan fu ospitato dalla Carrà, ma a parte la Raffa nazionale, che ha sposato la causa dell’ Eurofestival, altrove non si parla più della rassegna. Negli anni scorsi alcuni partecipanti sono passati, senza però che si sapesse della loro partecipazione all’ Eurofestival, “Divine” di Sebastien Tellier (2008) e “The worrying kind” degli Ark (2007). L’unico di cui si seppe chiaramente della partecipazione fu Paolo Meneguzzi con “Era stupendo” del 2008, a parte sempre gli ospiti invitati dalla Carrà prima dello stop imposto dalla Rai (circostanza verificata da alcuni testimoni).

Intanto su internet impazza la Lena-Mania: sono ben  41 milioni le persone che hanno visto su youtube il video ufficiale della canzone più altri 30 che hanno visto l’esibizione ad Oslo. E su Facebook è nato anche il suo fanclub italiano, gestito da una ragazza giovanissima e c’è anche il forum ufficiale. Tutto questo prima che il brano arrivasse nelle radio. Ottimo segno.

LENA NEL 2011- Intanto la tv tedesca ha ufficializzato che sarà ancora Lena a rappresentare la Germania all’Eurofestival 2011. E’la terza volta che succede: la prima fu Lys Assia, campionessa in carica della prima edizione che tornò nel 1957, lo stesso fece l’olandese Corry Brokken nel 1958 dopo aver vinto l’anno prima.

Sebastien Tellier- Divine

In un festival tempio della canzone pop, quasi sempre commerciale, lui con la sua barba lunga ed i suoi suoni sperimentali, sembrava cadere da Marte. Eppure Sebastien Tellier è stato senza dubbio una delle cose più belle dell’ultimo Eurofestival, meglio noto come Eurovision Song Contest.

Dopo aver scandalizzato i francesi per aver rappresentato la sua Francia alla manifestazione con una canzone nell’odiato inglese, il polistrumentista elettropop ha fatto uno sberleffo all’arena di Belgrado, presentandosi dentro una macchina e con coriste munite di barba.

Il suo album, fresco di uscita, si chiama “Sexuality” ed è minimalista nelle parole – poche, in inglese ed in francese, ma anche in italiano –  e titoli strambi come “Sexual Sporrtswear”, “Pomme” (mela), “Une heure”. Il produttore però è una garanzia, perchè lo stesso dei Daft Punk. Chi vuol farsi un’idea completa della musica può cliccare sul suo myspace, dove ci sono estratti dei suoi brani. Per tutti, in altro, c’è l’esibizione all’Eurofestival. Le tv musicali e le radio, sembrano apprezzare