Lo sportello di Dove c’è Musica: Selene, nuovo singolo e debutto in Francia

E’ uscito in radio il nuovo singolo di Selene Lungarella, “L’Ora Dei Fantasmi”, che dà  il titolo all’Album di recente pubblicazione,. Il brano è scritto da Massimo Luca (“Destinazione Paradiso”) e Paola Palma  (“Senza te o con te”, canzone già vincitrice del Festival di Sanremo), prodotto da Luca  Bignardi, premiato con diversi Grammy e  Latin Grammy nella sua carriera, il cui testo narra dei pensieri di  una ragazza che riaffiorano nella notte, quando tutto é diverso e irrimediabilmente fragile.

Il nuovo singolo, che rappresenta la maturità artistica di Selene Lungarella (di cui avevamo già parlato), è  accompagnato da uno straordinario video-clip di Ernesto Paganoni che ha già creato in  passato con “Chiaroscuro” videoclip di successo per Vasco Rossi, gli Stadio e Mango. Il  regista ha realizzato per Selene una straordinaria animazione in 3D. E per la cantante toscana la carriera trova anche un importante sbocco in Francia.

Selene Lungarella  duetta infatti in “Un’altra storia”, contenuto nel nuovo album di Fredéric Francois, al secolo Francesco Barracato, l’artista belga di origine italiana che  che in quarant’anni di fortunata carriera ha composto 350 canzoni in 4 lingue diverse, vincendo 85 dischi d’oro, con 35  milioni di dischi venduti, diventando punto fermo della chanson francese. “Fredo” tiene concerti in tutta Europa, dall’Olympia di  Parigi, dove ha registrato il sold-out per sei date consecutive, dalla Spagna, al Belgio e ora tiene a battesimo a livello internazionale la giovane artista italiana.

Pubblicità

Lo sportello di Dove c’è Musica: il nuovo di Eugenio Paludi (ft. Monrò)

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UN GIOVANE ARTISTA ITALIANO. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

Ne avevamo già parlato tempo fa, torniamo a segnalare Eugenio Paludi, perchè è uscito il nuovo singolo “Mentre canto”, secondo estratto da “Sotto la gonna del Mondo” (Carpe Diem), il disco  di esordio dell’artista di prossima uscita e distribuito Artist First.  Il secondo singolo che conferma la meravigliosa voce di Eugenio Paludi e il gran talento nella scrittura dell’autore Cristiano Romanelli.

Brano dal sound accattivante e sensuale che mira ad uscire dagli schemi pur narrando di un amore  finito. Ascoltandola sembra di essere su una fragile altalena di carta in balia del destino, oscillando tra  l’orgoglio che non vorrebbe mai cedere e la profonda verità di non riuscire o forse addirittura volere  dimenticare la persona amata. Nel titolo è racchiuso il significato che dà corpo e anima all’intero brano:  l’esplosione caotica di emozioni e ricordi nasce e cresce solo quando si canta, come a voler scindere l’arte  alla vita reale. La dirompente forza della verità come ultima dichiarazione d’amore. La consapevolezza
della fine di una storia che però non potrà mai cancellare l’importanza avuta.

Nato nel 1983, Paludi ha una vasta esperienza live e nel 2005 ha preso parte alle selezioni per i Giovani del festival di Sanremo. Ancora adesso  viene accompagnato sul palco e in studio dai componenti della sua ex band Monrò: Cristiano “Cris” Romanelli alle tastiere, Roberto “Rob” Mastrogiovanni alla chitarra, Massimiliano “Max” Marchegiani al basso e Simone “Guybrush” Di Plinio alla batteria. Attualmente Eugenio Paludi è un progetto seguito dalla Carpe Diem con la produzione artistica di Stefano Profeta e dal suo Manager di sempre: Antonio Laino (per Prosincro).

Lo sportello di Dove c’è Musica: Eleonora Mazzotti

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UNA GIOVANE ARTISTA ITALIANA. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

Belle voci italiane che meritano una promozione. Noi non ci tiriamo indietro. “E’ tardi ormai” è il nuovo brano della cantante di Ravenna Eleonora Mazzotti, già in rotazione radiofonica e disponibile su iTunes. La canzone è accompagnata da un videoclip prodotto da Anian Film per la regia di Andrea Lanfredi e Nicola Parolini, uscito nei giorni scorsi, che racconta un viaggio romantico attraverso la città, sino ad arrivare a una incantevole spiaggia sulla quale avverrà l’incontro sperato.

