Il mashup “Of the night” anticipa l’album-raccolta dei Bastille

Con malcelato orgoglio possiamo dire di essere stati tra i primi in Italia a parlare dei Bastille, quando ancora il loro successo internazionale era di là da venire. Fu in occasione della prima ondata di airplay per “Pompeii”, il singolo che li ha fatti conoscere nel mondo e anche da noi e che ha fatto da traino al successo del gruppo londinese, pronto ad essere probabilmente premiato come rivelazione dell’anno agli MTV European Awards di Amsterdam del prossimo novembre.

In quella occasione proponemmo anche alcuni ascolti da “Bad Blood”, il loro album di esordio che seguiva tre EP e due mixtape. E intanto usciva in Europa anche il singolo “Laura Palmer“, nome che i più assoceranno alla protagonista – benchè defunta – della famosa serie X Files, mentre l’album arrivava al disco di platino (e alla posizione 11 negli Usa) e il singolo più famoso ne vinceva 4 più due d’oro in giro per il mondo.

Ebbene, ora, sul mercato italiano sta per uscire “All this Bad Blood”, una sorta di mega raccolta che contiene nella prima parte tracce da “Bad Blood”, e altre tracce che la band ha registrato nel corso degli anni e nella seconda, una selezione delle tracce dei 2 mixtape della band, “Other Peoples Heartache Parts 1 and 2″, più due tracce inedite registrate nelle ultime settimane. Il singolo di lancio è “Of the night”, mashup di un mitico progetto italiano, “Rhytm of the night” dei Corona (anno 1993 con la cantante brasiliana Olga De Souza che in realtà muoveva solo la bocca mentre la voce era quella di Jenny B) e “Rhytm” is a dancer”, progetto italo- tedesco degli Snap (1992).

Dice Dan Smith, leader della band: “La prima parte ci ha permesso di far uscire in modo appropriato le tracce che amiamo e che suoniamo dal vivo tutto il tempo, ma che non ci stavano nell’album di debutto. La seconda parte è il riassunto dei mixtape, con l’aggiunta di un paio di brani nuovi che mostrano le nuove direzioni che prenderemo per il prossimo album: in una comanda la chitarra e l’altra è più elettronica“.

Il singolo è in uscita il 25 ottobre, l’album il 26 novembre, ma i fan italiani avranno anche una grande possibilità per vederli dal vivo:  il loro tour mondiale  farà tappa il 23 novembre all’Alcatraz di Milano  (tutto già sold out). E poi, dopo gli States, stanno anche per sbarcare in Sudafrica, all’inizio del prossimo anno.

Il nostro Buon Ferragosto…con 40 anni di numeri uno

Ormai lo sapete, il nostro post di Ferragosto è all’insegna degli auguri a tempo di musica. Abbiamo scelto di farveli proponendovi i brani  al numero uno della chart italiana rispettivamente 40, 30, 20, 10 anni fa e in quest’anno esattamente in questa settimana.

1972 – Quanto è bella lei – Gianni Nazzaro

La canzone dell’artista napoletano raggiunge il primo posto anche grazie alla vittoria nella celebre manifestazione “Un disco per l’estate”, che si svolge a Saint Vincent.

1982 – Paradise – Phoebe Cates

La colonna sonora dell’omonimo film è uno dei brani più venduti del 1982  (sarà il secondo dietro a Der Kommissar di Falco) e fa scoprire al mondo le doti canore della protagonista, l’attrice statunitense Phoebe Cates, allora appena diciottenne.

1992 – Rhytm is a dancer – Snap

Dopo aver conquistato le vette in un progetto a tre sotto il nome di Off con la mitica “Electrica Salsa” nel 1987, Luca Anzillotti e il tedesco Michael Munzing si riprendono la vetta con questo brano dance che fa ballare tutta l’Europa. A fine anno è il singolo più venduto in Italia.

2002- Le vent nous portera – Noir Desir 

Bertrand Cantat e il suo gruppo anticonformista sbancano le charts italiane con questo delicato motivo che a fine anno sarà l’ottavo più venduto del 2002. Il gruppo è destinato a fermarsi di lì a breve per i guai giudiziari del loro leader dalla burrascosa vita privata.

2012 – Balada – Gusttavo Lima

E il brano di Ferragosto del 2012 è invece il gettonatissimo pezzo del cantante brasiliano Gusttavo Lima, che ormai ha conquistato non soltanto l’Italia ma tutto il Continente anche grazie al fatto che su queste note festeggiano i gol i calciatori brasiliani.