Il brano è stato scritto da Gianni Bindi e Matteo Mancini (già autori per Eleonora in “L’amore non invecchia mai” assieme a Michael Baker e autori di Mina, portato alle selezioni di Sanremo Giovani 2012). Il brano anticipa l’uscita dell’Ep. Per il videoclip e per l’EP Eleonora ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Ravenna in collaborazione con il comitato di Ravenna2019, la candidatura per il titolo di Città Europea della Cultura. Fra i risultati centrati sin qui in carriera da Elenora Mazzotti c’è la finale di Castrocaro 2010, oltre alla partecipazione a “Il treno dei desideri”, dove ha duettato con Giorgia.

Lo sportello di Dove c’è Musica: AFO4 e Arteiu

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO DUE PROPOSTE. SE SIETE ARTISTI EMERGENTI, SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE VOSTRE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE MIGLIORI

Si erano lanciati con una cover de “L’estate sta finendo” dei Righeira insieme allo stesso duo torinese, con cui sono andati anche in tour, adesso gli AFO4, band di Piombino, sono di nuovo sulla scena con il brano “Bianca”, molto acustico.  La scelta di “Bianca” è dovuta proprio al fatto che la band, oltre ai brani del disco, presenta in questo momento nei club italiani un live acustico che comprende brani del proprio repertorio ed i successi degli Afterhours. Il gruppo si già fatto notare nel panorama musicale italiano grazie ai videoclip “Stupido”(special guest Alessandro Tersigni del GF7) andato in rotazione su Gay TV,Music Box,Match Music, All Music, Italia1,Video Italia, “Mon Amour” e “Dicembre” (ft Marco Cocci). Tutto questo ha portato la band in pochi anni, a raccogliere ottimi consensi di critica e pubblico. Il brano, arrangiato da Marco Mezzacapo e prodotto dagli AFO4 presso il Crossroad Studio di Piombino, è stato mixato e masterizzato al Firstline Studio di Follonica (GR) da Alex Marton.

Da Brescia arriva invece Azizian Arteiu, il nome nuovo dell’hip hop crossover italiano. “Ti amo” è il nuovo brano dell’artista, cresciuto ascoltando tutti i migliori artisti del nostro hip hop e che alterna il live alle produzioni discografiche, proponendo “il rap positivo”, non ancora diffusissimo in Italia. Arteiu  punta ad un genere rap  collocabile in diversi ambienti musicali, con lo scopo di non voler limitare il proprio genere ad una stretta cerchia di persone ma con l’intenzione di espanderlo il piu’ possibile

Lo sportello di Dove c’è Musica: Manè

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UN GIOVANE ARTISTA ITALIANO. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

La proposta di oggi è una cover di un pezzo storico dell’Italo-disco, vale a dire “Catch the fox”, portato al successo da Den Herrow. Ne è autore, in questa particolare versione, Manè, al secondo Pierangelo Manenti. Detto anche il “Corsaro” dell’elettropop. è  cantante, compositore , producer, nato a Brescia il 2 giugno 1976, con dieci anni di attvità alle spalle e diverse produzioni discografiche.

Il il singolo può essere scaricato da tutti i maggiori store digitali della rete.  “Catch the fox”  anticipa l’uscita della raccolta del meglio  di Mané  2000-2012”in uscita tra settembre e ottobre 2013. Il disco celebrativo di dodici anni a tutto elettropop sarà prodotto da Athos Poma per Buena Suerte records e  verrà distribuito da Self Distribuzione in tutti i migliori negozi di musica . “Catch the fox” nella versione di Mané è la prima cover rifatta ufficialmente e pubblicata da un’ artista italianodall’uscita della versione originale, uscita nel 1986.

Lo sportello di Dove c’è Musica: Kelevra

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UNA GIOVANE BAND ITALIANA. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

Si chiama “La moda dei vent’anni” il singolo d’esordio dei Kelevra. La band fiorentina (ex Ritmo Randagio) arriva così alla prima pubblicazione ufficiale a cui seguirà il primo album intitolato “Beati voi che non capite niente” (previsto in uscita il 3 ottobre su etichetta Vrec), registrato al Wander Studio (Arezzo) sotto la produzione di Samuele Bucelli (Baustelle, Amore) e Guglielmo Gagliano (P. Benvegnù, Amore, Tuxedomoon).

Cosa significa per la giovanissima band avere vent’anni nel 2013? “I vent’anni sono un primo “giro di boa” – afferma Matteo Ravazzi, voce della band –  Inizi ad accorgerti che il tempo sta passando, che esistono generazioni più giovani, che esistono mode più giovani. Hai quella sensazione piacevolmente malinconica che ti porta già a fare un primo resoconto di quello che hai passato fino a qua, superata quella piccola grande guerra che è l’ adolescenza…”

I Kelevra vengono da Firenze e nascono nell’estate del 2010: la parola in ebraico significa “cane rabbioso” o “iena” come uno dei singoli inclusi nell’album d’esordio. La formazione è composta da Matteo Ravazzi (voce), Francesco Ravazzi (chitarra), Marco Emanuele (basso), Giacomo Rapisardi (Tastiera), Giovanni Sarti (batteria): 5 ragazzi che provengono da radici musicali totalmente differenti, particolarità che conferisce ai Kelevra un sound aggressivo e innovativo che conta innumerevoli influenze ma che tiene radici negli anni ottanta, mischiando Bowie con Baustelle e Muse. Nel 2011 pubblicano il loro primo EP “‘Icaro e i suoi dubbi” e ora si preparano al primo album.

 

Lo sportello di Dove c’è Musica: Liprando

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UN GIOVANE CANTAUTORE ITALIANO. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

Fra le cose pervenute alla nostra redazione, segnaliamo oggi “Nell’ambra“, singolo tratto dall’album del cantautore casertano Liprando, al secolo Francesco Lo Presti chitarrista della surf band Bradipos IV. “La vita inquieta” è in distribuzione da qualche mese su etichetta FreakHouse distribuzione Audioglobe/Belive digital in tutto il territorio nazionale.

Il filo conduttore di questo lavoro del cantautore folk-elettronico sono  “leggende e credenze, anima che non trova pace, il viaggio e lo spostamento. inquietudine di vivere, sapendo che la vita non potrà mai essere abbastanza, mai all’altezza delle proprie pulsioni. “Musica semplice che proprio grazie alla semplicità riesce ad arrivare fino in fondo” è la definizione più adatta per descrivere la sua produzione, come scritto anche dal corrieredelmezzogiorno.it, dove il brano è stato presentato in anteprima.

 

Lo sportello di Dove c’è Musica: Eugenio Paludi

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UN GIOVANE CANTAUTORE ITALIANO. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

E’ in rotazione in questi giorni “Chiara” del cantautore pescarese Eugenio Paludi.  Il brano è il primo singolo estratto da “Sotto la gonna del Mondo” (Carpe Diem), il disco di esordio dell’artista che verrà pubblicato a settembre 2013 distribuito Artist First.“Chiara” è il racconto di una vita che non si arrende di fronte a nulla e che trova nella resistenza quotidiana alle avversità, la sua dimensione eroica. Chiara trae la sua forza dalla consapevolezza di avere la responsabilità di un’esistenza, quella del suo bambino, che è il suo mondo e la sua ragione di vita. Ed è proprio nella sua condizione di madre che Chiara scopre il suo equilibrio più autentico e forse per la prima volta riesce a dirsi davvero felice. “Chiara in questo mondo c’è chi ha avuto tanto ma dimmi se è vero che chi come te vede il cielo nel fango non ha un solo rimpianto”, dice l’autore.

Nato nel 1983, Paludi ha una vasta esperienza live e nel 2005 ha preso parte alle selezioni per i Giovani del festival di Sanremo. Ancora adesso  viene accompagnato sul palco e in studio dai componenti della sua ex band Monrò: Cristiano “Cris” Romanelli alle tastiere, Roberto “Rob” Mastrogiovanni alla chitarra, Massimiliano “Max” Marchegiani al basso e Simone “Guybrush” Di Plinio alla batteria. Attualmente Eugenio Paludi è un progetto seguito dalla Carpe Diem con la produzione artistica di Stefano Profeta e dal suo Manager di sempre: Antonio Laino (per Prosincro).

 

Lo sportello di Dove c’è Musica: Paola4 ft Viola Valentino

PER IL NOSTRO SPAZIO DEDICATO ALLE SEGNALAZIONI, ECCO UNA BELLA COVER ITALIANA. SCRIVETECI, ASCOLTEREMO LE PROPOSTE E PUBBLICHEREMO LE PIU’ INTERESSANTI

Una segnalazione per la nostra rubrica, della quale vi diamo conto con piacere, perchè riporta alla memoria un bel brano del Sanremo 1982 di Viola Valentino, ovveroRomantici”. Arriva una bella cover in chiave rock ad opera di Paola4, cantutrice, vocal coach, direttore artistico e speaker di Radio Studio 90 Italia. E con lei c’è l’interprete originale ad accompagnarla.

Il progetto nasce da l’esigenza di raccontare il cambiamento radicale che sta subendo la nostra società, quella frenesia che ormai sta diventando la normalità e la mancanza di “romanticismo” e spontaneità che contraddistingue l’essere umano. Mai più attuale di ora si rivela il brano di Viola Valentino uscito nel 1982, che grazie alla reinterpretazione di Paola4 in una versione vuole dare un nuova chiave sonora per parlare della vita che ogni giorno si affronta.

Paola4 racconta così l’incontro e la decisione di uscire con un brano così particolare : “Con Viola ci si conosce da molti anni e da altrettanti anni pensavamo di fare uscire questo brano in una chiave più attuale, e finalmente questo sogno si realizza in un momento molto particolare per il nostro paese, dove ci sarebbe bisogno a mio avviso di più Romanticismo inteso come amore per la vita e rispetto per il prossimo”.

Lo sportello di Dove c’è Musica: Selene Lungarella

PER LA NOSTRA RUBRICA DELLE SEGNALAZIONI, ECCO UNA NUOVA PRODUZIONE DI UNA GIOVANE ITALIANA. COME SEMPRE, SCRIVETECI. ASCOLTEREMO TUTTO E RECENSIREMO LE COSE PIU’INTERESSANTI.

Il nome di Selene Lungarella non suonerà ignoto ai più attenti. La 29enne nata in Svizzera ma ormai da tempo residente a Bettolle, in provincia di Siena, aveva preso parte a Sanremosocial 2011 col brano “Regole della navigazione”. A due anni e mezzo dalla prima produzione e due anni dopo l’esperienza sanremese, ora esce con un nuovo singolo, “In Mente” estratto dall’ album “L’Ora dei fantasmi” che uscirà in Aprile 2013. “In Mente”, porta la firma di Riccardo Benini, Domenico Protino (già vincitore del Festival di Vina del Mar, in Cile) e Luca Bignardi, autore e produttore che in carriera ha vinto 4 fra Grammy e Latin Grammy collaborando fra gli altri con Alex Ubago, Eros Ramazzotti, Sergio Dalma, Vasco Rossi, Joan Manuel Serrat, Laura Pausini, Giorgia e tanti altri. Bignardi è anche arrangiatore del brano.

Vincitrice del premio Afi (Associazione Fonografici Italiani) nel 2012, Selene Lungarella ha preso parte anche a numerosi programmi tv, al premio Lunezia, al premio Walter Chiari (vinto) e ad eventi come lo spettacolo effettuato all’Isola de La Maddalena, nel giorno del vertice Italia-Spagna e O’Scià lo spettacolo organizzato a Lampedusa da Claudio Baglioni. Esattamente come il primo album “Selene con la E“, anche questo esce per la Top Records /Edel.  Selene Lungarella è testimonial di AIPI, Associazione Ipertensione Arteriosa Polmonare, e difenditrice dei Diritti Umani per l’Associazione Arte e Cultura per i Diritti Umani di Roma.